eSports

Il 2022 porta gli Esports a Sunderland

Sunderland è stata scelta come sede per la nascita del nuovo Campus dedicato agli Esport Games, e si prefigge l'obiettivo di supportare e far crescere le nuove generazioni di talenti e diffondere l'idea in tutta la Gran Bretagna.

La BEA (British Esports Association) ha dato vita ad un campus interamente dedicato agli Esports, trasformando un vecchio spazio commerciale dismesso in un avanzato centro di formazione e sviluppo per le nuove generazione di giocatori e allenatori.

Gli Esports sbarcano a Sunderland

Con un impegno multimilionario viene stabilito a Sunderland il centro NEPC (National Esports Performance Campus) dove verranno forniti tutti gli strumenti e attrezzature all’avanguardia per trasformarlo in un HUB riconosciuto a livello mondiale, in grado di attrarre e sviluppare i migliori talenti in circolazione…ma non finisce qui. Vi saranno infatti corsi di formazione e coaching sia per i giocatori e allenatori sia per tutti i ruoli del settore, senza dimenticare aule dedicate, sale arena e cabine di streaming.

esports

Non mancheranno tornei della community, campus estivi e sarà anche la base di allenamento della nazionale inglese di Esports. Il CEO di BEA Chester King ha dichiarato: “Il Regno Unito é il secondo mercato di videogiochi più grande d’Europa ed è riuscito a piazzarsi al sesto posto a livello globale” e aggiunge: “Questo è un mercato che esploderà nel Regno Unito e vogliamo supportarne la crescita“.

Anche la politica si é detta entusiasta con l’amministratore delegato del Sunderland Council, Patrick Melia, che ha dichiarato: “é un successo globale, un mercato in continua crescita con Sunderland al centro di tutto questo e noi non potremmo essere più felici“.

Non ci resta che essere fiduciosi e che possa essere solo l’inizio. Certo è che gli esports ed i videogames in generale dimostrano ancora una volta il loro potenziale e l’interesse sempre maggiore che suscitano tra pubblico e sponsor vari, chissà che anche nel nostro Bel Paese le cose non possano cambiare.

Fonte

Pensi che l'Italia sia pronta per idee come questa? Oppure non sono ancora maturi i tempi nel nostro Paese? Prova a dire la tua con un commento!

Gabriele Chiavaro
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI