The Case of the Golden Idol

The Case of the Golden Idol: la nostra anteprima

Omicidi, misteri e tutto il tuo ingegno: la ricetta perfetta per un gioco investigativo che promette molto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Chi, come noi, ama i titoli investigativi, sa bene che non ne escono mai abbastanza per soddisfare il piacere di utilizzare il proprio ingegno e risolvere gli audaci crimini e puzzle proposti dagli sviluppatori. The Case of the Golden Idol arriva dunque in nostro soccorso, a poco più di un mese dall’uscita di Phoenix Wright: The Great Ace Attorney per tenere a bada la nostra dipendenza.

Abbiamo avuto il piacere di provare la demo che puoi trovare anche tu su Steam, ma se hai bisogno di essere convinto prima di scaricarla, nessun problema: ecco cosa abbiamo pensato noi dell’opera di Color Gray Games, sviluppatori indie che stanno già riscuotendo non poco successo. Attenzione però, il gioco è disponibile esclusivamente in inglese, e potrebbe essere difficile risolverlo se non hai padronanza della lingua.

The Case of the Golden Idol

The Case of the Golden Idol: il filo rosso della morte

In questa demo del gioco ci verranno proposti 4 casi di difficoltà crescente da risolvere, tutti uniti da due fattori in comune: il primo, è che sono tutti casi di efferato omicidio. Il secondo, è che hanno tutti a che fare con la presenza di un idolo dorato, che dà nome al titolo. Sebbene i dettagli di ciò verranno sicuramente svelati solo nella versione completa, è chiaro che qualcosa di più oscuro della semplice avarizia striscia nelle tenebre.

Quando decideremo di iniziare un caso, avremo di fronte a noi la scena del crimine. Da questa dovremo trarre informazioni come in un qualsiasi punta e clicca, premendo col mouse sui punti di interesse illuminati da un icona. (Possono essere rimossi, se preferisci non avere indizi!) Quando troveremo elementi importanti, verrà aggiunta una parola al nostro “vocabolario” di indizi, ad esempio il nome di una persona o un oggetto.

The Case of The Golden Idol

Una volta che avremo trovate tutte queste parole (Il numero in basso a destra) dovremo inserirle nel nostro taccuino, in maniera simile a “Return of the Obra Dinn”, scegliendo la parola giusta per il campo giusto. Un consiglio per iniziare è completare il campo dell’identikit, ovvero associare i nomi trovati ai volti dei personaggi. Prestare attenzione ai vari dettagli è importante, perché anche le iniziali su un fazzoletto possono dare un forte indizio sull’identità di una persona.

A questo punto, potremo ricostruire cosa è successo; solitamente sarà abbastanza chiaro, e se avremo svolto il nostro lavoro correttamente ogni pezzo del puzzle dovrebbe cadere al posto giusto e rilevare la verità sull’omicidio. I primi due dei quattro casi saranno abbastanza semplici e richiederanno solo 11 parole o poco più, ma gli ultimi due ti faranno sicuramente arrovellare un pochino in base alla tua esperienza col genere!

The Case of The Golden Idol

Cosa possiamo aspettarci allora?

L’unico vero difetto che abbiamo trovato di questa demo è sicuramente la brevità. La meccanica di inserire parole è molto divertente e lascia poco spazio allo “sparare a caso”, il più grande difetto possibile per un titolo investigativo, e quando abbiamo finito anche il quarto caso semplicemente volevamo di più! Non si sa ancora quando avverrà la release completa del gioco, ma speriamo caldamente sia il più presto possibile.

Graficamente il titolo è eccellente; i disegni in pixel art sono molto curati e piacevoli da ammirare, e ogni elemento è chiaro e definito abbastanza da saltare all’occhio mentre dovremo scovare indizi. Il sonoro invece non è nulla di particolare; non ci sono effetti particolari e la musica presente è esclusivamente di sottofondo, funzionale per concentrarti sul pensare ma non molto emozionante.

The Case of The Golden Idol

In conclusione

Non siamo gli unici che si aspettano molto da questo gioco. Anche Lucas Pope, autore di Papers Please e Return of the Obra Dinn ha commentato il titolo descrivendolo come appagante, divertente e metodico. Se gli sviluppatori creeranno nuovi casi, ancora più complessi e intricati,  The Case of the Golden Idol promette di essere davvero un gran bel gioco, uno che i fan del genere vorranno senza dubbio avere nella propria libreria.

Ti invitiamo allora a rimanere aggiornato sugli sviluppi seguendo e mettendo tra i preferiti il nostro sito e a leggere le nostre prossime anteprime e recensioni, oltre che ogni novità nel campo videoludico!

Fonte

Hai già provato la demo gratuita di The Case of the Golden Idol? Ti è piaciuto? Ti interessa? Faccelo sapere nei commenti!

90

Potrebbe interessarti...

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro