0
0

Sfida internazionale Pokémon Spada e Scudo, la conclusione

La sfida internazionale di maggio su Pokémon Spada e Scudo si trova attualmente a poche ore dalla sua conclusione, vediamo assieme com'è andata

iCrewPlay Consiglia

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

La sfida internazionale di maggio su Pokémon Spada e Scudo si appresta a volgere al termine, per molti è stata un’occasione per mettersi alla prova e tentare di strappare un posto alle fasi preliminari della Pokémon Players Cup, che ti ricordiamo essere l’evento online che va a sostituire i campionati mondiali VGC 2020 cancellati a causa dell’emergenza Covid-19.

Sfida Internazionale Pokémon Spada e Scudo, la scalata

Il mio primo giorno alle prese con la sfida internazionale è stato decisamente soddisfacente, sono andato a dormire in posizione 190 con un punteggio superiore ai 1600. Questo ha ovviamente reso molto più arduo il secondo giorno in cui comunque sono riuscito a mantenere un numero di vittorie più alto delle sconfitte. Il terzo e ultimo giorno, oggi, ho deciso di completare tutte le battaglie che mi erano rimaste per tentare di salire ancora un po’. Complice, se vuoi, la leggera discesa subita durante il giorno due, la giornata di oggi si è rivelata molto positiva e concludo con un punteggio sicuramente non sufficiente per passare alla Pokémon Players Cup, ma senza dubbio incoraggiante per un novizio del gioco competitivo.

I team e i Pokémon più giocati

dusclops

La seconda giornata di torneo è stata la più ripetitiva a livello di team incontrati. Nelle mie battaglie nella posizione più alta della classifica ho trovato infatti un grandissimo uso di Primarina, sovente come pokémon dynamax. Inoltre, in più di 10 match ho incontrato avversari che giocavano team basati sulla trick room, dettata quasi sempre dal buon vecchio Dusclops. Non sono mancati gli Incineroar, abbinati a volte alla trick room, altre a Lapras Gigamax.

Sebbene la modalità a partita singola abbia sicuramente invogliato i giocatori a inserire qualcosa di insolito nella propria squadra nella speranza di spiazzare l’avversario, i team utilizzati hanno iniziato ad essere ridondanti, specialmente nella parte alta della classifica.

VGC 2020, il metagame più vario della serie

Nonostante qualche ovvia predilezione per Pokémon particolari, il formato VGC 2020 si riconferma essere uno dei più vari che la serie abbia mai visto, complice sicuramente l’ottimo lavoro di bilanciamento fatto da Game Freak e il tanto odiato taglio del Pokèdex.

Ti potrebbe interessare...

0

Commenti

1271

Miei

0
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

0