Sean Murray No Man's Sky

No Man’s Sky dopo 5 anni finalmente conquista i player

Come si suol dire: meglio tardi che mai!

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

No Man’s Sky è senza dubbio stato a suo tempo uno dei casi più singolari del mondo videoludico: originariamente vittima delle moltissime promesse pre-rilascio degli sviluppatori, è poi stato consegnato ai player come un enorme sandbox che faceva della ripetitività l’ordine del giorno.

Alla luce di queste problematiche, senza una modalità multiplayer a salvare il titolo, le recensioni globali si sono trasformate in una vera e propria gara alla demolizione del gioco. Ma ora la musica è cambiata e noi siamo qui per parlartene!

No Man's Sky

No Man’s Sky, dopo 5 anni finalmente conquista i player

Ci sono voluti 5 anni di duro lavoro e soprattutto di scuse, ma ora No Man’s Sky ha finalmente conquistato i player! Steam, il noto E-store digitale di Valve che ha ospitato fin dal suo debutto il gioco ora vanta una pagina prodotto che al posto di “recensioni perlopiù negative” può mostrare il contrario!

No Man's Sky dopo 5 anni finalmente conquista i player 1

Ci siamo quindi, finalmente Hello Games è riuscita a sfruttare appieno l’enorme potenziale del gioco. Nel corso degli anni è stato aggiunto il multiplayer per esempio, che a nostro parere è stato un aggiunta essenziale per un titolo del genere. Ma non si parla solo di aggiunte di gameplay, si sono anche susseguiti numerosi DLC dedicati ad ampliare il mondo di gioco, molto ben riusciti.

Non devi commettere l’errore di pensare che sia così facile ribaltare l’opinione di un gioco famoso su Steam, infatti perfino Tim Woodley, pezzo grosso di Hello Games commenta con:

“Passare dal 20% di recensioni positive al 21%, richiede soltanto qualche centinaio di utenti, ma muoversi dal 69% al 70% necessita di più di 10.000 recensioni positive. Questo è il principale motivo per cui raramente vediamo un gioco passare da una sponda all’altra.”

Quello che dice Woodley è vero, ma è giusto anche capire che le recensioni di Steam sono più una linea guida che una legge da tenere in estrema considerazione, in quanto facilmente manipolabili. In linea generale se ti piace un titolo dovresti buttarti e provarlo, informandoti magari anche visionando qualche gameplay.

Molto contenti del traguardo raggiunto dal team di sviluppo, noi non possiamo che darti appuntamento alla prossima notizia!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro