Renzo Racer Copertina

Renzo Racer, la recensione per PC

Ecco per voi la recensione di un frenetico race game simpatico ma immaturo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Un classico racing game

Renzo Racer è un racing game simpatico che pesca a piene mani da alcuni mostri sacri del genere come Mario Kart e Crash Nitro Kart, non proponendo nulla di nuovo ma non riuscendo nemmeno ad approfittare dei molti buoni e apprezzati elementi proposti dai titoli citati sopra. Perché? scoprilo proseguendo nella lettura!

Renzo Racer non ha nessun tipo di trama o pretesto che possa giustificare le gare e non si respira per nulla quell’atmosfera di competizione tra piloti che ci si aspetta da un racing game. Semplicemente, al primo avvio, il titolo catapulta il giocatore all’interno del menu principale, nel quale occorre decidere se affrontare una gara singola oppure una coppa, competizione composta da più tracciati, al completamento dei quali viene aggiornata la classifica parziale in base ai punti ottenuti dai vari piloti in base al loro piazzamento.

Una volta portata a termine la competizione, in base ai risultati ottenuti, si sblocca un nuovo personaggio tra i sedici disponibili, ognuno dei quali ha caratteristiche diverse, che sono accelerazione, stabilità, velocità massima e agilità. Ogni pilota è pensato in maniera assolutamente scherzosa e simpatica, e guida un mezzo che sembra essere cucito su misura per lui.

Renzo Racer 1

Il Gameplay

I tracciati sono in totale 20, ognuno con la propria ambientazione. Tutti quanti sono pieni di ostacoli, curve, oggetti raccoglibili e utilizzabili per intralciare il cammino dei propri avversari. Ogni tracciato, poi, offre almeno una scorciatoia, che però risulta spesso difficilmente visibile e difficile da imboccare, finendo cosi per diventare, nella maggior parte dei casi, completamente inutile. Questo può essere facilmente notato anche per il fatto che gli avversari le ignorano dall’inizio alla fine, in ogni tracciato.

Il Gameplay è un elemento fondamentale in un buon racing game. Renzo Racer non offre nulla di nuovo rispetto a un Mario Kart o a un Crash Nitro Kart, ma non riesce minimamente a sfruttare il sistema di gioco rodato e molto apprezzato dagli utenti proposto dai due mostri sacri del genere citati sopra. Ogni gara vede il giocatore limitarsi ad affrontare le molte curve che caratterizzano i circuiti, schivando i pochi e prevedibili ostacoli che gli si parano davanti e raccogliendo gli oggetti utili a disturbare gli avversari. Essi sono solamente due: un missile che viene utilizzato per colpire colui che precede il pilota e delle bombe che possono essere rilasciate per frenare gli inseguitori.

Renzo Racer 2

Il sistema di guida è al limite dell’imbarazzante, ed è difficile da padroneggiare. Non per la sua complessità o per le caratteristiche dei vari mezzi utilizzabili, ma perché, essendo mal realizzato, porta il giocatore ad adattarsi al fatto che i kart rispondano in ritardo ai comandi, si ribaltano casualmente senza che ci sia il contatto con un qualsiasi ostacolo presente sul tracciato oppure che entrano in testacoda a loro piacimento, senza errori da parte del pilota.

La realizzazione tecnica

Anche l’intelligenza artificiale fa storcere il naso agli amanti del genere. Gli avversari non sono mai mossi da una qualsiasi sorta di strategia, si limitano a percorrere il tracciato senza mai nemmeno provare a schivare gli ostacoli e utilizzando gli oggetti come se ci fosse qualcosa ad obbligarli. Questo uccide del tutto l’adrenalina data dalla sfida e conferma la sensazione che si prova dopo le prime due o tre gare: il gioco è veramente monotono e smette di divertire già dalle prime battute.

Renzo Racer 3

Renzo Racer non riesce a stupire nemmeno dal punto di vista del comparto tecnico. La grafica non è la peggiore mai vista in un videogioco, assolutamente, ma le texture hanno una qualità davvero troppo bassa per poter dire che gli sviluppatori abbiano svolto un buon lavoro. Il sonoro accompagna degnamente le varie gare, ma la scelta di far si che le canzoni continuino anche durante l’azione vera e propria è, a parer mio, un errore che incide sul gioco in generale, in quanto fin troppo spesso si perde la sensazione di essere alla guida di un Go-Kart in un adrenalinica e folle corsa su piste stravaganti. Una migliore cura al comparto tecnico avrebbe potuto risollevare un minimo la valutazione del titolo, che al momento (ricordo ai lettori che Renzo Racer è ancora in Early Access) non riesce a raggiungere la sufficienza.

Scheda confidenziale su Renzo Racer

Renzo Racer è un gioco di Go-Kart nel quale il giocatore utilizza uno tra i sedici simpatici personaggi e sfreccia su 20 differenti tracciati pieni di curve, ostacoli e oggetti

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Al momento, Renzo Racer non dispone di trofei, che supponiamo possano essere aggiunti più avanti nel corso dello sviluppo del titolo.

Grafica

6

Impatto

5

Longevità

5

Sonoro

5.5

Renzo Racer è un racing game incentrato su dei simpatici personaggi che non offre nulla di nuovo rispetto alle meccaniche viste nei più blasonati Mario Kart o Crash Nitro Kart, e che allo stesso tempo non riesce a sfruttare al meglio i buoni elementi implementati nei titoli sopracitati. Ne esce un prodotto che diverte solamente nei primi minuti di gioco e che, anche a causa di una realizzazione tecnica mediocre, sembra per il momento ancora non pronto per l’uscita sul mercato.

VOTO COMPLESSIVO

5.5

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro