Project xCloud

Project XCloud e lo sviluppo di giochi in assenza di Dev Kits

Microsoft offre agli sviluppatori la tecnologia per il gioco in streaming come piattaforma per lo sviluppo di giochi senza Dev Kits fisici. Vediamo insieme come.

Microsoft, con la sua nuova innovativa tecnologia per il gaming online Project XCloud, permetterà agli studios di sviluppare e testare nuovi giochi anche senza l’accesso fisico ad un dev kit per Xbox.

Sarà Project XCloud a permetterlo. Infatti, sebbene la maggior parte degli strumenti Microsoft siano stati costruiti per funzionare in modalità locale e, se possono farlo online, lo fanno solo all’interno dello stesso ufficio, questa nuova tecnologia, abbattendo questo limite, rappresenterà un enorme passo avanti in una nuova direzione. Qui di seguito il video in cui è Microsoft stessa a spiegare la nascita di Project XCloud.

L’ispirazione a dare questa nuova funzione a Project XCloud sarebbe venuta dallo smart working a cui tutto il mondo si trova costretto in questo momento. Microsoft ha deciso di permettere agli sviluppatori di affinare e testare i giochi su dev kits che si trovano su server remoti.

“Con l’accesso alla nostra App PC Content Test (PC CTA), gli sviluppatori possono connettersi ai loro kit di sviluppo Xbox da remoto direttamente dal proprio PC. Questo gli consentirà di testarli, di giocarci e lavorarci come se fossero in ufficio. Inoltre, ciò gli risparmierà la fatica di dover scaricare sul proprio hardware ogni giorno versioni aggiornate del gioco – cosa che può richiedere anche ore di attesa” – spiega Microsoft.

Sono stati già diversi gli studios che hanno usato questa tecnologia, fra cui Infinity Ward, Ninja Theory, Rare, Eidos Montreal.

Sean Davis, direttore dei Rare Studios, ha illustrato come fosse difficile per gli sviluppatori limitare il numero di builds costruite per la mancanza di accesso ai dev kits, soprattutto perché diveniva difficile attendere i lunghissimi tempi di upload e download ogni volta che si effettuava un cambiamento.

“L’uso dell’App ci permette di riprendere il lavoro ai ritmi di prima, riducendo i tempi da ore a minuti e dandoci la possibilità di intervenire tempestivamente qualora qualcosa vada storto“, spiega Davies.

Fonte

E tu, stai già usando Project XCloud? Cosa ne pensi di questa nuova opportunità data da Microsoft? Condividi la tua opinione con noi nei commenti!

Alberto Bibbiani
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI