1
0

0

La patch del Day One di Ghost of Tsushima diventa sempre più pesante

Seguirai la via del samurai o quella dell'hard disk?

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

3 Articoli più letti

Fortnite, ecco dove trovare la Ecto-1
PlayStation Plus – Nuovo pacchetto bonus per i giocatori di Call of Duty: Warzone
Call of Duty Warzone, durante l’evento di Halloween trovata la casa di Leatherface
Naviga tra i contenuti

L’uscita di Ghost of Tsushima è prevista per il 17 luglio in esclusiva per PlayStation 4. Sucker Punch Productions, il team di sviluppo che su PlayStation 4 si era già occupato di inFAMOUS: Second Son e inFAMOUS: First Light, sta cercando di offrire già al lancio un’esperienza di gioco il più possibile completa e rifinita. Ciò ha portato lo sviluppatore ad arrivare già alla patch 1.02, che come riportato dalle note, andrebbe a correggere alcuni problemi di localizzazione.

La cosa interessante  risiede nel fatto che questo update va ad aggiungere ancora altri 500 megabyte ai contenuti da scaricare insieme al gioco completo. Pertanto al Day One, oltre al titolo, andranno scaricati altri 8 gigabyte di aggiornamento, per un totale di 50 gigabyte di spazio occupato sull’ hard disk della tua povera PlayStation 4. Speriamo che questa mole di dati serva davvero a regalare un gioco pulito e ben smussato.

Ghost of Tsushima regala una rappresentazione mozzafiato del Giappone del XIII secolo. Ripercorrerai le gesta del samurai Jin Sakai, ultimo sopravvissuto del suo clan, rimasto sull’isola di Tsushima per fronteggiare la feroce invasione dei Mongoli. Potrai scegliere la via del samurai, con epici scontri, faccia a faccia, a base di affilatissime katane ed armature, oppure potrai optare per uno stile più stealth e silenzioso, seguendo la strada dell’ombra.

Potrai muoverti a piedi o a cavallo, guidato dal vento e dalla fauna, con un grado di immersione elevatissimo, senza hud o indicatori di sorta. E’ inoltre presente un doppiaggio in lingua italiana. Con una direzione artistica stellare, che va un po’ a coprire una giocabilità in fondo in fondo non così rivoluzionaria, Ghost of Tsushima, pur sviluppato da un team statunitense, si rivela essere una dichiarazione d’amore al Giappone antico e ai suoi guerrieri. C’è persino una modalità in bianco e nero con grana filmica  che vuole fare il verso ai film di Akira Kurosawa. Dai, ripulisci l’hard disk!

Ti potrebbe interessare....

0

Commenti

1295

Miei

1
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!