1
0

Ghost of Tsushima, ecco come nasce il mondo di gioco

In attesa del suo lancio ufficiale, Ghost of Tsushima continua a far parlare di sé attraverso l'artista che ha curato gli ambienti di gioco, Joanna Wang

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

3 Articoli più letti

Robozarro – La recensione di un modesto passatempo
6
Basta console war!
Xbox Series X, data, prezzo e specifiche
Naviga tra i contenuti

Questa generazione videoludica sta giungendo inesorabilmente verso la sua fine e Sony si sta preparando ad accogliere la nuova PlayStation 5. Nell’attesa, la software house nipponica ha deciso di rendere gli ultimi istanti della sua attuale console di punta indimenticabili, rilasciando titoli del calibro di Ghost of Tsushima e The Last of Us parte 2. Il primo in particolare è quello che arriverà la prossima settimana sul mercato videoludico, tra lo stupore e l’hype di tutti gli utenti affezionati al mondo PlayStation.

L’ultima creazione di Sucker Punch promette di rendere indimenticabili gli ultimi mesi di PlayStation 4 e, per far sentire meno il peso dell’attesa, ha deciso di far parlare Joanna Wang attraverso un post pubblicato sul blog di PlayStation. Stiamo parlando della stessa artista che ha guidato l’intero team di sviluppo alla realizzazione del mondo di gioco, il quale dal prossimo 17 luglio 2020 accoglierà milioni di utenti.

Ghost of Tsushima come una bellissima cartolina del Giappone medievale!

L'isola di Tsushima nella realtà

La nota artista giapponese ha voluto chiarire fin da subito che l’isola di Tsushima, ambientazione principale dell’omonimo gioco, non è stata realizzata di pura fantasia, ma essa riprenderà alcune importanti caratteristiche appartenenti a una ben specifica isola nipponica come per esempio i suoni della vegetazione o degli animali. Ovviamente, secondo quanto dichiarato dalla stessa Wang, l’isola di Tsushima non sarà una mera riproposizione di quanto visto nella realtà ma una vera e propria rivisitazione che accoglierà degnamente il giocatore al suo interno.

In attesa di poter mettere sul tanto agognato Ghost of Tsushima è possibile apprezzare quanto di buono fatto dagli sviluppatori già attraverso i vari trailer e video distribuiti qua e là su internet. In ogni caso è opportuno che ogni persona intenzionata ad acquistare il prossimo capolavoro esclusiva PlayStation abbia almeno 50 GB di spazio disponibile sulla propria console Sony.

Oltre Joanna Wang, la stessa direttrice che si è occupata di Ghost of Tsushima, Nate Fox ha rilasciato importanti dichiarazioni alla nota società IGN riguardanti la difficoltà con la quale dovranno confrontarsi i giocatori a metà della settimana entrante.

 

“Stiamo cercando di creare un gioco fondato in quel senso, quindi un paio di colpi del nemico ti uccideranno”[…] Abbiamo visto i film sui samurai e le persone andare giù con uno o due colpi, e questo è incorporato nel combattimento. Battere i mongoli in battaglia sarà difficile, ma è quella sfida che lo fa sentire vivo e la vittoria gratificante. Non puoi semplicemente imbatterti in un campo e combattere 5 persone contemporaneamente, verrai sopraffatto e morirai ”

Ti ricordo che il nuovo Ghost of Tsushima sarà disponibile dal prossimo 17 luglio 2020 e che attualmente lo potrai acquistare in pre-order sulle principali piattaforme di e-commerce come Amazon.

Ti potrebbe interessare....

0

Commenti

1233

Miei

1
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!