Sigil 2

Sigil: John Romero è al lavoro sul seguito della mod di DOOM

John Romero ha rivelato di essere al lavoro su Sigil 2, seguito della mod rilasciata nel 2019 e stavolta sviluppata con in mente DOOM II

Pubblicità

Il creatore di DOOM, John Romero, ha rivelato di essere tornato a lavorare alla sua opera più famosa.

Se nel 2019 il leggendario sviluppatore aveva rilasciato la mod Sigil per il primissimo DOOM, ecco che ora ha dichiarato di star lavorando ad un suo seguito diretto, stavolta basato su DOOM II.

Sigil 2

Tutti i dettagli emersi su Sigil 2

La prima mod rappresenta una sorta di unicum nel panorama videoludico, dato che vede il creatore di un gioco lavorare in maniera non ufficiale… al suo stesso gioco.

Sigil 2

Considerato questo aspetto, il termine “mod” risulta non essere completamente adatto a definire l’operato di Romero, che è più facilmente riconducibile ad un ipotetico seguito mai realizzato.

Sigil 2

L’annuncio di Sigil 2 è arrivato in sordina, tramite una dichiarazione di Romero stesso durante l’evento Realms Deep organizzato da 3D Realms. Lo sviluppatore, a cui era stato chiesto di cosa si stesse occupando recentemente, ha così risposto:

“Sigil 2. Abbiamo creato una mappa davvero forte, è davvero divertente. […] Non posso ancora dare una data. Credo varrà la pena aspettare, dato che si tratta di molti livelli e voglio essere certo che siano consistenti e adeguatamente graduali nella difficoltà. Saranno divertenti da giocare, e costituiranno una sorta di versione ‘DOOM II’ dei livelli della prima mod.

Nonostante non sia stata fornita un’ipotetica data di rilascio, con molta probabilità arriveranno ulteriori aggiornamenti nei prossimi mesi.

Pubblicità
Pubblicità

Hai giocato la prima mod? Che aspettative hai per il suo seguito? Scrivimelo nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Commento
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
1
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro