Secondo Kojima, Death Stranding potrebbe aver bisogno di sequel

Un capitolo potrebbe non essere sufficiente, secondo Kojima, per creare e affermare i giochi "Strand"

Death Stranding
0

Hideo Kojima in questi giorni ha affermato che Death Stranding segnerà la creazione di un nuovo genere, che lui chiama Strand Games.

Ma come lui stesso ha poi aggiunto, Death Stranding potrebbe aver bisogno di più capitoli, in quanto un titolo solo non sarebbe abbastanza per dare agli Strand Games la potenza che Kojima vuole per il nuovo genere.

Questo a causa dei concetti e delle idee che sono nuove sia per lui come game creator, quanto per noi che videogiochiamo. Secondo Kojima, Death Stranding è perfettamente in grado di fondare un genere a se stante ma avere sequel permetterebbe di perfezionarlo, cosa che assicurerebbe al videogioco Strand di rimanere senza essere dimenticato.

Parlando con GameSpot, è stato chiesto al game creator se Death Stranding diventerà mai una serie, la risposta:

“Non ne sono davvero sicuro. La parte più complessa è, quando crei qualcosa di nuovo, che devi creare un sequel e poi una terza versione di questo o non rimarrà mai come un genere.

Quando questo gioco verrà rilasciato ci saranno molti pro e contro, e questi elementi potrebbero diventare il nucleo centrale, ma penso che sia meglio andare avanti producendo un sequel”.

death stranding

Mentre Kojima sembra suggerire che un sequel per Death Stranding possa essere necessario, ha reso noto che ci sono anche altri progetti in cantiere.

“Sì, probabilmente almeno uno e mezzo e forse due, almeno saprò che la gente sarà a conoscenza del genere. Ci sono un sacco di progetti che arrivano come se fossero serie televisive o roba così.

L’unica cosa che mi ferma un po’ è l’avere solo un corpo, e ci sono un sacco di progetti nella quale vorrei essere coinvolto. È molto difficile per me fisicamente fare molte cose insieme”.

Kojima, come abbiamo già parlato in questo articolo, ha confessato come nemmeno lui stesso abbia compreso al cento per cento il suo titolo, dato che sia il gameplay che il mondo di gioco sono qualcosa di nuovo.

A detta dello sviluppatore, molto di Death Stranding è ispirato al concetto giapponese di omoiyari, o meglio compassione per gli altri. Infatti, come puoi leggere in questo articolo, il titolo sarà distopico ma positivo.

Quindi Hideo Kojima ha davvero tanta voglia di creare un nuovo genere, come già fatto con la Metal Gear Solid saga, vedremo se riuscirà dall’8 novembre 2019, data d’uscita di Death Stranding.

Cosa ne pensi? Credi che ci saranno sequel per Death Stranding? Li vorresti?
Facci sapere il tuo pensiero scrivendo un commento qui sotto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
>

Cosa ne pensi? Credi che ci saranno sequel per Death Stranding? Li vorresti?
Facci sapere il tuo pensiero scrivendo un commento qui sotto.

0