Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Nintendo 3DS rimarrà nella lineup

Nintendo continuerà a supportare il 3DS

Nonostante il calo di vendite rispetto agli anni passati, Nintendo manterrà il 3DS all'interno del parco console

Live Twitch

aprile, 2019

Nulla da mostrare al momento

Se vuoi maggiori informazioni su inserisci la tua email qui sotto:

Ora che Switch ha superato quota 32 milioni di unità venduteNintendo vorrebbe spingere i consumatori ad acquistarne più di una a famiglia.

Tuttavia non hanno, al momento, intenzione lasciare da parte il 3DS, stando ad una recente sessione di domande e risposte con il presidente Shuntaro Furukawa relativa ai ricavi della compagnia.

Una delle domande rivoltegli è stata proprio relativa al diminuire delle vendite del 3DS e sugli obiettivi di vendita che Nintendo ha fissato per la console portatile, dal momento che continua a coesistere sul mercato insieme a Switch.

Furukawa, ovviamente, è conscio del fatto che attualmente Switch è la console primaria e che guida le vendite della compagnia, motivo per cui stanno spingendo per indurre le famiglie ad acquistarne più di una; tuttavia credono anche che il 3DS sia ancora utile per la compagnia, a dispetto delle vendite.

Nintendo prevede di mantenere 3DS sul mercato come parte dell’offerta console dal momento che Furukawa ritiene che assolva ancora oggi ad un ruolo fondamentale nel mercato, costituendo una buona prima piattaforma per i bambini grazie alla sua accessibilità e al prezzo particolarmente basso.

Paragonato al più robusto e costoso Nintendo Switch, il 3DS è più una console portatile individuale, che una console per famiglie.

Nintendo ha condotto di recente un sondaggio da cui è emerso che alcuni nuclei familiari giocano con una singola console, mentre in altre famiglie sono state già acquistate più console.

Il presidente di Nintendo ha fatto capire che la compagnia spingerà affinchè questo divenga la norma d’ora in poi.

Furukawa ha infatti dichiarato:

“Da qui in avanti, miriamo a generare una domanda nei consumatori tale da portarli a pensare ‘Voglio la mia console Nintendo Switch’ attraverso strategie come l’offerta di software. Non sarà necessario che ognuno ne possieda una, ma faremo in modo che in ogni casa ci siano più console Nintendo Switch”

Anche se i numeri delle vendite di Switch sono incredibili, ancora non hanno raggiunto l’alta previsione di 20 milioni di pezzi venduti in un anno fiscale, successivamente ridotti ad un più realistico ammontare di 17 milioni.

Tenuto conto di ciò, le console vanno via come il pane e non sarei affatto sorpreso se in molti volessero averne più di una in casa, dando ancora una volta ragione alla grande N.

 

 

Nintendo dunque continua ad investire su una console che non propone grandi uscite da qualche anno, avranno ragione o rischiano di fallire in questa operazione?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
X