Pokémon GO

Pokémon GO, guida ai raid: appare MegaAggron!

In Pokémon GO arriva l'evento "Mostra la tua stoffa" e con esso arriva anche il debutto di una nuova megacreatura da affrontare: ecco MegaAggron!

L’evento “Mostra la tua stoffa” è soltanto l’ultima delle iniziative intraprese da Niantic per gli allenatori di Pokémon GO. Questo evento prende per mano gli allenatori verso la riscoperta delle creature di tipo Acciaio, portando con sé dei graditi nuovi ingressi nel roaster delle ultracreature e delle megacreature: dopo aver scoperto insieme come affrontare e sconfiggere velocemente le nuove ultracreature Kartana e Celesteela, scopriamo insieme come sconfiggere una nuova megacreatura di tipo Acciaio che fa della sua resistenza la sua arma migliore: MegaAggron!

Pokémon

Difesa e resistenza: in Pokémon GO arriva MegaAggron con la sua imponente corazza!

MegaAggron è una megacreatura di tipo Acciaio, dotato di un’imponente corazza. I suoi punti forti sono difesa e resistenza ma con le armi giuste battere questo pachiderma non sarà troppo difficile. La megacreatura sarà disponibile alla lotta nei megaraid dalle ore 10:00 del 16 settembre fino alle ore 10:00 del 27 settembre (ora locale). Alla fine della lotta, in schermata di cattura, sarà possibile incontrare un Aggron nella sua variante cromatica!

MegaAggron conoscerà le seguenti mosse:

  • Mosse veloci: Codadrago, Codacciaio e Abbattimento;
  • Mosse caricate: Pietrataglio, Tuono, Pesobomba e Rocciotomba.

In relazione alle condizioni meteorologiche, i PL subiranno delle variazioni:

  • In caso di condizioni meteo normali, i PL oscilleranno sui 1636/1714  rispettivamente per un 66% e un 100%;
  • In caso di condizioni meteo favorevoli (Nevoso), i PL subiranno una brusca impennata, toccando quota 2045/2143 rispettivamente per un 66% e un 100%.

Come costruire la squadra ideale per la battaglia: tanta forza bruta e un animo infuocato!

MegaAggron è una megacreatura di tipo Acciaio, ciò vuol dire che ha ben tre debolezze, verso le creature di tipo:

  • Fuoco;
  • Lotta;
  • Terra.

Con danni pari al 160%, scegliere queste tipologie di creature da impiegare in battaglia si rivelerà fondamentale, data l’elevata resistenza a quasi tutti gli altri attacchi per tipo. Grazie a queste debolezze si potrà mettere su una squadra molto varia, che saprà colpire nei punti giusti e mettere la parola fine alla battaglia in tempi abbastanza rapidi. Di seguito riportati i migliori counter, con rispettive mosse per affrontare al meglio la sfida:

  • MegaLopunny, mossa veloce: Doppiocalcio – mossa caricata: Focalcolpo;
  • Buzzwole, mossa veloce: Contrattacco – mossa caricata: Troppoforte;
  • Reshiram, mossa veloce: Rogodenti – mossa caricata: Vampata;
  • Entei, mossa veloce: Rogodenti – mossa caricata: Vampata;
  • Ho-Oh, mossa veloce: Bruciatutto – mossa caricata: Magifuoco*;
  • Zapdos di Galar, mossa veloce: Contrattacco – mossa caricata: Zuffa;
  • Groudon, mossa veloce: Colpodifango – mossa caricata: Terremoto;
  • Terrakion, mossa veloce: Doppiocalcio – mossa caricata: Spadasolenne*;
  • Cobalion, mossa veloce: Doppiocalcio – mossa caricata: Spadasolenne*;
  • Virizion, mossa veloce: Doppiocalcio – mossa caricata: Spadasolenne*;
  • Landorus Forma Incarnazione, mossa veloce: Colpodifango – mossa caricata: Geoforza;
  • Lucario, mossa veloce: Contrattacco – mossa caricata: Forzasfera;
  • Blaziken, mossa veloce: Contrattacco – mossa caricata: Focalcolpo;
  • Darmanitan, mossa veloce: Rogodenti – mossa caricata: Vampata;
  • Chandelure, mossa veloce: Turbofuoco – mossa caricata: Vampata;
  • Garchomp, mossa veloce: Colpodifango – mossa caricata: Geoforza*;
  • Mamoswine, mossa veloce: Fangosberla – mossa caricata: Battiterra;

*= Mossa legacy

Pokémon

Quanti giocatori sono necessari per affrontare il raid?

Affrontare questo raid, se fatto con le giuste creature tascabili, non si rivelerà essere troppo difficile. Contando tutti i danni extra dati dai bonus più una lobby sufficientemente numerosa, vincere la battaglia non sarà affatto un problema, ciò grazie anche alla ampia varietà di creature utilizzabili, special modo nei top counter. Di seguito elencata la difficoltà del raid in relazione al numero di giocatori presenti nella stanza:

  • Raid con una sola persona (da soli): sconsigliato. Affrontare questa sfida in solitaria, seppur avendo a disposizione una squadra composta da soli top counter a un livello molto alto, si rivelerà essere molto complicato. Il tempo a disposizione sarà poco, bisognerà affidarsi totalmente alla propria tecnica e ai bonus del caso presenti, per cui si consiglia di portare con se molti Revital. Max, dato che sarà necessario revitalizzare l’intera squadra almeno due volte.
  • Raid a 2-3 persone: sconsigliato, ma possibile. Con la giusta dose di tecnica e abilità, unite alla disponibilità d’impiego di pokémon abbastanza potenziati, nonché megaevoluti, la vittoria potrebbe perfino arrivare. Ciò che giocherà un ruolo fondamentale sono indubbiamente i bonus attacco dati da condizioni meteorologiche, megaevoluzioni, livello d’amicizia e partecipazione tramite biglietto da remoto. Sarà necessario revitalizzare l’intera squadra almeno 1-2 volte.
  • Raid a 4-5 persone: consigliato, possibile. Da qui in poi le cose iniziano a farsi più semplici e la possibilità di vincere la sfida diventa molto più concreta. Bisognerà sfruttare a dovere tutti i bonus del caso e utilizzare una massiccia dose di creature adatte alla sfida. Potrebbe essere necessario revitalizzare l’intera squadra almeno una volta.
  • Raid a 5+ persone: consigliato, possibile. La battaglia potrebbe volgere verso un solo esito: la vittoria. Ci sono tutte le carte in regola per vincere partecipando alla sfida con una lobby così ampia, ma attenzione: lo sgambetto potrebbe essere dietro l’angolo, è bene stare sempre in guardia.

Pokémon

Fonte

Hai vinto la tua battaglia? Fammi sapere com'è andata la sfida lasciando un commento qui sotto!

Roberto Taurino
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI