nintendo switch android emulazione xda developers xdadevelopers

Nintendo Switch: l’emulazione di Android è ora possibile

Grazie a un exploit scoperto l'anno scorso e alla dedizione della talentuosa community di XDA Developers, avere Android su Nintendo Switch non è più un sogno

Pubblicità

Un DLC di Minecraft? Assolutamente no! Bonfire Peaks ti metterà alla prova per fare una cosa sola: bruciare il tuo passato e andare avanti nella tua vita. Magari scalando una montagna.

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Grandi notizie per la scena del modding! Grazie agli sforzi della community di XDA Developers è ora possibile avere accesso a una ROM per Nintendo Switch con la quale si può emulare Android, ottenendo così la possibilità di diventare un parco giochi di emulazione paragonabile alla PlayStation Portable.

Un po’ di storia: la nuova fatica della grande N fu craccata l’anno scorso, ma nel tempo, pur navigando in mari pirateschi, molti esperimenti furono condotti sul sistema. Nintendo, come sempre, li combatté stoicamente correggendo vulnerabilità su varie componentistiche hardware (una di esse fu talmente grave al punto da essere inattaccabile, costringendo l’azienda a rilasciare nuovi modelli di console).

Data la stabilità e sicurezza del firmware custom presente su Nintendo Switch, molti degli exploit trovati sono rimasti a uso privato degli sviluppatori. Quello in esame oggi non è un mod chip ma una modifica esterna da inserire tramite scheda SD. Per farti un’idea più chiara delle sue potenzialità ti invito a guardare il video esplicativo rilasciato da XDA, e che trovi qui sotto.

Ogni soluzione di questo tipo comporta ovviamente vantaggi e svantaggi. Questi ultimi dipendono principalmente dall’instabilità della modifica (che si trova, dopotutto, alla sua prima versione): gli stick analogici non rispondono utilizzando Dolphin (un emulatore Gamecube), la batteria si consuma un po’ più in fretta e la rotazione dello schermo è ovviamente da sistemare. Seguono problemi che riguardano puramente la componentistica: sebbene la release sia stabile, le applicazioni per cose come GPS, microfono e videocamera non funzionano perchè il relativo hardware è assente all’interno di Nintendo Switch.

Passiamo ai vantaggi: i Joy-Con operano in maniera nativa e la modalità dock funziona anche con applicazioni dello stampo di Netflix oltre che con ivideogiochi. Il feed video rimane ininterrotto anche rimuovendo la console durante la riproduzione, trasferendosi immediatamente sullo schermo del tablet.

Sei curioso di provare questa modifica? Puoi scaricare i file necessari a questo indirizzo!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Cosa ne pensi di questa mod non ufficiale? La scaricherai al fine di emulare vecchi giochi o semplicemente per sfruttare il sistema operativo Android? Faccelo sapere in un commento!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro