0
0

Una pratica guida alla richiesta di rimborso su Battle.net!

Fare un rimborso non è sempre facile come lo è su Steam: vediamo insieme come chiedere il refound sulla piattaforma di Blizzard!

iCrewPlay Consiglia

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Capita talvolta di ritrovarti con in mano, o per meglio dire nel launcher di turno, con un gioco che ti era stato promesso come X quando poi alla sua uscita ti è stato dato come Y. Un esempio recente è Warcraft 3: Reforged, che al momento ha attirato le ire dei fan, molti dei quali sono alla ricerca del rimborso. Non entrerò nel merito della questione, visto che ne ha già parlato il nostro buon Stefano Greppi sul nostro canale YouTube, al quale ti consiglio di iscriverti!

Tornando alla questione del rimborso, non è sempre del tutto chiaro sulla piattaforma condivisa da Blizzard e Activision, Battle.net, come funziona il processo di rimborso, specialmente quando si tratta di chiedere il refound su titoli preordinati. Conscio del fatto che non tutti i launcher siano user-friendly come Steam per quanto riguarda i rimborsi, vengo in tuo soccorso con questo tutorial!

Come richiedo il rimborso su Battle.net?

Indipendentemente da quale gioco si tratti, se rivuoi i tuoi soldi indietro, dovrai per forza andare alla pagina di supporto ufficiale di Battle.net. Subito dopo è importante che tu segua una manciata di semplici passaggi. Prima di partire ti consiglio di accedere con tuo account su Battle.net e solo dopo seguire i seguenti step:

  • Seleziona il gioco per il quale desideri richiedere un rimborso, fra quelli proposti nella pagina che ti ho fornito sopra.
  • Troverai una schermata come questa. Per procedere ti basterà cliccare su una delle tre voci proposte fra account, pagamenti e tecnico (non importa per ora quale scegli) per poi procedere su contatta l’assistenza, come ti ho segnalato graficamente.

blizzard rimborso blizzard

  • Verrai indirizzato a una pagina che ti chiederà di fornire una descrizione dettagliata del tuo problema. Invece di perdere tempo prezioso nel compilare il box di testo, puoi fare clic su “Preferirei categorizzare il problema” direttamente sotto, come ti ho segnalato anche in quest’altro screen. Questo è il modo più semplice e veloce per ottenere il rimborso.

Blizzard rimborso

  • Qui troverai una selezione di tre possibili categorie. Se rientri nei requisiti del diritto di recesso (e forse anche se non ci rientri) potrai rivere i tuoi soldi scegliendo la categoria “Pagamenti“.
  • Cliccando su Pagamenti avrai aperto un altra scheda in cui selezionare altre tre nuove opzioni. Qui potrai scegliere tra “Richiedere un rimborso” e “diritto di recesso“. Ti spiegherò qui sotto quale fra le due opzioni è quella che fa al caso tuo!

rimborso Blizzard

È molto più comodo non inserire nulla nel box di testo della categoria “Parlaci del problema“, ma proseguire direttamente al categorizzare il problema. In questa maniera non dovrai perdere tempo in attesa delle risposte del servizio clienti, dato che avvierai un processo del tutto automatico. Per problemi più specifici però, non puoi proprio sottrarti: la tua richiesta andrà sempre e comunque inoltrata al supporto.

Come funziona il diritto di recesso?

A differenza di altri paesi, grazie alle direttive dell’Unione Europea i cittadini italiani possono esercitare il diritto di recesso. In caso ci si avvalga del diritto di recesso viene garantito un rimborso completo, anche senza fornire alcuna motivazione per il reclamo. Come puoi immaginare però, a questa pratica ci sono delle limitazioni.

Il diritto di recesso è valido solo nei primi 14 giorni dopo la conclusione del contratto di acquisto e solo se non hai avviato il gioco. Il limite di 2 ore offerto da Steam non si applica in questo caso, visto che quella è una possibilità che Valve ha deciso in maniera autonoma di fornire ai suoi utenti. Non appena inizierai a giocare, perderai la possibilità di avvalerti del tuo diritto di recesso.

Purtroppo, c’è un altro inghippo. Per quanto riguarda i preordini i 14 giorni “di ripensamento” si applicano dal momento in cui paghi per il gioco e non dal suo rilascio effettivo. Per esempio, se hai prenotato Warcraft 3: Reforged a novembre, puoi solo tentare la sorte con la richiesta di rimborso.

Che succede se sono passati più di 14 giorni o ho avviato il gioco?

Se hai acquistato o prenotato un gioco più di 14 giorni fa o hai già avviato il gioco, sarai costretto a tentare la richiesta di rimborso e sperare nel buon cuore di Blizzard. La palla quindi passerà al servizio clienti che andrà a controllare automaticamente le tue ultime transazioni e ti dirà se il rimborso che hai richiesto può avere un esito positivo o meno.

Se viene visualizzato il messaggio “Nessuno dei tuoi ordini può essere rimborsato“, non disperarti, non tutto è perduto! Nel caso si prospettasse questo scenario, dovrai cliccare su “Ho bisogno di ulteriore aiuto“. Grazie a questo link avrai la possibilità di contattare direttamente il servizio clienti tramite ticket, telefono o chat live.

Nel caso provassi in questa maniera ti avviso fin da subito che non hai alcun tipo di diritto a cui appellarti; rimane pur vero che se vuoi riavere indietro i tuoi soldi a ogni costo, non hai altra scelta che tentare in questo modo. L’esito della richiesta di rimborso dipenderà dal singolo caso e dalla decisione presa in merito del servizio clienti.

In caso di errori tecnici o promesse pubblicitarie non mantenute, saranno occasionalmente necessarie prove sotto forma di screenshot. Di norma, il servizio risponde entro 24 ore.

Ti potrebbe interessare...
Hertz e FPS, ecco cosa devi sapere
La nona generazione di console in arrivo questo novembre sancirà nuovi standard per il gaming da “salotto”. Il livello di gioco per Xbox Series X…
RTX 3090 fronte
RTX 3090: la vera regina del Gaming!
Il famoso YouTuber americano Linus Tech Tips, con oltre 11 milioni di iscritti, ha messo alla prova per la prima volta la nuova scheda ammiraglia di…

0

Commenti

1277

Miei

0
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

0