The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition Recensione

Il capolavoro Bethesda si aggiorna alla versione Anniversary, con numerose gradite aggiunte. Scopriamolo nella sua migliore versione su console: quella su Xbox Series X

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition è l’edizione definitiva di un capolavoro che non vuol saperne di considerarsi “datato”, arricchito con tutti i contenuti del Creation Club Bethesda in precedenza disponibili solo su acquisto separato.

Sono inclusi i tre DLC maggiori, nuove quest line e brevi archi narrativi esclusiviequipaggiamento aggiuntivo che include armi e armature per il nostro avatar, nuove magie, oggetti di personalizzazione per il nostro Dovahkiin, i due contenuti comunque gratuiti per i possessori della Special Edition (Pesca e Sopravvivenza) e molto altro.

 Skyrim Dovahkiin

Scopriamo insieme i dettagli sull’edizione finale in versione Xbox Series X (ma sarà davvero l’ultima versione?), analizzando le novità di un capolavoro che ha segnato un’epoca, e se le migliorie e le aggiunte contenutistiche valgono la spesa necessaria ad acquistare il DLC Anniversary, o direttamente il gioco completo.

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition: la recensione

La versione definitiva del capolavoro che ha inventato un genere – quello degli RPG dark fantasy open world moderni – si chiama The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition, un titolo tanto lungo per essere tale, quante sono le decine e spesso centinaia di ore dedicate da milioni di giocatori in tutto il mondo, al capolavoro di casa Bethesda, la quintessenza dell’epic fantasy videoludico.

Skyrim

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition: le novità accessibili a tutti e i contenuti esclusivi del Creation Club

Il pacchetto finale inclusivo creato da Bethesda include il gioco base e le tre espansioni maggiori già presenti nella versione Special Edition, mantenendo tutti i miglioramenti già apportati al gioco più l’ulteriore rifinitura tecnica aggiunta al prodotto finale.

Sono inoltre inclusi tutti i contenuti del Creation Club, di cui fanno parte 74 MOD, 48 delle quali già disponibili ed altre in arrivo a breve, un pacchetto estremamente ricco che puoi trovare descritto nel dettaglio in fondo alla recensione.

Questo si traduce in missioni inedite, armi e armature dal design del tutto nuovo, nuovi dungeon da esplorare, case da abitare e in cui costruire la nostra famiglia virtuale come Dragonborn, e molto altro.

Bethesda ha identificato 3 macro-contenuti principali per questa edizione cosiddetta definitiva: (una cosa già sentita molte volte).

Di questi, le nuove modalità opzionali Sopravvivenza e Pesca (con le relative quest e attività aggiuntive) sono gratuiti per tutti gli utenti che già possiedono la Special Edition, mentre l’espansione Santi e Seduttori fa parte del massiccio pacchetto di aggiunte provenienti dal Creation Club, disponibili solo tramite upgrade o acquistando la nuova Anniversary Edition in versione completa.

Proprio la macro espansione Santi e Seduttori, MOD realizzata nel 2019 e ricca di missioni secondarie, armature e oggetti, oltre a due missioni principali, si distingue particolarmente fra i nuovi contenuti inclusi nella versione definitiva del gioco.

Le aggiunte gratuite al pacchetto

Modalità Sopravvivenza

La modalità Sopravvivenza, MOD creata nel 2017, riesce a modificare profondamente l’esperienza RPG proposta dal titolo. E’ stata introdotta nel gioco la necessità di mangiare e riposare, per rimediare a sintomi quali fame e affaticamento.

Per sopravvivere nelle gelide lande di Skyrim non basterà più infatti saper lottare e usare la diplomazia per uscire dalle situazioni più difficili senza sguainare la nostra fidata spada elfica, ma dovremo tenere sotto controllo le condizioni generali del nostro eroe mentre esploriamo le Terre dei Padri, ci addentriamo nelle profondità dei moltissimi dungeon presenti nel gioco, tanto quanto durante le fasi di combattimento.

La prudenza sarà quindi necessaria sempre, non soltanto mentre ascoltiamo le lusinghe degli oscuri Signori Daedra, o degli splendidi personaggi di sesso femminile di cui il gioco è costellato.

Occhio quindi a nutrirsi a sufficienza, per mantenere le nostre performance elevate (inclusi il livello massimo della stamina e la possibilità di scattare e infliggere attacchi caricati). Inoltre, è meglio cucinare il cibo prima di mangiarlo, in quanto consumare carne e pesce credo ci espone al rischio di avvelenamento da cibo. Quindi non fare il Dragonborn delle caverne e attrezzati per bene!

La nuova modalità include anche il serio pericolo rappresentato dalle condizioni atmosferiche (soprattutto se utilizzi MOD che ritoccano il clima, causando talvolta violente tempeste e un gelo estremo capace di uccidere in pochi minuti).

Il freddo in particolare può essere un avversario molto più letale degli stessi draghi: il giocatore viene avvertito – quando il Dovahkiin sta andando incontro ad ipotermia – tramite un apposito simbolo del gelo che appare di fianco alla bussola, nella parte superiore dello schermo.

La Modalità Pesca

La modalità pesca è un’altra aggiunta molto immersiva: con essa possiamo mettere alla prova l’epicità delle nostre esche per catturare i pesci attraverso i corsi d’acqua, i laghi della terra di Skyrim, e ovviamente il mare che circonda la mappa di gioco.

La nuova modalità di The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition ruota attorno alla pescheria di Riften (presso la quale sono passato infinite volte per dirigermi alla poco distante entrata del covo della Thieves Guild, mhuhahahaha!), e ci consente di pescare in ogni specchio d’acqua di Skyrim per procurarci il pescato, utile per mantenere in forma il nostro Dovah, ma solo a patto di possedere l’attrezzatura necessaria.

Il pesce che ho procacciato con tanta fierezza poteva essere mangiato (magari cucinandolo prima, non siamo selvaggi e nemmeno Gollum) ma soprattutto interagendo con gli NPC all’interno della pescheria ho potuto constatare che diverse missioni inedite collegate alla pesca sono state aggiunte, per la felicità degli appassionati che mangiano pane e sub-quest.

Skyrim sopravvivenza

Ma procurarsi del cibo e proteggersi dal freddo non sono le uniche migliorie in The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition: riposare è ora una necessità per il giocatore, al pari di stare al caldo e all’asciutto, perché la condizione di fatica riduce la quantità massima di magicka (indispensabile per i maghi) ma anche l’efficacia di pozioni curative, di supporto per attività varie come forgiatura e danni in combattimento oppure oratoria, e così via.

Ancora, diverse sfide aggiuntive facenti parte dell’esperienza sono l’impossibilità di usare il fast travel (una chicca per i veri fan direi) e la possibilità di trasportare un peso ridotto addosso al nostro eroe: esso è aumentabile come di consueto, ma ancor più importante quando esploriamo i dungeon alla ricerca di loot con cui riempire il nostro zaino.

Inoltre, i level up sono sbloccabili solo trovando un posto sicuro in cui dormire.

Si tratta di innovazioni in precedenza disponibili solo tramite apposite MOD da scaricare (dunque disattivando achievements/trofei) e che avevo già sperimentato: da provare assolutamente per accrescere l’immersione, per me una scelta obbligata nel ripercorrere per l’ennesima volta le gelide terre del capolavoro Bethesda su Xbox Series X.

Skyrim fight

Il mio giudizio su questo contenuto cardine della nuova versione è più che positivo: una meccanica fresca e impegnativa sebbene non eccessivamente punitiva (a patto di padroneggiare molto bene le meccaniche di base del gioco) che fornisce un’esperienza rinnovata ma nel solco della tradizione Bethesda.

Dunque, un po’ meno di quella sensazione di “artigianalità” che ho avvertito nello sperimentare una moltitudine di MOD ancora oggi disponibili ma escluse dai contenuti di questo The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition.

Performance: miglioramenti su Current Gen

La nuova edizione di Skyrim propone performance generali migliorate, sebbene il miglioramento rispetto alla versione Special Edition – già disponibile per il download senza costi aggiuntivi per gli abbonati a Xbox Game Pass – non sia tale da far urlare al miracolo.

Texture ulteriormente migliorate comunque, specialmente per quanto riguarda i volti dei personaggi principali (incluso ovviamente il protagonista) con ombre visibilmente più marcate e visi in generale più definiti.

I tempi di caricamento, già enormemente ridotti nella versione Xbox Series X della Special Edition, risultano effettivamente ridotti anche se di poco, e l’ulteriore lavoro di rifinitura sulle texture si apprezza comunque anche sulla vegetazione e gli effetti di nebbia e foschia, impreziositi dalla ormai ben nota illuminazione volumetrica aggiunta con Skyrim: Special Edition.

I contenuti esclusivi del Creation Club

Se le innovazioni di pesca e sopravvivenza sono disponibili per tutti, i contenuti di cui parlo qui di seguito sono invece esclusivi della versione aggiornata, il vero DLC aggiuntivo (a pagamento) che porta il gioco alla sua completezza tramite una miriade di DLC dal Creation Club Bethesda.

IL DLC Santi e Seduttori

IL DLC Santi e Seduttori, ulteriore aggiunta contenutistica al pacchetto, è una massiccia espansione che condivide il nome con un libro che era possibile trovare in The Elder Scrolls IV: Oblivion, e include un numero importante di nuove missioni secondarie, comunque collegate alla quest-line principale di Skyrim.

Il nuovo filone di quest si sblocca inizialmente parlando al Khajiiti noto come Ri’saad, un mercante itinerante della tribù nomade Khajiiti che è solita appostarsi fuori da alcune delle principali città del gioco, come Whiterun o Markarth ad esempio.

Creation Club Saints and Seducers

Senza aggiungere spoiler indigesti, posso dire che le quest collegate a questa modalità sono gradevoli da portare a compimento, sufficientemente varie e aggiungono naturalmente ulteriori “cosa da fare” così tanto predominanti in un titolo come Skyrim, e dunque occasioni per utilizzare le nostre abilità guerresche (incluse quelle nuove di zecca, come il Negromante) ed estendere ancora di più una longevità generale che è già mostruosa.

Il Creation Club e il gameplay: come le nuove aggiunte vanno a potenziare un’offerta già imponente

Le numerose aggiunte al Creation Club si sono rivelate estremamente piacevoli e variegate: la fantasia profusa nel realizzare DLC come le spade di luce e ombra, le armature aggiuntive per il nostro personaggio e le cavalcature, e le nuove attività disponibili legate a personaggi noti all’interno del gioco (come i Signori Daedra) si fondono benissimo con il contesto già immersivo delle Terre di Padri.

In particolare l’accorpamento di tecniche di Negromanzia tramite un set di libri appositi e un set di armatura (oltre ai normali perk sbloccabili nei tradizionali alberi delle attività) aggiunge un senso di maggiore ordine fra le discipline magiche presenti nel gioco.

Inoltre, indossare alcune delle armature incluse nel pacchetto (come quelle legate al DLC Civil War Champions) e in particolare – a mio parere – quella legata alla fazione imperiale, danno una sensazione di ancora maggiore immersione, una volta scelta una delle due fazioni come la propria preferita.

Anche vagare per le lande di Skyrim con i nuovi companion è affascinante, anche solo per sfoggiare una cavalcatura diversa dal solito al cospetto di chiunque osi intralciare il cammino del vero Dragonborn.

Un titolo ancora senza eguali, e col Creation Club è ancora più facile perdersi in esso

Il gioco originale, quel TES V uscito nel lontano 2011 e rimodernato molte volte,  è ancora quella meraviglia di avventura dark fantasy RPG che più o meno tutti quanti abbiamo imparato a conoscere e spesso ad amare, e il discreto quantitativo di bug minori ancora presenti di tanto in tanto non bastano a minare un’esperienza complessiva che è – ed è sempre stata – monumentale.

Le aggiunte dal Creation Club sono ben gradite, e aggiungono ulteriore varietà al pacchetto, con la conseguenza che il senso di immersione generale si accresce moltissimo: questo per lo meno, se il giocatore decide di assecondare le molte quest secondarie di grande importanza la lotta fra le due fazioni in lotta per il controllo di Skyrim: Imperiali e Manto della Tempesta.

Le nuove sub-quest infatti riprendono canovacci narrativi già noti (come l’organizzazione che nel gioco prende il nome di Ultima Alba, potenzialmente in grado di condurre Tamriel alla sua vera fine), mentre le nuove abitazioni possono aggiungere una ventata di aria fresca per i fan che avessero già spolpato il gioco, ma volessero stabilirsi con la propria famiglia (armi e bagagli, soprattutto armi), in una delle nuove esclusive dimore incluse nel pacchetto.

skyrim anniversary edition

Di conseguenza il gioco è in grado potenzialmente, di attrarre tanto le nuove leve quanto i veterani del titolo targato Bethesda, sebbene i secondi farebbero meglio a considerare l’acquisto soltanto se realmente intrigati dai singoli contenuti aggiunti, e valutare ovviamente l’acquisto dal punto di vista economico.

In generale tuttavia, i contenuti di base ulteriormente potenziati a livello di lore e di ricchezza nelle ricompense, nelle nuove tecniche e magie da padroneggiare, nella personalizzazione e nell’immersione (ulteriormente potenziata da attività gratuite quali pesca e sopravvivenza all’aperto) confezionano un pacchetto a cui un appassionato di GDR occidentali difficilmente può resistere.

Bethesda ha confermato che il successo di Skyrim ha toccato punte talmente elevate che il suo naturale successore, The Elder Scrolls VI, dovrà essere “il nuovo Skyrim” nel senso della sua capacità di trattenere i giocatori tramite contenuti e immersione, per almeno una decade.

Il Creation Club: la lista completa dei nuovi contenuti

Ecco una lista completa degli altri contenuti esclusivi, ottenibili tramite aggiornamento al gioco completo, oppure acquistando il pack di The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition:

  • Adventurer’s backpack (zaino dell’avventuriero) estende il ventaglio di opzioni di crafting a disposizione del giocatore, con 16 nuove varianti;
  • Alternative ArmorsDaedric Mail è un pack di armature daedriche alternative per i membri del gruppo delle blade; Dallo stesso autore inoltre, sono incluse numerose altre armature aggiuntive e in particolare armature sia pesanti che leggere delle categorie scaglie di drago, piastre, pelle, ferro, acciaio, elfico, nanico, armature orchesco, d’ebano, borchiata, di vetro, Stalhrim e argento;
  • Arcane Accessories (accessori arcani) fornisce numerosi oggetti di gioco aggiuntivi inclusi nuovi libri di incantesimi e nuovi abiti da indossare per potenziare le abilità da mago;
  • Arcane Archer Pack aggiunge nuove frecce da utilizzare per gli arcieri, dotate di proprietà uniche come la telecinesi e la capacità di rubare l’anima di mostri ed esseri umani per trasferirla nelle gemme dell’anima;
  • Arms of Chaos è un pack che include un anello antico e due nuovi e potentissimi bastoni da mago unici;
  • Bittercup (calice amaro) è un oggetto di gioco che introduce alcune quest aggiuntive, nell’intrigante ricerca del modo di appagare i propri desideri;
  • Bloodchill Manor è la nuova abitazione inserita nel gioco, a disposizione del giocatore per essere abitata, eventualmente anche insieme alla famiglia creata sposando un NPC e adottando dei bambini;
  • Bone Wolf ci permetterà di evocare un simpatico buddy da portare in battaglia, ossia un canide spettrale pronto ad assaltare i nostri nemici al comando del Dovahkiin;
  • Bow of Shadows è un nuovo arco unico dell’update anniversary;
  • Camping è la feature utilizzata per accamparsi lungo le Terre dei Padri, per affrontare lunghi viaggi in assenza del Fast Travel;
  • Chrysamere è una nuova ed esclusiva spada dotata di abilità potentissime come resistenza al fuoco, assorbi-magia e un danno devastante;
  • Civil War Champions è un DLC in cui le due fazioni di Imperiali e Manto della Tempesta hanno scelto due campioni per rappresentarli, e decidere l’esito finale del loro scontro: dando anche l’occasione al giocatore di ottenere una delle loro bellissime armature esclusive dell’Anniversary Edition update;
  • Dawnfang & Duskfang sono due spade uniche, dotate rispettivamente di poteri ed estetica legati alla luce e all’oscurità;
  • Dead Man’s Dread è una nuova avventura, tramite una quest legata alla pirateria condotta lungo i mari che circondano Skyrim;
  • Divine Crusader è un set di equipaggiamento in stile guerriero sacro/crociato;
  • Dwarven Armored Mudcrab è un nuovo companion, nella forma di un granchio del fango simile a quelli presenti nel gioco, ma corazzato con un’armatura nanica impenetrabile;
  • Elite Crossbows aggiunge due nuove balestre da tiro uniche, simili nel funzionamento a quelle trovate nel DLC Dawnguard, ma molto più temibili;
  • Expanded Crossbow Pack aggiunge un gran numero di balestre aggiuntive, realizzate in materiali diversi e con punti di forza e debolezza vari (come danno e peso trasportato);
  • Farming è un DLC che ti permetterà di costruire e gestire la tua fattoria nella città di Whiterun, con tutto l’occorrente per diventare uno dei cittadini e proprietari terrieri più famosi di tutta Skyrim;
  • Fearsome Fists sono dei para-braccia unici nello stile delle armature classiche in vetro, elfiche, d’ebano ecc.;
  • Forgotten Seasons è, di base, un nuovo grande dungeon da esplorare, ma permette di trovare nuovi contenuti e loot unici da collezionare;
  • Gallows Hall aggiunge una nuova quest, per recuperare equipaggiamento unico da mago negromante;
  • Ghosts of the Tribunal è una nuova quest che aggiunge armi e armature direttamente da The Elder Scrolls III Morrowind;
  • Goblins aggiunge queste bizzarre e imprevedibili creature al gioco, fra cui un buddy reclutabile!
  • Goldbrand aggiunge nientemeno che una katana dorata unica, sullo stile delle armi tradizionali delle blade;
  • Headman’s cleaver è un’alabarda unica aggiuntiva;
  • Hendhraheim è una nuova quest che da accesso a una nuova dimora allocata nel profondo Nord di Skyrim;
  • Horse Armor (elven) e Horse Armor (steel) sono due armature uniche per la nostra cavalcatura;
  • Lord’s Mail è una leggendaria armatura imperiale;
  • Myrwatch è una nuova location e quest, da svolgersi in un luogo misterioso e inquietante, legato alla magia e i maghi del passato;
  • Nchuanthumz è una nuova dimora nanica da abitare per il giocatore;
  • Necromancer Grimoire aggiunge 13 libri che insegnano l’arte proibita della negromanzia, insieme a un completo unico da negromante nero;
  • Netch Leather Armor aggiunge nuove armature di pelle di Netch;
  • Nix Hound è un nuovo companion-insetto a 4 zampe dall’aspetto buffo;
  • Nordic Jewelry aggiunge nuove collane e altri gioielli dalla fattura unica, degni di uno Jarl;
  • Pets of Skyrim aggiunge un set di nuovi animali da utilizzare come buddy, da normali cani a ragni e skeever;
  • Plague of the Dead aggiunge un po’ di “The Walking Dead” alla formula, con una nuova quest;
  • Rare Curios è un set di ingredienti unici per estendere l’alchimia, e creare così cosa mai viste;
  • Redguard Elite Armaments è un nuovo set di armatura dedicato al popolo Redguard;
  • Ruin’s Edge è un arco unico aggiunto al gioco;
  • Saturalia Holiday Pack è un contenuto natalizio che aggiunge una simpatica renna come companion;
  • Shadowfoot Sancrum è un DLC che introduce una nuova abitazione ricavata nel Ratway di Riften (le fogne oscure sotto la città);
  • Shadowrend è una accoppiata micidiale di Spada lunga e Ascia da guerra nere, dal potere immenso;
  • Spell Night Armor offre un nuovo set di armature uniche ispirate ai guerrieri oscuri;
  • Staff of Hasedoki è una nuova asta da usare in battaglia, con un potere magico formidabile e un aspetto accattivante;
  • Staff of Sheogorath permette di impugnare l’arma magica utilizzata dall’omonimo Dio folle presente nel gioco;
  • Staves inserisce numerose altre armi magiche e bastoni da utilizzare per le discipline della magia;
  • Stendarr’s Hammer è un DLC che permette di ottenere il Martello di Stendarr, il mitico guerriero citato nel gioco e al quale è dedicato un ordine di giustizieri e cacciatori di mostri;
  • Sunder e Wraithguard introduce dei guanti-armatura e un maglio nanico unici;
  • The Cause è una nuova quest-line unica che riprende la storia della Mitica Alba e i suoi oscuri piani, calandoci in una nuova quest;
  • The Contest ci permette di indossare un classico paio di guanti armatura di piastre da cavaliere medievale, e una spada ispirata allo stesso stile;
  • The Grey Cowl Returns! è un DLC che ci addentra un una quest per trovare le tracce di Gray Fox (no, non c’entra nulla Metal Gear!), un leggendario bandito che dovremo superare per assumerne l’identità segreta;
  • Tundra Homestead è una nuova abitazione in quel di Whiterun;
  • Umbra è una spada unica dallo stile classico ma letale;
  • Vigil Enforcer Armor Set include armature uniche ispirate all’ordine dei Vigilanti di Stendarr;
  • Wild Horses include un set di nuove cavalcature di colori diversi, incluso un bianco unicorno!

Scheda confidenziale su The Elder Scrolls V: Skyrim Special Edition

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition è un gioco che non ha bisogno di presentazioni: semplicemente sinonimo di RPG all’occidentale, nel genere dark fantasy secondo Bethesda. Il pacchetto della Anniversary Edition è stato ulteriormente esteso con nuove quest, armi, armature e molti altri contenuti in precedenza acquistabili solo separatamente dal cosiddetto Creation Club: tutti inclusi in questa edizione definitiva

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Gli achievement disponibili in The Elder Scrolls V Skyrim Special Edition su Xbox Series X/S ed Xbox One – così come i trofei nella versione PlayStation 4 e PlayStation 5 – rimangono gli stessi delle passate versioni.

Grafica

90

Impatto

95

Longevità

95

Sonoro

95

The Elder Scrolls V Skyrim Anniversary Edition è l’edizione finale di un titolo che ha fatto storia, il cui enorme valore intrinseco non è in discussione in questa sede. La valutazione complessiva del titolo ha invece tenuto in considerazione tutte le aggiunte contenutistiche ed estetiche di The Elder Scrolls V: Skyrim Anniversary Edition, ed è più che positiva: il gioco è stato rinnovato nella sua versione “liscia” (ossia senza l’intervento di MOD esterne che mi sento di consigliare, a patto di avere la pazienza necessaria a trovare delle guide per scegliere le migliori e il miglior load order per farle funzionare a dovere). Bethesda aggiunge numerosi elementi di gameplay, immersione nel gioco, quest, meccaniche e oggetti aggiuntivi, ma non osa particolarmente oltre delle meccaniche già viste in numerosi altri esponenti del genere e nello stesso gioco base più le espansioni principali. Il gioco è comunque consigliato senza riserve ai neofiti, mentre i veterani che hanno speso molte ore sulla Special Edition potrebbero voler aggiungere un supplemento all’esperienza, a patto che il prezzo di acquisto dell’upgrade sia giudicato congruo

VOTO COMPLESSIVO

9.5

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro