PlayStation 5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

PlayStation 5, secondo John Carmack i produttori di console dovrebbero metterle all’asta

Il co-fondatore di id Software ha espresso la sua opinione circa il mercato libero e i bagarini delle console

Crypto Against All Odds

Steam

Scopri la recensione di questo tower defense in cui dovremo schierare le nostre criptovalute per difenderci dagli attacchi degli hacker.

Scopri la recensione di questo tower defense in cui dovremo schierare le nostre criptovalute per difenderci dagli attacchi degli hacker.

La nuova generazione di console è finalmente arrivata: l’anno scorso è stata ufficialmente lanciata la nex gen di Sony e Microsoft con PlayStation 5 e Xbox Series X a contendersi il monopolio del mercato videoludico.

Nel corso dell’evento “The Future of Gaming” di giugno, Sony ha svelato le carte in tavola annunciando alcuni titoli esclusivi e il design del nuovo hardware: dopo 3 mesi, abbiamo avuto modo di conoscere prezzo e data di lancio della quinta console casalinga prodotta dal colosso giapponese, la quale avrebbe il compito di sovrastare la concorrenza. In separata sede, abbiamo trattato tutte le novità di PS5.

PlayStation 5, bot e bagarini? Per il co-fondatore di id Software i produttori di console dovrebbero metterle all’asta

Finalmente PS5 ha raggiunto gli scaffali di tutto il mondo, nonostante, a causa della pandemia globale, pochi appassionati sono riusciti ad accaparrarsi la console di Sony, la quale sta pagando una produzione che procede a rilento a causa del Covid-19. Tuttavia le vendite di hardware piazzati sono davvero alte, poiché attualmente ci sono 4,5 milioni di PS5 vendute.

Al problema della scarsa quantità di lotti disponibili all’acquisto, si aggiungono i bot e gli scalper: reperire una console next-gen è attualmente una vera impresa, anche a causa di alcuni “furbetti” che speculano sulla passione dei videogiocatori.

Come è possibile risolvere queste problematiche? Secondo John Carmack, co-fondatore di id Software, i produttori di console dovrebbero mettere all’asta le proprie console, eliminando qualsiasi tipo di intermediario o terze parti che dispongono gli hardware alla vendita.

Attraverso il proprio profilo Twitter, il programmatore di Doom ha espresso la sua idea, basata principalmente sul mercato libero e il prezzo finale deciso dall’utente: tuttavia, molti follower non hanno apprezzato la dichiarazione di Carmack, poiché in questo modo si risolverebbe il problema dei bagarini, ma non quello del prezzo molto più alto rispetto alla cifra della messa in vendita sul mercato.

Date le carenze e gli speculatori su cose come GPU 3090 o PlayStation 5, sembra che staremmo davvero meglio con un sistema di aste trasparente creato direttamente dai produttori e un mercato più efficiente.

Il mondo dei canali di vendita lo ha impedito in passato, ma potremmo superarlo per molti prodotti. Ci sarebbe molta indignazione per i prezzi dichiarati fuori dal cancello, ma la rimozione degli intermediari dovrebbe alla fine compensare meglio i consumatori.”

PlayStation 5 è in vendita sugli scaffali europei dal 19 novembre. La console è disponibile con il lettore dischi a €499 e in Digital Edition a €399.

Potrebbe interessarti...

Cosa ne pensi di PlayStation 5? Sei d’accordo con le parole di John Carmack?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Scelto dalla redazione

20 ore fa

Sei pronto per Deathloop?

Notizia

5

Nessun Evento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0