fbpx

Spelunky 2 rimandato, l’annuncio su Twitter

Lo sviluppatore scrive che sta "richiedendo più tempo" su Twitter

3 Articoli più letti

E3 2020, tutto ciò che sappiamo finora… a febbraio
San Valentino: l’amore al tempo dei videogiochi
Wii: la storia di come Nintendo rinacque dalle proprie ceneri
Naviga tra i contenuti

Lo sviluppatore indie Derek Yu, annuncia sul profilo Twitter che il sequel Spelunky 2 subirà un ritardo, scusandosi e  affermando che sta richiedendo più tempo del previsto, vediamone i dettagli.

Sfortunatamente, non penso riusciremo a rilasciare Spelunky 2 entro quest’anno. Lo sviluppo sta andando bene e non siamo lontani dall’obiettivo, ma la densità ed i dettagli del gioco stanno richiedendo più tempo del previsto. Appena avremo una data di rilascio per il gioco, faremo in modo che tutti lo vengano a sapere! Non vediamo l’ora di mostrarvi di più, anche se ovviamente l’esperienza migliore è quella di provarlo in prima persona al lancio”. Queste sono le parole di Yu.

Oltre a questa notizia, il developer ha aggiunto che i due team Mossmouth e Blitworks stanno aggiungendo molte altre caratteristiche, come il contrasto per rendere decisamente più visibili i dettagli,  chiesto più volte dalla community.

Gli sviluppatori di Spelunky 2,  la cui presentazione è avvenuta per la prima volta alla Paris Games Week del 2017,  ne avevano previsto la data d’uscita entro il 2019 sulla loro pagina Steam, anche se il platform rogue-like sarà disponibile anche sulla console PlayStation 4.

Non c’è più una data, anche se ovviamente si spera di riuscire ad avere per le mani il sequel entro il 2020.

L’obiettivo finale del gioco è arrivare al tesoro in fondo al dungeon mentre si controlla uno spelunker, che deve farsi strada tra sotterranei stracolmi di nemici e trappole. Ma non ci si addentrerà a mani vuote, lo speleologo avrà a disposizione una frusta, bombe, corde ed altri oggetti sparsi nel livello. Tutti i livelli sono generati in modo casuale ma raggruppati in quattro macro aree: miniera, giungla, grotta di ghiaccio e tempio, che diventeranno piano piano sempre più difficili. Tutto questo viene bilanciato dando anche oggetti e bonus migliori. Se il giocatore dovesse morire durante l’esplorazione dei livelli, sarà costretto a ricominciare da capo, con un altro livello.

ghost dj
Ghosts’n DJs: la nostra recensione
L’era videoludica degli anni 80 si è distinta non solo per aver portato sulla piazza dei generi completamente nuovi ma soprattutto per l’elevata difficoltà che molti…
Throw Anything: recensione
Oggi parleremo di un ottimo titolo per realtà virtuale uscito proprio in queste ore su PlayStation 4 per PlayStation VR e sul mercato PC tramite…
Not For Broadcast
Not For Broadcast – la recensione
Oggi andremo ad analizzare Not For Broadcast, un gioco che teoricamente è ancora in sviluppo, infatti si tratta di un accesso anticipato su Steam. Questa…
The Blind Prophet la recensione
The Blind Prophet è un gioco punta e clicca alla vecchia maniera, tipo Broken Sword o Monkey Island per capirci, il quale prende grandissimo spunto…

0

Commenti

980

Miei

1
0
1
0

La tua opinione conta!