PlayStation VR, nessun supporto a Hitman III e No Man’s Sky su PlayStation 5

Il PlayStation VR per PlayStation 5 sarà incredibile

Un report di UploadVR rivela le future caratteristiche del prossimo PlayStation VR e Sony pare non scherzare affatto

Pubblicità

Leggendo questa recensione avrai una panoramica completa di tutto quello che il gioco può offrire, partendo dal gameplay e arrivando al comparto tecnico!

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Il prossimo PlayStation VR fa la sua comparsa a metà marzo con Sony che annuncia i nuovi controller per la realtà virtuale, presentando un prodotto che respira vera next-gen: introduzione del feedback aptico, rilevamento tattile e grilletti adattivi. Un vero balzo in avanti che ci fanno ben sperare per il futuro di questa tecnologia.

Adesso si aggiunge la notizia riguardante il caschetto della realtà virtuale e delle sue caratteristiche che, se dovessero essere rispettate, farebbero fare il salto definitivo nella nuova generazione alla realtà virtuale di PlayStation. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

PlayStation VR: inizia la next-gen

Da un report accurato di UploadVR, che dice di aver avuto delle fonti molto affidabili, risulta che la risoluzione delle lenti sarà di 4000x2040p (un salto quantico rispetto ai 1920×1080p del vecchio modello), sarà possibile regolare la distanza delle lenti e avrà il tracciamento dello sguardo che renderà possibile ridurre il carico di lavoro del rendering riducendo notevolmente la qualità dell’immagine nella visione periferica.

Ed è proprio questa caratteristica che potrà permettere una risoluzione così alta, poiché gli sviluppatori potranno renderizzare in qualità elevata solo gli oggetti su cui poserai lo sguardo (come il Variable Rate Shading di Xbox).

PlayStation VR, Sony annuncia i nuovi controller

Inoltre, non solo i controller, ma anche il caschetto avrà il feedback aptico; il che renderà ancora più forte la sensazione di immersione all’interno del mondo di gioco. Ma, cosa ancora più importante, potrebbe aiutare molto quelle persone che soffrono di motion sickness, grazie al feedback aptico che sarebbe sincronizzato con i movimenti, facendo credere al cervello di star compiendo realmente il movimento.

Per quanto riguarda cavi e tracciamento, il nuovo headset consterà di un solo cavo USB-C, eliminando tutti i cavi e cavetti usati fino ad ora, e non sarà necessario l’utilizzo di alcuna PS camera, poiché sarà già incorporata nel caschetto. Ciò significa che non sarà più necessario essere sempre di fronte alla Tv, ma potremmo anche girarci completamente di spalle e continueremo a giocare senza alcun problema.

La domanda che sorge spontanea da farsi è: quanto costerà tutto questo? Beh, la forza di Sony è sempre stata nella capacità di presentare dei prodotti a prezzi contenuti, potendo così piazzare più prodotti possibili e rafforzare di conseguenza la propria posizione di leader del mercato. Sicuramente queste nuove e anche esclusive caratteristiche, come il feedback aptico, potrebbero far avvicinare molte persona a questa tecnologia, ma sarà il prezzo a fare la differenza.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Utilizzi già la realtà virtuale? Che ne pensi di queste caratteristiche del nuovo PSVR? Dicci che ne pensi qui nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro