Google Stadia

Stadia: altri sei dipendenti lasciano il progetto

Grazie a un post su ResetEra, scopriamo che alcuni dipendenti hanno abbandonato il servizio di Google per entrare nella neonata Haven Studios

Dopo l’addio del vicepresidente John Justice, altri sei dipendenti lasciano gli uffici del progetto Stadia per entrare nella canadese Haven Studios. La software house è stata fondata da Jade Raymond, anch’essa ex vicepresidente di Stadia che ha deciso di accogliere sotto la propria ala i suoi vecchi compagni di lavoro.

Veniamo a conoscenza della notizia grazie ad un post su ResetEra, in cui vengono elencati i nuovi acquisti della software house di Raymond. Tra i nomi spuntano Corey May, il vecchio responsabile dei servizi creativi, e Sebastien Puel, già direttore generale del settore Stadia Games and Entertainment e attuale cofondatore di Haven Studios.

Mentre Stadia si ridimensiona, Haven Studios riceve finanziamenti da Sony in persona

Jade Raymond ha abbandonato Stadia lo scorso febbraio, subito dopo la chiusura da parte di Google degli studi di sviluppo interni, adibiti alla creazione di esclusive per la piattaforma. La piattaforma di cloud gaming rimane quindi in servizio, ma sarà solamente in grado di ospitare titoli di terze parti.

Haven Studios ha ricevuto dei finanziamenti importanti da parte di Sony e pare stia sviluppando il proprio titolo di debutto in esclusiva per PlayStation 5. Trattandosi di un progetto nato da poco tempo, non siamo ancora a conoscenza del nome del gioco né di una possibile finestra di lancio. Il nome del team di sviluppo fa riferimento a un fantomatico paradiso per videogiocatori e sviluppatori, le intenzioni sembrano quindi essere le migliori.

Stadia: altri sei dipendenti lasciano il progetto 1

La piattaforma di cloud gaming di Google, sembra perdere quota ogni giorno che passa e questo spinge gli impiegati a lanciarsi con il paracadute prima che avvenga il disastro. Recentemente, anche i produttori di esecutivi di Cyberpunk 2077 hanno sviato una domanda riguardo le vendite del proprio titolo sulla piattaforma, limitandosi a emettere una fragorosa risata.

E tu cosa ne pensi delle mosse di Google riguardo Stadia? Riusciranno a risollevarsi col tempo, oppure sarà l'ennesimo servizio di Google a ricevere una morte prematura? Faccelo sapere con un commento!

Flavio Tomei
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI