Tutto su PlayStation 5: uscita, prezzo, hardware e rumor

Quando uscirà PlayStation 5? Di che tipo di hardware sarà dotata? Sarà retrocompatibile? Riassumiamo tutto ciò che già sappiamo sulla prossima console di Sony

PlayStation 5 informazioni

La PlayStation 5 sarà il successore spirituale di PlayStation 4. Finora non sono stati resi noti (quantomeno non ufficialmente) design, prezzi o date di pubblicazione. In questo articolo andrò a raccogliere tutti i rumor, le informazioni, le notizie e le speculazioni su prezzo di PlayStation 5, il suo hardware e i suoi giochi. Sony da parte sua è già venuta incontro agli utenti, raccogliendo in un PDF ufficiale tutte le informazioni confermate e rilasciate dalla compagnia.

L’uscita di PlayStation 5: quando vedremo la console?

Cominciamo prima con la domanda più importante: quando uscirà la PlayStation 5? Non esiste una risposta esatta a questa domanda e men che meno esiste una data ufficiale. Per fortuna abbiamo una finestra di lancio, anche se molto approssimativa.

Nessuna liberatoria prima di maggio 2020

Durante un incontro con i giornalisti del settore, Sony ha limitato la finestra di lancio della sua nuova console a “sicuramente non prima di maggio 2020”. Sebbene ciò non significhi necessariamente che la PlayStation 5 uscirà subito dopo quel periodo, è molto probabile che Sony la rilasci nel periodo natalizio, rispetto che nella finestra antecedente al 2020 che il colosso giapponese aveva originariamente dato.

Come ha rivelato il designer Mark Cerny in un’intervista, la PlayStation 5 dovrebbe arrivare a supportare la risoluzione 8K. Al momento non si tratta ancora di informazioni sconvolgenti, in quanto gran parte dei giocatori gioca ancora con schermi semplici che supportano il Full HD. Se nemmeno i loro successori, gli schermi 4K, sono a oggi molto diffusi, puoi immaginare quanti utenti possono effettivamente godere direttamente dell’ 8K. Dubito fortemente che un giocatore nella media abbia tra i 5.000 e 15.000 euro per uno schermo 8k. A lungo termine, tuttavia, quello dell’8k è sicuramente un ottimo investimento. Sul lungo termine la disparità della futura console Sony rispetto agli standard odierni verrà a ridursi e in quel momento la Playstation 5 e i suoi titoli saranno già pronti.

Un piccolo esempio delle magnifiche potenzialità di calcolo di PlayStation 5 è stato portato lavorando sui capelli: EA e il suo studio Dice hanno mostrato in una demo di nuova generazione del loro Frostbite Engine come la console del futuro riesca a renderizzare in modo eccelso la struttura, il colore e il volume dei capelli.

Quanto costerà la PlayStation 5?

Poiché al momento non esiste alcun annuncio ufficiale della console, non sappiamo nulla del suo prezzo. Tuttavia, in quale fascia di prezzo si sposterà PlayStation 5 potremmo desumerlo dal prezzo di lancio delle console precedenti. Al lancio PlayStation 4 costava intorno ai 400 euro, così come si aggirava sullo stesso prezzo la sua sorella minore PlayStation 4 Pro.

Pertanto, ci sono buone ragioni per pensare che la PlayStation 5 verrà messa in commercio per 400 euro. Questa cifra muta in base dell’hardware utilizzato, ma è difficile ipotizzare un prezzo che superi i 500 euro. Sony potrebbe ancora una volta fare come per PlayStation 4 Pro e perseguire la strategia di sottoquotazione di Microsoft. Se vuoi una PlayStation 5 al lancio, aspettati un prezzo fra i 400 e i 500 euro.

Questo prezzo andrebbe a rafforzare le dichiarazioni di Marc Cerny: secondo lui, la PlayStation 5 “avrà un costo ragionevole e interessante”.

Le specifiche hardware di PlayStation 5

Non da moltissimo tempo sono divenute note alcune specifiche tecniche di PlayStation 5. Ad esempio, in ciascuna delle nuove console verrà installato un sistema di archiviazione dati SSD, che dovrebbe ridurre drasticamente i tempi di caricamento.

Quanto è veloce la PlayStation 5, Sony lo ha persino mostrato in un video. Come riportato nel tweet qui sotto, usando l’esempio di Marvel’s Spider-Man, i tempi di caricamento della console Next Gen vengono confrontati con la Pro e la differenza è enorme, almeno per questo gioco.

Di recente, Sony ha anche depositato un brevetto che mostra come in futuro si dovrebbe arrivare persino eliminare del tutto le schermate di caricamento.

Non ci sarà davvero più nessun caricamento?

La visione di Sony è persino quella di eliminare completamente le schermate di caricamento. L’SSD ultrarapido, secondo Sony, è la chiave per la prossima generazione e il primo passo per rendere i caricamenti che compaiono sui nostri schermi un ricordo del passato.

SSD invece di HDD

La differenza fra i due supporti influisce anche sul rendering del mondo stesso: in Marvel’s Spider-Man, ad esempio, Peter Parker può attraversare Manhattan molto più velocemente, perché l’isola e i suoi componenti possono semplicemente essere caricati più velocemente.

Quale tipo di SSD verrà installato non è ancora stato rivelato. Tuttavia, secondo Mark Cerny, la velocità dei futuri SSD di PlayStation 5 dovrebbe superare tutto ciò che attualmente conosciamo sul mercato PC. Anche il vicepresidente di 3D Realms Frederik Schreiber ha ribadito quanto affermato da Cerny. Secondo lui, la PlayStation 5 non soltanto farà sembrare vecchio Stadia di Google, ma farà impallidire anche i PC.

Nuclei, potenza, teraflop

Per quanto riguarda le prestazioni della PlayStation 5, al momento abbiamo una solida dichiarazione: un addetto ai lavori ha confermato che la GPU, quindi l’unità grafica della console, dovrebbe essere in grado di raggiungere quasi 13 teraflop. Tuttavia, queste sono specifiche del DevKit, che viene inviato in anticipo agli sviluppatori e potrebbe variare nel tempo.

Anche la CPU è sicura: la CPU Zen 2 proviene dal produttore AMD e contiene 8 core, proprio come già visto per la PlayStation 4 Pro. Probabilmente non era necessario aumentare lo stock, perché l’architettura Zen permette alla PlayStation 5 di funzionare molto più velocemente anche alla stessa frequenza di clock.

La PlayStation 5 uscirà con o senza unità disco?

Ancora una volta abbiamo una dichiarazione ufficiale: la prossima PlayStation monterà ancora delle unità di lettura per i dischi. L’immancabile Mark Cerny in un intervista rilasciata a Wired ha confermato la presenza del lettore ottico.

Nonostante l’ingigantimento degli ultimi anni nella vendita delle copie digitali, si continuano a vendere troppi giochi in formato disco. Per non parlare del mercato delle Collector Edition e delle steelbook.

C’è anche la possibilità che esca una versione di PlayStation 5 senza lettore blu ray. Troppe persone ora usano i servizi di streaming, motivo per cui ad alcuni giocatori potrebbe non interessare più l’unità disco.

Confermata la retrocompatibilità con il modello precedente

In termini di compatibilità con le versioni precedenti, abbiamo un messaggio chiaro da parte di Sony: sempre secondo Mark Cerny, la prossima generazione di hardware PlayStation sarà compatibile con il software PlayStation 4. Grazie all’unità ottica ancora esistente, possiamo anche inserire i nostri titoli preferiti dell’attuale generazione di console su PlayStation 5 nel mangiadischi e giocare comodamente.

Questo è particolarmente importante per Sony: la compatibilità al ribasso con la PlayStation 4 non è importante solo per i giochi che sono già stati rilasciati, ma anche per i giochi che devono ancora uscire: la PlayStation 4 dovrà venir supportata per almeno altri tre anni, almeno stando a quanto dice Sony, e la retrocompatibilità andrebbe a garantire una transizione più fluida tra i due generazioni di console.

La compatibilità è stata confermata anche per PSVR

Sempre Cerny ha rivelato maggiori dettagli in un’intervista. L’architettura delle due console dovrebbe essere così simile che la compatibilità con le versioni precedenti non sarà un problema. Anche i fan della realtà virtuale non devono preoccuparsi: il supporto PSVR si collegherà anche a PlayStation 5.

Che dire del crossplay?

Per quanto riguarda il crossplay, non abbiamo indizi altrettanto accurati. Al momento esiste solo una dichiarazione di Sony secondo cui la società ha ascoltato il desiderio dei fan e sta cercando una soluzione. Nonostante quindi una parvenza di apertura nei confronti della società, non è assolutamente certo che vedremo il crossplay su PlayStation 5. Anche se, le ultime collaborazioni con Microsoft…

Cosa c’è di nuovo nel software della PlayStation 5?

Ovviamente, non si possono prevedere molte delle innovazioni del software perché non sono ancora state implementate o sono top secret. Tuttavia, è apparso un brevetto Sony che contiene un algoritmo. Potrebbe consentire alla console di adattarsi al nostro stile di gioco attraverso l’apprendimento automatico (Deep Learning).

Possibili regolazioni

  • Interfaccia utente di gioco
  • Analisi dello stile di gioco e abilità dei giocatori
  • Con i dati ottenuti dalla analisi regolazione di parametri come la difficoltà
  • Sviluppo di gameplay molto personale

Xbox Scarlett e PlayStation 5 insieme?

Mentre le due console si affrontano in molti aspetti come dirette concorrenti, esiste una tecnologia che potrebbe far cooperare i due feudatari della console war: la tecnologia Microsoft Azure.

Con l’annuncio di Google Stadia, sia Microsoft che Sony hanno deciso di correre ai ripari e migliorare insieme le loro tecnologie di cloud e streaming. Nel frattempo anche Nintendo è a bordo della nave dello streaming. Quindi per quanto riguarda il cloud gaming possiamo sperare in innovazioni entusiasmanti.

A questo proposito, i servizi di streaming PS Now e Riproduzione remota non dovrebbero solo continuare a essere supportati con l’arrivo di PlayStation 5, ma venire anche migliorati.

Che forma avrà la PlayStation 5?

Naturalmente, non sappiamo nulla del design della console. Siccome Sony non ha partecipato all’E3 2019, è stata persa una delle papabili occasioni in cui poter ammirare il design della PlayStation 5.

Tuttavia, Sony non ha escluso una sua partecipazione all’E3 2020 e forse sentiremo qualcosa di nuovo lì o al prossimo PSX, la fiera dedicata a PlayStation.

Il design della console di Sony è passato da tondeggiante a angolare nelle ultime generazioni fino a divenire un parallelogramma (da PlayStation 4 a Pro), quindi la nuova forma di PlayStation 5 è veramente difficile da prevedere. Considerato la grandezza di hardware così potenti, sicuramente non ci ritroveremo fra le mani un piccolo cubo.

Controller PlayStation 5: cosa possiamo aspettarci dal Dualshock?

Ogni nuova generazione di PlayStation è stata accompagnata da un nuovo controller. Su Youtube è presente una versione molto originale (e probabilmente fanmade) di un possibile controller Dualshock 5, che al posto del touchpad ha un display completo su cui come uno smartwatch mostrare i messaggi dei nostri amici.

Questo aspetto è realistico? 

Come già detto non penso che un dualshock con una feature sia molto probabile e al momento il costo di produzione di display touchscreen è troppo alto. Ciò che è certo è che quasi sicuramente vedremo una nuova generazione di controller. Come apparirà non è ancora chiaro.

Altre indiscrezioni sul Dualshock 5

I fan hanno dato un’occhiata più da vicino al controller virtuale nel gioco VR Astro Bot e hanno notato che differisce dal Dualshock 4 in alcuni punti.

Si vocifera anche di una sorta di tablet che potrebbe consentire lo streaming di giochi o l’uso di PS Now, PS Vue, app e social media contemporaneamente al gioco.

E, ultimo ma non meno importante, un piccolo avvertimento: la nuova generazione di console si sta avvicinando, così come sta aumentando il numero di foto false che circolano nel web. Ad esempio, questo presunto controller PlayStation 5, che è stato spacciato come leak. Un lavoro raffazzonato al quale avrebbe potuto lavorare chiunque. Onestamente ti sconsiglio di prendere la foto per veritiera, ma non si sa mai.

Playstation 5

Quante sono le notizie su PlayStation 5?

Mentre il pubblico non sa quasi nulla della PlayStation 5, gli sviluppatori di Sony, ovvero gli studi che sviluppano giochi in esclusiva, hanno già ricevuto i loro primi devkit.

Pete Hines, direttore marketing dello studio di sviluppo Bethesda, ha anche affermato di essere già stato introdotto ad alcuni dettagli sulle nuove console , anche se ovviamente non può dirci nulla al riguardo.

Hines ha aggiunto che non sa nemmeno come sarà la versione definitiva del devkit in futuro, ne quanto grandi saranno i cambiamenti che PlayStation 5 apporterà al panorama dei videogiochi.

PlayStation Meeting?

Per quanto comunque un rumor vada preso sempre con le pinze, su Neogaf e 4Chan sarebbe comparso una sorta di leak davvero interessante. La fonte del presunto leak dichiara di aver ricevuto le informazioni direttamente da un ex senior marketing manager di di Sony Playstation, che a sua volta ha ottenuto queste informazioni tramite un’email destinata ai general marketing manager di Sony.

Nello specifico si parla di un Playstation Meeting, un evento fissato per il prossimo 12 febbraio 2020. La scaletta dell’evento non avrebbe ancora una forma ben definita, ma stando al leaker Sony da poco ha iniziato le procedure per coinvolgere delle software house più importanti e si parla di Activision, Square Enix, EA, Ubisoft. Durante questo Playstation Meeting, dovrebbe finalmente essere presentata per la prima volta al mondo Playstation 5.

Giochi su PlayStation 5

Naturalmente, tutti vogliono sapere quali giochi saranno rilasciati per PlayStation 5. Durante una conferenza con gli investitori, Sony ha recentemente annunciato che sta espandendo i giochi First Party e investendo in nuovi studi di sviluppo. Questo potrebbe darci più giochi di un calibro alla The Last of Us o God of War.

In generale, possiamo aspettarci molto di più dai nuovi giochi, ma anche tempi di sviluppo molto più dilatati, almeno stando a quanto afferma Capcom. I grandi titoli AAA richiedono ancora più tempo nella prossima generazione.

Tre titoli davvero importanti verranno rilasciati sia su PlayStation 4 che su PlayStation 5. Sony ha confermato che The Last of Us: Part 2, Death Stranding e Ghost of Tsushima faranno la loro comparsa anche su PlayStation 4.

Informazioni più precise sono disponibili solo indirettamente tramite altri studi:

Rockstar, si sa, si prende il suo tempo nello sviluppo dei suoi giochi. Red Dead Redemption 2 è stato recentemente rilasciato, quindi il prossimo GTA potrebbe uscire fra tra due o tre anni. Per rimanere in tema, è stato riferito che Rockstar è alla ricerca di personale per sviluppare giochi per le prossime generazioni di console. Secondo un leak inoltre, GTA 6 2020 sarà rilasciato anche per PlayStation 4 e altre piattaforme.

I titoli disponibili al lancio della Playstation 5 secondo Pastebin-Leak sono:

  • Gran Turismo 7
  • PUBG Remaster (con risoluzione 4K e Free to Play su PlayStation 5)
  • Ghost of Tsushima

A proposito di Ghost of Tsushima, a rafforzare il fatto che sarà uno dei titoli di punta di Sony ci sarebbe il leak che vorrebbe la presentazione del titolo il 12 febbraio 2020 insieme a PlayStation 5 al PlayStation Meeting. Viene però rivelato che, nonostante lo sviluppo abbia ripreso a procedere a buon ritmo, sarebbe stato rallentato da una grande attenzione su frame rate e texture per poter favorire i miglioramenti tecnici che Playstation 5 sarà in grado di fornire con il suo prestatissimo hardware.

Titoli post-lancio

Non fin dall’inizio, ma durante il primo anno di vita di PlayStation 5 (se credi ai leaker) dovrebbero apparire i seguenti titoli, anche se non esclusive Sony:

  • Battlefield: Bad Company 3
  • Harry Potter
  • GTA 6
  • Assassin’s Creed

Altri giochi possibili

Horizon Zero Dawn 2 – Si dice che il gioco arriverà sul mercato, sopratutto per via di leak e dell’enorme successo commerciale. L’uscita di un secondo titolo dell’esclusiva di Guerrilla è supportata dalla dichiarazione dell’attrice di Frozen Wilds che accidentalmente si è lasciata sfuggire qualcosina di troppo.

Call of Duty – Call of Duty è un appuntamento annuale, perciò non sarebbe strano vederlo su PlayStation 5. Il CoD di prossima generazione potrebbe offrire più spazio per nuove cose, inclusa una visione in terza persona e forse sarà un Modern Warfare 4.

Un nuovo Final Fantasy? Secondo la loro stessa dichiarazione, il team di Final Fantasy 15 sta lavorando su un nuovo gioco per PlayStation 5.

Justice League – E, ultimo ma non meno importante, anche il team Rocksteady sta lavorando a un nuovo titolo. Secondo un leak, dovrebbe essere un titolo che parlerà della Justice League, che dovrebbe essere annunciato nel 2019.

… E cosa viene dopo?

Anche se la PlayStation 5 non è stata nemmeno annunciata, i dirigenti di Sony stanno già pensando al futuro. Per il boss di PlayStation, Shawn Layden il futuro potrebbe essere senza console.

Il dirigente spera in un mondo post-console in cui non ci sono più fazioni accanite di fan Nintendo, Sony e Microsoft, semplicemente perché non ci sono più console. Lo streaming di giochi, il cloud o il crossplay dovrebbero svolgere un ruolo importante in quest’ottica.

Con l’annuncio di Google Stadia, abbiamo fatto un passo avanti verso la visione di Layden, ma personalmente vedo veramente dura questa strada nei prossimi 10 anni, sopratutto considerando quanto poco i videogiocatori siano interessati alla piattaforma di Google.

Tre anni di supporto per PlayStation 4

Anche dopo il lancio di PlayStation 5, la generazione precedente non dovrebbe venire abbandonata. Secondo una presentazione durante una conferenza con gli investitori, la PlayStation 4 sarà ancora il motore dell’impero economico di Sony per almeno altri tre anni.

Come vedi il futuro di PlayStation 5? Quali funzionalità vorresti vedere in questa nuova generazione?

  • Articolo interessante, io spero che ci sia la retrocompatibilità, che non facciano morire subito la ps4 e che sia un lancio ben definito e non come la ps3

    • ci sono due ipotesi, o sfrutteranno il playstation now cosi da giocare in streaming ogni titolo uscito per ps4 oppure si decideranno a farla finalmente.

  • Condividi su facebook
    Condividi su twitter
    Condividi su linkedin
    Condividi su telegram
    Condividi su whatsapp
    >

    Come vedi il futuro di PlayStation 5? Quali funzionalità vorresti vedere in questa nuova generazione?

    21+