1
0

2

Warcraft 3: Reforged e il review bombing su Metacritic

Warcraft 3: Reforged ha davvero fatto imbestialire la community, che ha riversato il suo completo furioso e travolgente dissenso su Metacritic

Compralo ora!

iCrewPlay Consiglia

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Il “nuovo” Warcraft 3: Reforged non riesce a uscire dalla bufera in cui la compagnia dall’omonimo significato, Blizzard, ha infilato il suo capolavoro RTS. Dal re del genere a peggior gioco per PC di sempre? Stando a quanto recitano le valutazioni degli utenti su Metacritic, Warcraft 3: Reforged è ufficialmente il peggior gioco per PC che sia mai comparso sull’aggregatore di voti.

Con un punteggio utente di soli 0,5 su 10 punti, la remastered (di certo non un remake) del leggendario classico RTS si è guadagnato il baratro della classifica per tutti i giochi per PC su Metacritic.

Su un pazzesco totale di circa ben 20.000 utenti che hanno espresso il loro voto, nel momento in cui scrivo questo articolo, la bellezza di 19.000 di questi feedback sono negativi. Tra le recensioni fioccano voti che vanno da 0 a 1, con il 95% di percentuale di recensioni negative ad abissare in modo netto quelle poche positive. Un segnale, questo, a cui Blizzard non può e non deve rispondere con il silenzio che per ora ha messo in atto. Un silenzio assordante che viene da quella stessa software house che, parecchi anni fa, godeva di così tanta fiducia da parte dei suoi giocatori al punto di essersi meritata l’appellativo di “mamma“.

Warcraft 3 Reforged metacritic

Disposti a tutto pur di affogare Warcraft 3: Reforged

Tristemente, il fatto che la Reforged abbia continuato a perdere utenti in questi ultimi giorni non è soltanto dovuto alla qualità del gioco. Il gioco ha procurato alla community una delusione così cocente che ormai i fan sono apparentemente fuori controllo. Questi sono rimasti così delusi dalla disastrosa uscita del gioco che hanno fatto del loro obiettivo massacrare Warcraft 3: Reforged con l’azione di review bombing più eclatante che il mondo videoludico abbia mai visto, tanto da spingerlo fino al fondo della classifica di Metacritic.

E no, se te lo stai chiedendo, non è solo per le sue recensioni che Warcraft 3 è lì in fondo. L’obiettivo per molti è stato proprio quello della lapidazione in pubblica piazza del titolo di Blizzard: per raggiungere l’obiettivo di affossamento, non sono state solo elargite recensioni per la Reforged, ma si è arrivati all’assurdo; si è andati a intaccare anche il precedente detentore del record Day One: Garry’s Incident. I giocatori più inferociti infatti sono arrivati a elargire al titolo score di 10 (con tanto di complimenti palesemente ironici), in modo che il gioco superi Warcraft 3: Reforged nella sua valutazione complessiva.

Sotto le valutazioni ci sono alcune recensioni “inspiegabilmente recenti” di nuovi utenti, che possiamo riassumere con “Warcraft 3: Reforged sucks!

Cosa ne pensa la critica specializzata?

Grazie alla recensione della testata francese Jeuxvideo, finalmente Warcraft 3: Reforged compare nella classifica dei giochi, anche se si escludono i titoli non visibili. Metacritic infatti tende a non segnalare i titoli che non ricevono almeno 7 recensioni della critica specializzata.

Il Metascore della critica specializzata della Reforged è, come in molti casi, estremamente più alto di quello degli utenti. Metacritic segna attualmente un punteggio della critica di 65 punti. Prendere posizione nella questione è davvero arduo; che sia giusto o meno mandare a Blizzard un segnale così forte assegnando al titolo un punteggio infinitamente inferiore rispetto a quello meritato? Che Metacritic faccia come già avvenuto con Death Stranding?

Osservando la versione originale dello stesso gioco sempre su Metacritic, voglio farti notare che spesso quando un titolo esprime gran qualità la discrepanza fra critica e utenza si assottiglia fin quasi a sparire.

Warcraft 3

Una “casualità” che dovrebbe far riflettere chiunque, qualunque sia l’opinione che si preferisce avere in merito alla correttezza o dell’utilità del review bombing.

Per quanto riguarda iCrewPlay

Per quanto riguarda noi di iCrewPlay, da videogiocatori abbiamo giù reagito con un video di impressioni a caldo sul nostro canale YouTube. Blizzard ha inviato a tutte le testate i codici di gioco il giorno dell’uscita di gioco, ovvero il 29 gennaio stesso. Per quanto riguarda quindi cosa pensiamo noi in veste più critica, senza il velo dell’emozione che sembra aver tanto colpito i giocatori (e ha colpito anche tanti nostri redattori, me compreso), dovrai aspettare ancora qualche giorno! Nel frattempo, goditi il nostro video, ma soprattutto facci sapere anche tu quali sono le tue impressioni sul gioco!

Inoltre, nel caso avessi bisogno di fare il rimborso per la tua copia digitale di Warcraft 3: Reforged su Battle.net ho creato una pratica guida per te!

Ti potrebbe interessare...

2

Commenti

1295

Miei

1
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

  1. ff
    · Ospite
    5 Febbraio 2020 alle 1:53

    lo merita, come nella barzelletta, anche se il dissenso in qsto caso specifico fosse un’esagerazione, la blizzard merita tutto qsto x -tutte- le cose che ha combinato e continua a combinare in senso sempre + peggiorativo dai tempi della fine di pandaria; lì c’è stata la svolta ke ha fatto crollare tutto.
    parlando di war3, dovevano usare il motore di sc2 x lo meno, e adattare/rifinire eventualmente il gameplay dove necessario x adattarlo all’engine di sc2, invece hanno preferito tenere il vecchio engine, cambiando solo i modelli grafici, cercando di farlo andare (a calci) ‘immutato’ sui pc recenti, e qsto è solo fonte di disastri x le prestazioni e la stabilità di un gioco;
    ma lo sappiamo tutti xché hanno scelto di fare così: la skusa è “x tenere il gioco il + possibile -uguale- all’originale”, ma la verità è che serve impegno, risorse, e quindi soldi x “riprogettare” un gioco, e sebbene il costo del prodotto è comparabile al prezzo pieno di un gioco nuovo, blizzard non ha voluto ‘spendere/investire’ x ‘fare il lavoro dovuto’, ed è qui che viene mostrata tutta la vigliaccheria che alla fine ha pervaso la blizzard dei tempi che furono :(

    1
  2. ff
    · Ospite
    5 Febbraio 2020 alle 2:02

    diciamo che alla fine, in blizzard sono rimasti solo degli ottimi artisti, ma sebbene l’okkio e la capacità di disegnare mondi e personaggi ‘fichissimi’ siano molto importanti, non sono assolutamente abbastanza, da soli, x ‘generare’ un videogioco nella sua ‘totalità’; servono anche le altre cose, che sono la passione x progettare un buon gameplay e, nel caso delle remastered/reforged, anche il coraggio di -rifare da capo- il gioco x pc moderni, ispirandosi sì al gioco passato, ma non semplicemente patchando la versione vecchia x farla andare a calci sui pc nuovi :(
    e skusate i muri di parole :(

    1

2