The Last of Us: Part II, Neil Druckmann di Naughty Dog rivela: nessun piano per i DLC

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

The Last of Us: Part II, Neil Druckmann di Naughty Dog rivela: nessun piano per i DLC

Parla Neil Druckman ai microfoni di Kinda Funny: nessun DLC previsto per il magnum opus di Naughty Dog, The Last of Us: Part II

The Last of Us Part II

PlayStation 4

Una grafica cinematografica, di coinvolgimento, un'attenzione maniacale a ogni singolo dettaglio fanno di The Last of Us Part II un vero e proprio capolavoro. Non potrai evitare di piangere, ridere, emozionarti.

Disponibile su:

PlayStation 4

Genere: Avventura

Una grafica cinematografica, di coinvolgimento, un'attenzione maniacale a ogni singolo dettaglio fanno di The Last of Us Part II un vero e proprio capolavoro. Non potrai evitare di piangere, ridere, emozionarti.

The Last of Us: Part II è tante cose. Un esempio di produzione problematica, un successo plateale per pubblico e critica, e un gioco espressamente definito “non divertente” da uno dei suoi stessi creatori, Neil Druckmann di Naughty Dog. Quest’ultimo ha parlato a lungo del futuro del gioco in un podcast di Kinda Funny e delle domande che possono essere rimaste senza risposta. Ci sono tanti modi per fornire spiegazioni, tra materiale aggiuntivo, dichiarazioni del team di sviluppo e seguiti effettivi. L’unica strada che non verrà battuta, però, è quella dei DLC: non è previsto alcun contenuto scaricabile.

“You’ve (not) seen the last of The Last of Us”

Ricordando agli anglofoni che il podcast di Kinda Funny – riportato qui sopra – è stato chiamato “spoilercast” per un motivo, ci soffermiamo sull’informazione più saliente che ci fornisce questa chiacchierata. The Last of Us: Part II, corposa esperienza mirata a decine di ore da vivere in single player, allo stato attuale non contempla alcun DLC. In tal senso, Neil Druckmann è stato categorico: “non ci sono piani per i DLC”. Questa risposta abbastanza definitiva da parte del vicepresidente di Naughty Dog arriva quando il podcast raggiunge un’ora e 52 minuti. Ma è davvero qui che si ferma il viaggio di Ellie?

Multiprayer

Al di là di possibili seguiti, Naughty Dog non ha finito con The Last of Us: Part II. Come è stato anticipato, la componente multiplayer originariamente pianificata per il gioco è stata tagliata per essere “cresciuta ben oltre la modalità aggiuntiva che potevamo includere con la nostra enorme campagna in single-player”. In altre parole, il team di sviluppo sta ancora pianificando un’evoluzione della modalità multiplayer Factions vista nel precedente capitolo, senza che venga considerata parte integrante di The Last of Us o un DLC. Druckmann menziona Factions nel podcast, ma solo marginalmente.

Potrebbe interessarti...

Hai giocato a The Last of Us: Part II? Cosa pensi del gioco? Credi abbia bisogno di DLC, o concordi con Neil Druckmann di Naughty Dog? Dicci la tua con un commento a caldo!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Scelto dalla redazione

16 ore fa

E tu hai già comprato la Stagione degli Eletti? E cosa ne pensi?

Articolo approfondito

5

Nessun Evento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0