Zenith: The Last City

Zenith: The Last City, esce oggi il primo MMO in VR

Scopriamo il dietro le quinte e le sfide che hanno portato alla creazione del primo MMO VR multipiattaforma

Negli ultimi anni la realtà virtuale si sta ritagliando uno spazio sempre più grande all’interno della community videoludica e Zenith: The Last City si pone la sfida di presentarsi come il primo MMO realizzato appositamente per la realtà virtuale, in uscita oggi 27 gennaio 2022 per PlayStation VR, SteamVR e Oculus Quest.

Se non avessi mai sentito parlare del gioco o semplicemente sei curioso di conoscere le caratteristiche del titolo sviluppato dal team di Ramen VR, qui di seguito ne proporremo una panoramica generale.

Zenith: The Last City

Zenith: The Last City, tutto quello che devi sapere sul gioco

Il team di sviluppo ci ha tenuto a voler ben delineare le caratteristiche del proprio prodotto, sottolineando anche le sfide che hanno dovuto affrontare durante le fasi di sviluppo, legate alla natura VR di Zenith: The Last City la quale consente sicuramente un’immersione diversa rispetto a un gioco tradizionale.

Il combattimento

Le classi previste per il lancio sono due: il Blade Master, un guerriero che impugna due spade ed è abile in brutali scontri ravvicinati, e l’incantatore Essence Mage, in grado di lanciare magie e scagliare fulmini a media distanza grazie ai propri strumenti.

Tutte le classi di Zenith: The Last City sono comunque giocabili in base ai classici ruoli di DPS, tank e support. Tuttavia, ognuna di esse sarà caratterizzata da stili di gioco unici, basati sul massimo livello di fisicità ottenibile con un visore VR. Si tratta di un aspetto molto importante poiché, a differenza dei classici MMO, in Zenith: The Last City l’IA dei nemici sarà molto più complessa, in grado di schivare e bloccare attivamente gli attacchi.

Ma vediamo gli stili peculiari delle due classi di lancio:

  • Blade Master:  si basa principalmente su attacchi con colpi potenti e su una combinazione di fendenti per attivare le abilità. Entrare nel ritmo giusto, calibrare attentamente gli attacchi, le parate e gli scatti per schivare sarà fondamentale per padroneggiare questa classe.
  • Essence Mage: si fonda invece sulla distanza, e avremo a nostra disposizione una vasta serie di incantesimi, che vanno dalle palle di fuoco scagliabili manualmente a degli incantesimi ad area che si eseguono tramite gesti manuali. A complemento delle magie, gli Essence Mage dispongono anche di due armi a distanza in grado di scagliare dardi d’essenza e possiedono l’abilità di teletrasportarsi, per posizionarsi alla giusta distanza di sicurezza dal nemico.

Zenith: The Last City

Esplorazione

Come ogni MMO che si rispetti, la mappa e la relativa esplorazione sono aspetti da non poter assolutamente trascurare ed è proprio l’obiettivo che si sono dati i ragazzi di Ramen VR; creare un mondo che fosse superiore a qualsiasi altro titolo disponibile per VR. E così hanno realizzato una serie di meccaniche di esplorazione che permettessero di dare vita a questo ambizioso progetto.

In Zenith: The Last City potremo scalare qualsiasi superficie, con un livello di libertà difficilmente riscontrabile in altri MMO. Potremo arrampicarci su un alberello per raccogliere della frutta o scalare una montagna per goderci il panorama.

Una meccanica estremamente immersiva sarà la capacità di librarsi in aria semplicemente allargando le braccia, camminando o saltando da una posizione elevata, e poi sarete voi a controllare la planata muovendo i polsi. Anche il nuoto sarà collegato al nostro movimento delle braccia, rendendo l’immersione ancora maggiore.

Creazione

Oltre al combattimento e all’esplorazione, un titolo VR necessita anche di un’esperienza tattile per garantire il maggior realismo possibile e a questo scopo la possibilità di cucinare si è rivelata l’opzione perfetta, grazie alle molteplici interazioni fisiche ispirate ai minigiochi, a un nuovo albero delle abilità e alle ricette che potremo sbloccare.

Ogni ricetta richiede una propria procedura e preparazione basata sui movimenti: dovrete infatti cuocere gli ingredienti mantenendo la giusta temperatura, tagliare le verdure o girare le polpette per non farle bruciare. Naturalmente i piatti che creeremo ci garantiranno una serie di bonus temporanei, come una guarigione più rapida e una maggiore resistenza.

Zenith: The Last City

Il processo di creazione dei contenuti di Zenith: The Last City

Come è riuscito un team così piccolo, come Ramen VR, a riempire un mondo così vasto? I due progettisti incaricati hanno sfruttato un approccio multilivello. Si è partiti dagli elementi base come mostri, missioni, eventi pubblici e collezionabili per poi determinare quali caratteristiche fossero utilizzabili come contenuti ripetibili. Fatto ciò hanno creato una scala di priorità basata sull’importanza per l’esperienza di gioco.

Definito il tutto, i ragazzi di Ramen VR hanno implementato queste caratteristiche a una a una all’interno di tutte le aree di gioco, partendo dai confini esterni del mondo per poi incontrarci nella zona centrale.

Contenuti post-lancio

Sappiamo bene come il vero cuore di questo genere di titoli risieda nel supporto costante da parte dello studio di sviluppo e il team di Ramen VR ha promesso di aver pianificato una serie di fantastici contenuti aggiuntivi e aggiornamenti che renderanno disponibili nel corso delle prossime settimane, mesi e anni. Inoltre, saranno fondamentali i feedback da parte della community di giocatori che si approcceranno a Zenith: The Last City.

Concludo ricordandoti che Zenith: The Last City è disponibile da oggi 27 gennaio 2022 su PlayStation VR, SteamVR e Oculus Quest.

Fonte

Sei incuriosito dalla possibilità di giocare un MMO in VR? Gli darai una possibilità? Dicci che ne pensi nei commenti!

Simone Strinati
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI