Dreams

Dreams: gli utenti attivi sono troppo pochi, si valuta l’opzione del PlayStation Plus

Per l'esclusiva Sony NON si punterà (per il momento) sul Free-to-Play

Pubblicità

Entrate nel fantastico mondo onirico di Dreams, alla scoperta della propria creatività con un titolo che mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per realizzare potenzialmente ogni idea, scintilla della mente, sogno.

Dreams

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

E’ indubbio che, nei primi mesi dalla sua uscita, l’esclusiva PlayStation 4 (giocabile su PlayStation 5 in retrocompatibilità) Dreams abbia riscosso un grande successo, più che meritato (QUI il nostro articolo dedicato).

Tuttavia, un titolo la cui linfa vitale risiede quasi totalmente nella partecipazione della community, può entrare tranquillamente in crisi se quest’ultima viene a mancare.

Ed è esattamente questa la situazione difficile in cui versa il titolo sviluppato da Media Molecule; il portate Kotaku ha infatti dato voce a molte lamentele proveniente dal sub-reddit dedicato ai creatori di contenuti, i quali denunciano uno scarso supporto al progetto da parte degli sviluppatori.

La principale critica mossa nei confronti di Dreams, riguarda la visibilità delle produzioni originali, troppo spesso messe in ombra dai rip-off, cioè i titoli che ricalcano in tutto e per tutto altri prodotti videoludici più o meno famosi (un esempio su tutti, i rip-off di Crash Bandicoot e Spyro).

Secondo la community dunque, Dreams sembra ormai attrarre solo utenti curiosi di provare i Tripla A a basso costo, senza fungere, invece, da strumento di creazione per chiunque abbia idee valide da mettere sul piatto.

E’ stato richiesto un porting per PC, ma l’opzione non è stata presa in considerazione (non si sa se per scelta di Sony o dello studio di sviluppo), così come non è stata scelta la strada del Free-to-Play.

Sembra invece che, per risollevare le sorti di Dreams, l’idea più accreditata sia quella di inserire il titolo nel catalogo del PlayStation Plus e/o del PlayStation Now.

Difficilmente, quindi, riusciremo a vedere il sandbox di Media Molecula su console che non siano PlayStation 4 e 5, salvo forse poterne usufruire su PC tramite il succitato PlayStation Now.

Il Futuro di Dreams è quanto mai incerto, resterà da vedere se sviluppatori e community riusciranno a collaborare al meglio per non lasciare morire uno dei migliori progetti di questo 2020.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Sei già un utente di Dreams? Riscontri gli stessi problemi evidenziati da Kotaku oppure pensi ce ne siano altri più impellenti? Faccelo sapere nei commenti.

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro