Top e Flop 14-21 luglio

Top e Flop della settimana: 15-21 luglio

Pubblicità

Demolish & Build VR è un titolo per Steam VR il quale ci offrirà l’opportunità di avviare una nostra impresa di demolizioni e costruzioni ,lavorando direttamente sul campo.

Demolish & Build

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Bentornato ancora una volta nella nostra rubrica sulle migliori e peggiori notizie della settimana. La domenica è il giorno in cui si tirano le somme!

TOP

Microsoft, Xbox Game Pass Ultimate e il risparmio

Risale soltanto a pochi giorni fa la pubblicazione sul sito ufficiale Xbox americano di una guida per risparmiare sugli abbonamenti. Non era sfuggito all’utenza che, sfruttando l’offerta per convertire a solo 1€ i mesi di abbonamento già pagati, si poteva facilmente risparmiare una cospicua quantità di denaro. Basta infatti pagare Live Gold o Game Pass standard per il massimo periodo possibile, ossia tre anni, e poi convertire questo abbonamento alla versione Ultimate che include tutto, per risparmiare circa 300€.

Ancora una volta la casa di Redmond si mostra vincente sui servizi e sui prezzi e sembra pronta a sovvertire gli equilibri di mercato per la prossima generazione di console ormai alle porte: tutto a vantaggio di noi consumatori. Sicuramente la risposta di Sony al Game Pass non tarderà ad arrivare, magari puntando fortemente sul servizio PlayStation Now.

Soutwest Airlines e Nintendo in vena di regali

I passeggeri di un volo Dallas-San Diego, partiti per il Comic-Con, probabilmente erano pronti per le solite noiose ore di volo, tra gente che dorme, legge, o magari qualcuno con in mano una Switch. Sicuramente non si aspettavano di ricevere tutti in regalo una Switch, con incluso il nuovissimo Super Mario Maker 2. Invece è proprio quello che è successo, grazie ad una collaborazione tra la compagnia aerea e Nintendo. Tutti i passeggeri presenti a bordo hanno ricevuto una console in maniera del tutto gratuita, più una copia del gioco da poter riscattare una volta scesi dall’aereo.

Questo è esattamente il genere di pubblicità che conquista il pubblico. Peccato solo non essere stati su quel volo…

Nuovo record per Crash Team Racing Nitro-Fueled

Dopo essere risultato il secondo gioco più venduto nel mese di giugno, dopo il già citato Super Mario Maker 2 per Nintendo Switch, il remake di CTR ha raggiunto un nuovo traguardo: è diventato il gioco con più vendite nel mese di lancio nella storia del franchise, superando il precedente detentore del record, Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy, uscito nel 2017. Ma non finisce qui: Crash Team Racing: Nitro-Fueled ha raggiunto il più alto numero di vendite rispetto a qualsiasi gioco della serie, anche rispetto ai capitoli usciti negli anni ’90.

Il dato stupisce certamente, ma non è difficile da spiegare. Il mercato all’epoca della prima PlayStation era estremamente diverso da come appare oggi: il pubblico più ristretto, il marketing diverso e internet non esisteva. E soprattutto la pirateria la faceva da padrona…

Chissà comunque che questo grande successo dei remake di Crash non porti Activision a produrre un nuovo capitolo, possibilmente sviluppato di nuovo da Vicarious Visions.

Kingdom Hearts 3 stravince in Giappone!

Guardando la top 100 dei giochi più venduti del 2019 in Giappone, originariamente pubblicata da Famitsu, si scopre che il più venduto del 2019 nel corso del primo semestre è stato Kingdom Hearts 3, con oltre 830.000 copie. Il dato stupisce se si pensa che l’ultimo titolo della saga Square Enix è stato abbastanza deludente, raccogliendo tanti voti al di sotto delle aspettative da parte della critica, ma anche un coro di fan storici sprezzanti per la piega narrativa presa.

Eppure, stiamo comunque parlando di un JRPG targato Square Enix e la saga di Kingdom Hearts ha sempre venduto bene, soprattutto nel paese del sol levante. Inoltre bisogna ricordare che il titolo era attesissimo dal pubblico, che aspettava da tanti anni e non vedeva l’ora di mettere le mani finalmente su questo terzo capitolo. Stupisce comunque vederlo davanti a titoli come Sekiro: Shadow’s Die Twice o Resident Evil 2 Remake, che sono stati acclamati da critica e pubblico.

Tekken 7 ha venduto un esorbitante numero di copie

L’ultimo capitolo del picchiaduro più famoso di tutti i tempi ha ampiamente superato le 4 milioni di unità vendute in tutto il Mondo. Se a queste aggiungessimo anche le vendite della digital edition, raggiungeremmo un numero ancor più impressionante.

È un successo meritatissimo, quello di Tekken 7, data la qualità del titolo e del supporto post lancio di questo settimo capitolo della serie. Il responsabile della divisione Brand & Community di Tekken 7 Mark Julio ha espresso i suoi più sentiti ringraziamenti, rivolgendosi a tutti i fan e ai giocatori attraverso un post pubblicato su Twitter.

“Assicuratevi di fermarvi al nostro panel al Comic-Con di San Diego, alle ore 10:00! Parleremo di Tekken e di tante altre cose inerenti ai picchiaduro! I partecipanti riceveranno una di queste fantastiche spille in edizione limitata della Mishima Zaibatsu”

Un ringraziamento e anche un invito, dunque, a passare dallo stand Bandai Namco del Comic-Con di San Diego.

FLOP

Borderlands 3 non avrà il cross-play al lancio

Il CEO di Gearbox Randy Pitchford ha confermato che Borderlands 3 non supporterà il crossplay al lancio, nonostante questa caratteristica fosse stata in precedenza data come “pre-requisito”.

Pitchford ad aprile twittava che “Gearbox è molto interessata” riguardo a questa particolare caratteristica. L’introduzione del crossplay, sempre secondo Pitchford, è stata alla base della decisione di limitare le vendite di Borderlands 3 per PC all’Epic Games Store:

“Crediamo che il supporto multipiattaforma sia un prerequisito e la leadership di Epic in questo campo sarà sicuramente d’aiuto per i nostri interessi”, ha sostenuto Pitchford, confermando l’esclusiva sul discusso store online. Al tweet di Pitchford fece seguito una dichiarazione del publisher 2K a Game Spot a sottolineare che il cross-play ci interessa da vicino, ma non possiamo confermare nulla né abbiamo annunci da fare al momento.

Questo genere di passi indietro, a poche settimane dall’uscita del gioco, rischiano effettivamente di abbassare il numero di vendite. Soprattutto perché Borderlands è un titolo fortemente basato sul gioco in co-op online.

Fallout 76 continua a deludere tutti

Fallout 76 sembra essere afflitto da una maledizione. Infatti, per quanto cerchino disperatamente di risollevare un titolo fallimentare, soprattutto rispetto alle precedenti opere della serie Fallout, lo staff dell’azienda statunitense continua a collezionare flop. L’ultima delusione per i giocatori è giunta in settimana con il rilascio della patch 11 che avrebbe dovuto perfezionare il gioco, ma qualcosa evidentemente è andato storto: dopo il download dell’aggiornamento molti utenti hanno riscontrato una serie di errori e bug.

Alcuni dei problemi riscontrati dai giocatori includono i modelli poligonali diventati trasparenti e scarsamente visibili, personaggi non giocanti a cui è stata inspiegabilmente mozzata la testa, la caduta dei personaggi e delle armature al di sotto della mappa di gioco. Sono soltanto alcuni dei problemi segnalati; stando ad alcune ricerche sulle varie pagine, tra cui anche Reddit, i bug sembrerebbero essere molti di più.

Fallout 76 sembra essere condannato a non poter uscire dalla spirale dell’insuccesso. Va detto anche che gli sviluppatori continuano a sbagliare anche semplici scelte di sviluppo, che rendono la sfortuna del titolo almeno in parte meritata.

Bloodstained: Ritual of the Night continua ad avere problemi su Switch

La versione Nintendo Switch di Bloodstained: Ritual of the Night è uscita affetta da alcuni problemi tecnici. In particolare il titolo ha problemi di input lag, il ritardo tra la pressione del tasto e l’effettiva azione compiuta dal personaggio. Si pensava che sarebbero stati risolti tramite l’update del 15 luglio, oltre ad altri miglioramenti di ottimizzazione del gioco come crash e bug. Purtroppo così non è stato: quella patch è andata a sistemare problemi generici legati al bilanciamento e al gameplay, deludendo il pubblico Nintendo.

Il successore spirituale di Castelvania: Symphony of the Night ha lasciato i videogiocatori Nintendo con l’amaro in bocca, a causa dei problemi di grafica, stabilità delle performance e ottimizzazione generale.

Bloodstained: Ritual Of The Night

Anche per questa settimana, è tutto. Sono stati sette giorni nella media, diversamente dai precedenti. Possiamo solo augurarci di vedere settimane sempre migliori!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità
Pubblicità

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro