Tech Support: Error Unknown

Tech Support: Error Unknown, il nostro provato

Tech Support: Error Unknown si presenta come un titolo semplice e non troppo impegnativo, ma vedremo come un messaggio improvviso possa cambiare tutto

Tech Support: Error Unknown

Sviluppatori

Dragon Slumber, questo è il nome della società che ha creato Tech Support: Error Unknown, è uno studio indipendente canadese fondato nel 2013 e composto da un singolo membro, Kevin Giguère, che ricopre la maggior parte dei ruoli necessari per una corretta creazione del gioco, dalla scrittura e design, alla programmazione, alla produzione e al marketing. Eccetto per le musiche e i suoni a cui si è affidato esternamente.

Localizzazione

Il gioco attualmente è localizzato completamente in inglese, consigliato vivamente a chi ha un buon livello della lingua, per poter seguire il filo del racconto e non perdersi nulla della trama.

Trama

In Tech Support: Error Unknown intraprenderemo la carriera di un tecnico di supporto in una azienda chiamata Quasar e verremo contattati dalla direttrice della sezione Supporto Tecnico, che ci seguirà nei nostri primi passi. Inizieremo la nostra carriera dalla posizione più bassa fino ad arrivare a cariche più importanti, la classica gavetta in pratica, ci basterà adempiere ai nostri compiti di assistenza per i clienti che ci contatteranno e verremo ricompensati.

Il nostro lavoro è relativamente semplice perché grazie ad un menù a tendina potremo interagire con i clienti che ci contatteranno tramite il programma fornitoci dall’azienda. I primi giorni risulteranno ripetitivi, ma ad un certo punto durante una delle giornate lavorative verremo contattati da uno strano individuo che si farà chiamare Indigo Fox, il quale ci chiederà aiuto per smascherare l’azienda presso cui lavoriamo, affermando che la facciata con cui si presenta e tutta una menzogna.

Potremo decidere se aiutarlo o meno, ma dovremo stare attenti perché l’azienda ci controlla durante tutte le nostre ore lavorative e scoprirebbe subito il doppio gioco che abbiamo intenzione di fare. Io inizialmente ho rifiutato di aiutarlo e ho proseguito nel mio lavoro all’interno dell’azienda per guadagnarmi il mio sudato stipendio giornaliero ma, durante i giorni successivi, Indigo Fox tornerà a chiedere il nostro aiuto per portare avanti la sua impresa. Ovviamente per non spoilerare  la storia non continuo oltre, altrimenti vi toglierei il gusto di scoprire da soli cosa si nasconde dietro questo “semplice” gioco.

Gameplay

La prima cosa che Tech Support: Error Unknown ci chiede è di creare un profilo con il nostro nome e cognome reale o di fantasia, sesso, data di nascita, una immagine profilo e la difficoltà con la quale vogliamo approcciarci al gioco. Scelto ciò si aprirà una finestra in cui automaticamente si compileranno i dati di accesso e noi dovremo semplicemente premere invio per accedere.

Ci comparirà davanti una semplice schermata che riporta in tutto e per tutto un sistema operativo di fantasia, ma che è di facile utilizzo visto che le opzioni su cui potremo interagire saranno veramente poche e relative ai programmi che useremo per il nostro lavoro. Al primo accesso, la prima cosa da fare sarà aprire la casella di posta e leggere l’email di benvenuto della direttrice che ci spiegherà le basi e ci metterà alla prova con un bot per vedere le nostre capacità. I compiti iniziali a cui avremo accesso saranno ristretti e abbastanza semplici.

La nostra giornata lavorativa su Tech Support: Error Unknown inizia alle 08:00, una volta fatto l’accesso dovremo aprire la nostra casella di posta per controllare le eventuali email dell’azienda, perché verremo avvisati tramite quest’ultime per aggiornamenti, promozioni o note di disappunto se chiuderemo l’assistenza con un cliente in modo errato.

L’altro programma che dovremo aprire si chiama Buizbook Pro, che ci permetterà, tramite codice identificativo dato dal cliente stesso, di aprire il fascicolo con le informazioni di base a cui potremo fare affidamento per intavolare una semplice chiacchierata o scoprire se l’assicurazione di cui dispone copre i danni subiti dal dispositivo o i problemi tecnici vari.

Salendo di livello acquisiremo la possibilità di sbloccare da distanza il telefono del cliente o di attivare la ricerca tramite GPS qualora lo avesse perso. Ultimo, ma non per importanza, è ovviamente il programma Support Desk che ci mette in contatto diretto, tramite una chat, con il cliente e potremo scoprire, tramite domande apposite, quale sia il suo problema, le possibili soluzioni e l’eventuale assistenza per sistemare il problema.

I clienti e le loro problematiche varieranno, alcuni necessiteranno della semplice assistenza perché non riescono ad alzare il volume delle chiamate, ci sarà chi ha rotto il telefono in una caduta e chiede come deve fare per poterlo riparare e potremo spiegargli come sostituire lo schermo, c’è chi invece chiederà la sostituzione e qui dovremo controllare con accuratezza se il cliente possiede o meno l’assicurazione che copre il danno. Qualora lo copra potrà mandarlo da noi per ripararlo o riceverlo completamente nuovo, altrimenti dovremo dirgli che non possiamo aiutarlo nella sua problematica se l’assicurazione non copre il danno o è scaduta. Tra le centinaia di clienti ci sarà chi proverà ad imbrogliare e quando gli diremo che non è possibile dargli un telefono nuovo si arrabbieranno mandandoci al quel paese o criticandoci pesantemente.

A fine giornata avremo il nostro resoconto con la valutazione fatta dai clienti e i soldi guadagnati, il numero di risposte date ai clienti, email mandate, click del mouse, finestre aperte e una media del tempo impiegato ad aiutare i clienti. Insomma la vita del supporto tecnico non è tutta rose e fiori.

Grafica

La grafica di Tech Support: Error Unknown si presenta ben curata e semplice, sembra quasi di avere a che fare con un vero computer a tutti gli effetti, fin dal primo lancio del gioco e, dalla schermata del computer che si presenta davanti una volta fatto il login. Ogni cliente o membro del team avrà la sua immagine di riferimento, nome e cognome e un numero identificativo. Le finestre si apriranno come quelle di un reale sistema operativo, potremmo ingrandirle, metterle a finestra, socchiuderle o chiuderle.

Musiche e suoni

Le musiche che ci terranno compagnia sono molto semplici e rilassanti mentre i suoni del sistema operativo rispecchiano quelli reali e ci fanno pensare di avere sotto mano un sistema operativo reale.

Fonte

Luca Scordo
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x