0
0

Konami sta osservando altri titoli occidentali dopo aver pubblicato Skelattack

Dalla pubblicazione di Skelattack, Konami osserva con occhio attento alcuni titoli occidentali. Scopriamo di più in questo nuovo articolo

0
0

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Skelattack, uno dei recenti titoli pubblicati da Konami, ha sorpreso veramente tutti, compreso il noto publisher che adesso si appresta a tenere sottocchio non solo titoli nipponici, ma anche quelli occidentali.

In un’intervista a Games Industry, il responsabile europeo dello sviluppo commerciale di Konami, Richard Jones, ha rivelato che Skelattack ha “aperto gli occhi” sulle possibilità di investimento in progetti occidentali, così come tanti altri giganti dell’industria videoludica del paese del sol levante. A tal proposito, Jones ha affermato:

“La spinta è verso la pubblicazione di più titoli dagli studi occidentali. Quindi la nostra attuale attenzione è indirizzata ai nostri team dislocati in Europa, ma non dimentichiamo sicuramente il pubblico domestico. Ovviamente tutti conoscono Konami; abbiamo studi e team in Giappone, abbiamo molte IP note e amate. Sono tutti gestiti e curati dai nostri studi in Giappone, e quello che stiamo cercando sono titoli complementari, per costruire un portfolio con cose che forse sono nuove per Konami – titoli occidentali per il pubblico occidentale.”

Jones ha aggiunto che sebbene Skelattack sia un’indie, Konami non si limita ai progetti più piccoli, ma tiene sottocchio titoli di ogni calibro:

“Penso che i criteri che stiamo cercando siano davvero simili in tutte le nuove IP, indipendentemente dalle dimensioni. Forse alcuni di questi criteri vengono amplificati con i progetti più piccoli. Sto pensando specificamente alle persone che arrivano con idee nuove e ai team che spingono i generi esistenti in nuovi modi o escogitano qualcosa di veramente unico. C’è così tanto da fare in questa fiorente scena indie al momento che penso sia naturale che stiamo guardando piccole squadre e piccoli titoli, così come altri titoli.”

Che quello di Konami sia un altro passo verso la globalizzazione del mercato videoludico? Difficile dirlo, specialmente per i gusti discordanti tra la clientela americana e quella giapponese, con il pubblico europeo a fungere da spartiacque. Rimani sintonizzato per ulteriori aggiornamenti. Noi, intanto, ci facciamo una partita a Skelattack.

Ti potrebbe interessare...

0

Commenti

1206

Miei

0
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

0