Max Payne artwork

Max Payne: un videomessaggio per i vent’anni del gioco

Protagonisti del video sono James McCaffrey e Sam Lake, che hanno prestato al poliziotto newyorchese l'uno la voce, l'altro il volto

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Max Payne, titolo d’esordio di Remedy Entertainment, ha da poche ore spento la bellezza di venti candeline. Il TPS è infatti sui nostri scaffali (o meglio su quelli nordamericani: in Europa e Giappone ha tardato qualche giorno ad arrivare) dal 23 luglio del 2001.

La software house finlandese, che nel corso di questo lungo periodo ha fatto veramente tanta strada, non ha mancato di celebrare l’importante anniversario, omaggiando a dovere sia il protagonista che chi gli ha dato vita.

Max Payne artwork

Max Payne, tre titoli, una sola voce

L’omaggio sopracitato arriva direttamente dal canale YouTube ufficiale di Remedy. Consiste infatti in un breve video i cui protagonisti sono James McCaffrey Sam Lake, che sono stati rispettivamente voce e volto di Max Payne nel primo titolo. Laddove il primo ha offerto al personaggio la sua voce anche nei due successivi capitoli della serie, a fare da modelli per l’aspetto del protagonista si sono avvicendati l’attore statunitense Timothy Gibbs e lo stesso McCaffrey.

Max Payne artwork

Sam Lake, il cui nome anagrafico è Sami Antero Järvi (se ti stai chiedendo perché abbia scelto per il suo pseudonimo un cognome così naturalistico, sappi che ‘järvi’ è la parola finnica per ‘lago’), lavora tutt’ora presso Remedy come creative director e molto probabilmente non ha bisogno di presentazioni, visto che, oltre a Max Payne, c’è praticamente sempre la sua mano dietro l’ormai vasto universo narrativo che collega ogni titolo della software house suomi.

Max Payne artwork

James MacCaffrey, statunitense, ha iniziato la propria carriera di attore e doppiatore nel 1990, lavorando sia sul grande che sul piccolo schermo, ed ha continuato la collaborazione con Remedy anche dopo Max Payne, facendo capolino anche nell’ultimo nato, Control (2019, del quale è stato confermato un futuro spin-off multiplayer), nel quale ha prestato voce e volto al personaggio di Zachariah Trench, direttore del Federal Bureau of Control, organizzazione che ha un ruolo chiave nella trama di questo titolo dal sapore paranormale.

Di seguito puoi vedere il video celebrativo di cui abbiamo appena parlato.

 

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Sei legato anche tu alla saga di Max Payne? Speravi che questo ventesimo anniversario avrebbe portato con sé qualche notizia su un eventuale Max Payne 4? Raccontaci il tuo rapporto con questo TPS nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro