Horatio Goes Snowboarding

Horatio Goes Snowboarding: recensione

Un titolo dalla meccanica semplicissima ma divertente

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Ormai i videogiochi per dispositivi mobile stanno diventando sempre più simili (e alcuni lo sono già) ai titoli per le console casalinghe, per il piacere di una parte dell’utenza. Nel caso di Horatio Goes Snowboarding invece, ci troviamo di fronte a un gioco che sembra essere nato esclusivamente per dispositivi mobile, ma che invece ritroviamo sulle console di casa Sony e sull’ibrida Nintendo Switch.

Certo, dire che un gioco sia più da dispositivi mobile, piuttosto che per console casalinghe è molto riduttivo e anche figlio della generazione nella quale ci troviamo, magari solo perché questi titoli si rivelano semplici, immediati e figli di produzioni low budget, senza ricordarci che un tempo (che ho avuto la fortuna di vivere), i giochi erano tutti così: inserivi la cartuccia ed eri subito nel pieno del gioco, senza preamboli, cinematiche o altro. Horatio Goes Snowboarding è proprio strutturato alla vecchia maniera.

Horatio Goes Snowboarding

Horatio Goes Snowboarding, ma occhio alla strada

Siamo così tanto abituati a incipit di trama degni o migliori delle produzioni cinematografiche, che quando Horatio ha semplicemente deciso di attraversare la strada per prendere un elicottero e iniziare a fare snowboarding, un po’ ci sono rimasto; ma non per molto visto che da subito ho dovuto iniziare a evitare gli ostacoli presenti in pista e seguire il percorso migliore per aumentare il punteggio.

Horatio Goes Snowboarding mette a disposizione tanti tentativi in una partita, quante sono le cure mediche che riusciremo a pagare: infatti ogni volta che subiremo un incidente, saremo trasportati in ospedale per ricevere le cure del caso. Ognuna di queste costerà 100 sterline che sommate al fatto di dover ogni volta noleggiare una tavola da snowboard dal costo di 20 sterline, ci richiederà di avere almeno 120 sterline per ottenere un ulteriore tentativo. Ovviamente quando non potremo più permetterci le cure del caso, la partita di Horatio finirà e sarà game over.

Horatio Goes Snowboarding

Semplicemente gameplay

Le meccaniche di Horatio Goes Snowboarding saranno due soltanto: la prima ci vedrà dover attraversare 4 strade molto trafficate, nel percorso che porta dal nostro hotel (oppure ospedale), fino all’elicottero che ci trasporterà in cima alla montagna, ricordandosi di passare per il negozio di tavole da snowboard e comprarne una.

Qui dovremo fare molta attenzione alle auto che sfrecceranno da ogni parte e che se ci colpiranno, ci spediranno direttamente in ospedale con la conseguente spesa di 100 sterline più le 20 per una nuova tavola.

Superata questa fase, ci sarà finalmente la discesa sulla nostra tavola da snowboard. Dimenticate acrobazie, turbo, salti o altro alla SSX; in Horatio Goes Snowboarding gli unici comandi che avremo a disposizione saranno muoversi a sinistra o destra.

Riuscendo a seguire la traiettoria richiesta dal tracciato, accumuleremo punti extra, mentre dovremo stare molto attenti a evitare diversi ostacoli come alberi, rocce, altri sciatori e yeti. Arrivati a fine della pista, avremo concluso il primo giorno e il gioco ci porterà a quello successivo. Ripeteremo le due fasi viste poco fa fino a quando riusciremo ad avere soldi necessari a pagarci le cure mediche del caso.

Horatio Goes Snowboarding

Tecnicamente Horatio

Horatio Goes Snowboarding si presenta con una grafica colorata e al limite del basilare, ma che nel contesto risulta gradevole e adatta alle performance del titolo. Purtroppo i pochissimi dettagli grafici aggiuntivi, soprattutto sulle piste di snowboard, rendono l’esperienza visiva molto ripetitiva.

Una nota di merito invece va alla colonna sonora, che presenta motivetti ben ritmati e che si sposano benissimo col titolo, anche se alla fine risultano essere pochi; divertenti anche i diversi suoni ambientali, come le frasi di Horatio ad inizio discesa.

Pur presentando un gameplay che, come scritto poco sopra è composto da solo due tasti (se si usano i dorsali del controller, altrimenti basta anche solo la levetta direzionale), Horatio Goes Snowboarding continua a farsi giocare, sia per la sua immediatezza, che anche per la difficoltà che aumenta giorno dopo giorno, con molte più macchine ad attraversare la strada e più ostacoli sulle piste.

Poi c’è l’obiettivo di sbloccare la modalità infinita che richiede 100.000 punti i quali sono tutt’altro che facili da raggiungere.

Durante le mie attraversate di strada cercando di non essere messo sotto da qualcuno, per poi affrontare la pista di snowboard in Horatio Goes Snowboarding, non ho riscontrato nessun bug di sorta.

Scheda confidenziale su Horatio Goes Snowboarding

Horatio Goes Snowboarding è un titolo nel quale ci tufferemo giù per le piste di snowboard con Horatio, cercando di battere più record possibile e nel frattempo portare a casa la pelle.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

La versione per PlayStation 4 e PlayStation 5 di Horatio Goes Snowboarding, contienre 23 trofei sbloccabili più quello di platino.

Per ottenerli bisognerà fare le più disparate azioni durante le nostre sessioni di snowboarding e non solo, ma sarà abbastanza facile arrivare al platino, in una o massimo 2 ore.

Grafica

60

Impatto

55

Longevità

60

Sonoro

60

Horatio Goes Snowboarding è un titolo che, nella sua semplicissima meccanica, riesce a divertire regalando al giocatore qualche sessione di spensieratezza.

Ci vorrà anche una buona dose di abilità per arrivare nei posti alti della classifica globale, e per chi si appassiona al titolo potrebbe significare un aumento della longevità degno di nota.

Rimane però il fatto che, per la sua impronta e tipologia di gioco, Horatio Goes Snowboarding risulta essere più un gioco per dispositivi mobile che console casalinghe.

VOTO COMPLESSIVO

6

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro