Artwork di Inkslinger

Inkslinger, dove scrivere è un lusso per pochi

Un titolo indie che celebra la scrittura come fonte di vita

Pubblicità

Siege of Avalon: Anthology è la raccolta dei sei capitoli che compongono la campagna principale di Siege of Avalon, il videogioco di ruolo fantasy e di azione uscito il 19 luglio del 2000.

Speciale

Circa due mesi fa abbiamo parlato dettagliatamente, qui su iCrewPlay, di Nanotale – Typing Chronicles, un titolo che, al pari del suo predecessore spirituale Epistory – Typing Chronicles, aveva la particolarità di essere un titolo da giocare esclusivamente digitando parole sulla tastiera, tanto da guadagnarsi l’appellativo di typing game. Ebbene, oggi siamo qui per parlare di un’altra opera indie ove sarà necessario essere ottimi dattilografi onde trionfare. Si tratta di Inkslinger, un titolo che ha fatto capolino poco tempo fa nel panorama videoludico, dotato di un nome tanto originale quanto accattivante. Andiamo ad osservarlo più da vicino!

Inkslinger propone il quesito: “La penna ferisce più della spada?”

In questo titolo, già disponibile su Steam e sul sito ufficiale del developer e publisher Gateway Stories, un team danese composto di soli due membri, impersoniamo, per l’appunto, un inkslinger, ossia un umano nelle cui vene l’inchiostro scorre al posto del sangue (ebbene sì, è una citazione dalla canzone Chinatown di Caparezza). Compito di un inkslinger è quello di fare da scriba alla piccola comunità apparentemente analfabeta di Shammer Isle (nome abbastanza eloquente considerando che si può tradurre con ‘Isola dei commedianti‘).

Dall’efficacia con cui i documenti saranno redatti dipenderà la soddisfazione dei nostri clienti e, conseguentemente, la nostra sopravvivenza, dato che, dovessero i nostri lavori non compiacerli, l’inchiostro, fonte della nostra vita, finirà per seccarsi, condannandoci a morte.

I testi che dovremo redigere saranno di natura estremamente eterogenea: da comune corrispondenza fino ad arrivare a testi poetici, passando per discorsi politici e necrologi. La sfida proposta dal gioco è inscritta nel modo criptico in cui i clienti ci presenteranno le proprie richieste, arrivando a formulare veri e propri enigmi. Al tutto fa da sfondo un’ambientazione decadente definita dagli sviluppatori ‘romancepunk‘, neologismo che invoglia ancor di più ad investigare questo titolo che, a conti fatti, si potrebbe definire ‘sperimentale‘.

Pubblicità
Pubblicità

Ti intriga questo curioso titolo dedicato all'arte scrittoria? Faccelo sapere nei commenti!

0 0 vota
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

LEggi altro