controller

Quanto consumano le console? Il confronto nel dettaglio

Quanto consumano le console? Il confronto nel dettaglio

Pubblicità

Uno shoot ‘em up colorato e vivace, sviluppato su base tecnica e con grandi potenzialità: Panorama Cotton è uno di quei titoli che ti fa divertire, seppur con qualche difetto

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

In Italia sono migliaia gli appassionati di gaming, che amano trascorrere diverse ore al giorno giocando ai videogames: alcuni lo fanno per hobby, mentre altri hanno trasformato il gaming in una vera e propria professione, dedicandosi ad esempio agli E-Sports e al pro gaming.

Di contro, anche se in molti non lo sanno o lo ignorano, le console sono veri e propri elettrodomestici e di conseguenza consumano energia. E non ne consumano poca, soprattutto se si parla dei dispositivi di ultima generazione, che sfruttano processori molto potenti, sistemi di raffreddamento avanzati e che si connettono perennemente a Internet.

Vediamo quindi di fare un confronto nel dettaglio, per capire a quanto ammontano i consumi.

Consumi a confronto

Prima di vedere quanto consumano le console, occorre ricordare che chi fa un uso massiccio dei videogames spenderà ovviamente di più rispetto agli altri. In tal caso occorre correre ai ripari, cercando di risparmiare a monte. Uno dei sistemi più efficaci in questo senso è quello di selezionare l’offerta più adatta tra quelle proposte dal mercato per abbassare il costo dell’energia elettrica che viene consumata ogni giorno da questi device. Naturalmente qui di seguito vedremo insieme i costi energetici di chi usa le console per hobby e non per lavoro, dunque le medie italiane che per forza di cose sono nettamente inferiori a quelle dei PRO gamer.

WII: La Wii può essere considerata la console meno dispendiosa in circolazione, e i motivi sono abbastanza ovvi. Si tratta infatti di un dispositivo compatto e progettato per far girare giochi non troppo impegnativi, e senza grandi pretese a livello grafico. Il consumo elettrico, non a caso, si attesta intorno ai 13 Watt orari, davvero pochissimo se la si mette a confronto con altri dispositivi come la Playstation e la Xbox. Se spinta al massimo dello sforzo, la Wii comunque non supera un consumo orario intorno ai 34 Watt.

PS4: Si tratta della console più “energivora” presente sul mercato. Le sue tecnologie avanzate hanno un tornaconto a livello di dispendio energetico, considerando che in media consuma circa 140 watt per ogni ora di utilizzo. La causa di ciò è da identificare nell’impiego di un processore video molto potente, oltre alla necessità di numerose risorse di sistema. Fortunatamente il nuovo modello di PS5 sembra consumare meno rispetto ai modelli precedenti, anche se i consumi rimangono comunque considerevoli.

Xbox One: La Xbox One è una sorta di via di mezzo: pur non avvicinandosi ai valori della Wii, consuma comunque meno rispetto alla Playstation 4. Si parla infatti di un consumo intorno ai 112 Watt orari e, considerando comunque la sua potenza, si tratta di un ottimo compromesso fra elevate prestazioni e spreco energetico. Infine, le console della generazione precedente consumano circa 80 W orari.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Hai trovato interessante questo confronto? Parliamone nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro