moguri player one

Player One #48: I Moguri

Kupò!

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Benvenuto ad un nuovo episodio di Player One, la nostra rubrica che indaga i personaggi più amati dei videogiochi! Settimana scorsa abbiamo parlato di Ichiban Kasuga, protagonista di Yakuza Like a Dragon, mentre oggi andremo a scoprire la storia di una delle mascotte più amate di sempre, i moguri! Razza magica e intelligentissima, popola l’universo di Final Fantasy da anni e da allora ne ha invasi molti altri.

Messaggeri, evocazioni, mercanti, peluche e addirittura guardie del corpo; non c’è nulla che questi esserini caratterizzati dal loro indimenticabile pon-pon rosso non sappiano fare, sempre e comunque al ritmo di “kupò!” la loro esclamazione preferita. Andiamo a vedere come nascono!

moguri moogles

Moguri, il prototipo

Sebbene i moguri appaiano ufficialmente per la prima volta in Final Fantasy III, l’intenzione di Koichi Ishii per quello che sarebbero dovuti essere era ben diversa. Ha spiegato infatti che il loro design è basato su quello di “un koala completamente bianco” che ha ideato durante le scuole elementari, ispirato fortemente anche da Dungeons & Dragons, e che mai avrebbe pensato sarebbero diventati una delle mascotte del gioco.

In origine sarebbero dovuti vivere esclusivamente nelle caverne e per volare si sarebbero “gonfiati” come un palloncino e si sarebbero direzionati con le ali. Un mix tra delle talpe e un Paolumu di Monster Hunter, insomma! Il loro design e sprite vennero riutilizzati invece per i castori di Final Fantasy II, e aspetteremo ben due anni (1990) prima di rivederli!

moogle moguri prototipo
La prima e buffa iterazione di un moguri

Final Fantasy 3, la prima apparizione

I moguri fanno il loro debutto come nientedimeno che guardie del corpo del saggio Doga, un potentissimo mago di FF 3.  Intelligenti e pieni di potere magico, nel remake si occupano anche di Mogunet, un sistema di messaggistica che sfrutta il WiFi del Nintendo DS.

final fantasy 3 moguri

Piccola curiosità: i moguri dicevano “nyaa” invece del classico “kupò”. La prima è un’onomatopea del verso dei gatti in Giappone (il nostro miao, in pratica), mentre la seconda deriva dalle noci kupo, di cui vanno ghiotti, e hanno dato il nome all’esclamazione omonima che usano per enfatizzare le loro frasi, kupò!

Una lunga e variegata storia che spazia tra moltissimi universi

Da Final Fantasy V in poi i moguri continueranno ad apparire ininterrottamente (ad eccezione del X e XV) e diventeranno ufficialmente mascotte del gioco al pari dei kyactus e dei chocobo. Mog in particolare è il nome di un famoso moguri giocabile in Final Fantasy VI, e il suo nome verrà utilizzato in tantissimi capitoli come quello di Cid o di Biggs e Wedge.

moguri player one

Nel nono, i moguri sedimenteranno ulteriormente la loro posizione svolgendo l’importantissimo ruolo di salvataggi, ma anche di postini e mercanti. Stiltzkin è uno dei più particolari; un viaggiatore e uno spirito libero, che con la sua bandana leopardata incontra spesso il party e vende loro vari oggetti per continuare a girovagare il mondo. Fa anche delle comparse in Dissidia e in ogni capitolo della serie spin-off Crystal Chronicles!

I primi e più marcati cambiamenti di design li possiamo vedere però in Final Fantasy Tactics Advance, FF XII, XIII-2 e in Crystal Chronicles. Queste scelte stilistiche hanno polarizzato molti fan, ed alcuni pensano che siano addirittura meglio degli originali, mentre altri li ripudiano completamente!

Final Fantasy Tactics Advance

moguri player one

L’idea dietro alla creazione di questi moguri è basata sulla volontà di renderli personaggi giocabili, capaci di avere una moltitudine di classi a loro disposizione con vestiti e abilità differenti, e forse il loro look originale non avrebbe aiutato a renderli più “umani” e una valida alternativa alle altre razze.

Per merito della loro agilità, danno del loro meglio nel ruolo ladri, artificeri e giocolieri, e grazie alle loro capacità magiche sono anche maghi e meno spesso cavalieri in prima linea. Dato che il titolo è ambientato nel mondo di Ivalice, ricorrente anche in Final Fantasy 12, alcuni di loro come Montblanc e Nono hanno fatto una comparsa in quel capitolo.

Final Fantasy XII

moguri player one

Simili alla loro controparte di cui abbiamo appena parlato, i moguri di Final Fantasy 12 sono probabilmente tra i meno popolari della saga. Il loro aspetto è molto più realistico e antropomorfo/lagomorfo, le orecchie ricordano infatti quelle di conigli. La loro pelliccia può essere bianca o nera, il loro genere cambia in base ai vestiti che indossano e solitamente non possono volare.

Vivono integrati alla cultura degli Hume (umani) e parlano la loro stessa lingua, sebbene finiscano comunque le frasi con “kupò”, spesso come ingegneri o musicisti. Alcuni invece risiedono nella capitale moguri Goug, cuore pulsante della tecnologia e del progresso!

Final Fantasy Crystal Chronicles

moguri player one

Probabilmente la versione più carina e sicuramente la mia preferita, in questo capitolo vivono tra le altre tribù del gioco e nei dungeon, a volte seguendo le carovane di pellegrini nei loro viaggi. Mog sarà uno di questi, e svolgerà un ruolo fondamentale, quello di portare il Calice di Cristallo nella modalità singleplayer del titolo, mentre noi combatteremo i nemici!

Otterranno delle braccia solamente nel sequel ambientato 1000 anni dopo, Crystal Bearers per Wii, perdendo sfortunatamente un po’ dello charme dei loro antenati.

Final Fantasy XIII-2

moguri player one

Non c’è molto da dire su questi moguri, sono oggettivamente brutti. Sproporzionati, dall’enorme naso rosso e guance paffute, ricordano un pochino babbo natale o qualcuno che ha alzato un po’ il gomito. Di sicuro il loro aspetto non ha aiutato il titolo da cui provengono, Final Fantasy 13-2, un sequel praticamente dimenticato che è altrimenti un ottimo gioco.

In conclusione, kupò

moguri player one

A prescindere dal loro aspetto, i moguri sono sempre molto carini e ormai un punto fermo della serie, e nessun FF sarebbe davvero completo senza una loro comparsa. Final Fantasy è un titolo di immenso valore, dato anche da loro, dai chocobo, dai kyactus e da tanti altri personaggi ricorrenti che amiamo e continueremo ad amare in futuro.

Voglio allora concludere questa edizione di Player One invitandoti a farci sapere qual è il tuo design preferito nei commenti qui sotto, e a seguire e mettere tra i preferiti il nostro sito per rimanere aggiornato su ogni informazione nel mondo videoludico!

Alla prossima, kupò!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Qual è allora il tuo moguri preferito? Hai un'altra mascotte che vorresti vedere protagonista di questa rubrica? Faccelo sapere nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro