Resident Evil Village, rivelata l’altezza canonica di Lady Dimitrescu

Resident Evil Village: analisi demo del castello

Prime impressioni dopo aver provato la seconda demo di Resident Evil Village

Pubblicità

Resident Evil Village è un concentrato di azione, dove diversi generi dell’orrore vengono a galla in quello che è un proseguimento inaspettato della storia della saga.

Resident Evil Village

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Ho da poco concluso la seconda demo di prova di Resident Evil Village, denominata Castello; il nome la dice lunga sul contenuto di questa breve prova, ebbene sì come ben saprai si tratta ancora una volta di una dimostrazione a tempo limitato.

Non mi dilungherò su quanto sia sgradevole avere un conto alla rovescia, sempre pronto a ricordarti che hai poco tempo a disposizione, perciò proseguiamo.

Ci tengo a specificare che ho provato la demo del castello due volte, la prima ho cercato di concluderla per intero ritrovandomi a completarla in nove minuti (a livello di difficoltà normale) e la seconda l’ho invece dedicata all’esplorazione e all’analisi dei dettagli ambientali, questo è ciò che ho da dirti in merito.

Resident Evil Village è a tutti gli effetti un vero Resident Evil

Resident Evil Village

La demo inizia con il nostro protagonista, Ethan Winters, intento a riprendersi in seguito a uno svenimento; ci troviamo all’interno del castello, il nostro obiettivo è quello di ritrovare nostra figlia Rose.

Una volta ripresi i sensi è iniziata la mia “speedrun” alla ricerca della Lady, ero molto curioso di vederla in game e, devo dirlo, la mia buona volontà mi ha premiato, ma facciamo un passo alla volta.

Il castello è davvero una goduria per gli occhi, sono presenti moltissimi oggetti ben dettagliati e, proprio alcuni di questi, ci conferiscono informazioni interessanti sulla famiglia che lo abita.

Alcuni quadri mostrano la famiglia Dimitrescu con sembianze umane a indicare, come già intuito da molti, che la Lady e le sorelle non sono effettivamente nate in quella condizione che le rende irrefrenabilmente assetate di sangue.

Bela, Cassandra e Daniela sono solo parte delle mostruosità che faranno di tutto per darci la caccia, in particolar modo in questa demo avremo un incontro ravvicinato con Daniela.

La sua presenza è effettivamente angosciante ma non tanto per la sua forma, sappiamo bene che una delle peculiarità delle vampire è la bella presenza, quanto più per la sua “testardaggine” nel seguirci molto in stile Mr. X, il noto Tyrant di Resident Evil 2.

Daniela, come le altre sorelle, ha la possibilità di smaterializzarsi in uno sciame di insetti, ciò la rende molto veloce negli spostamenti ma anche invulnerabile ai nostri colpi, sia con armi bianche che con armi da fuoco.

Proseguendo nella nostra fuga ci ritroveremo nelle cantine de castello dove, strisciando attraverso alcuni cunicoli, faremo il nostro primo incontro con Alcina Dimitrescu, che però si esaurisce in un breve sguardo.

Al nostro arrivo uscirà dalla cantina con in mano una bottiglia di vino; parlando della bottiglia, sembra molto utile per la risoluzione di uno dei molteplici enigmi del gioco, durante la mia esplorazione mi sono imbattuto in una porta che richiedeva una speciale bottiglia per essere aperta.

Enigmi e ispirazione a Resident Evil 4

resident evil village

Altro elemento preponderante del gameplay sono appunto gli enigmi, quelli presenti nella demo del castello non sembrano così complessi, è sufficiente guardarsi un po’ intorno per carpire qualche indizio su come proseguire, ma sono sicuro sia voluto per non bloccare il giocatore, vista la breve durata della prova.

Ad ogni modo, sempre nel mio secondo giro tra le mura del castello, ho fatto conoscenza con un altro personaggio, alquanto bizzarro.

Il Duca, mercante di Resident Evil Village, è in grado di fornirti cure, munizioni, oggetti speciali e armi da aggiungere al tuo arsenale. A quanto pare sarà possibile anche migliorare le nostre bocche da fuoco, con upgrade che ne velocizzano i tempi di ricarica, la portata e così via, molto in stile Resident Evil 4 per l’appunto. Senza addentrarmi troppo nella narrazione, concludo questa piccola analisi con un mio parere.

In disaccordo con coloro i quali pensano che la serie stia prendendo una piega non consona al brand, credo che siamo di fronte ad un vero e proprio Resident Evil. L’ansia palpabile, gli inseguimenti in vecchio stile, gli enigmi, insomma tutto riconduce al fatto che si tratti di un ottimo capitolo.

Se non hai avuto modo di provare nessuna delle due demo, ti ricordo che avrai la possibilità di giocarle entrambe, per 60 minuti, su qualsiasi piattaforma il 2 maggio.

Resident Evil Village è in arrivo il 7 maggio di quest’anno su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S, Google Stadia e Microsoft Windows.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Hai avuto modo di provare la demo? Che ne pensi?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro