Hades

Hades: le incredibili fanart dell’illustratore Alfonso Maesa dei protagonisti del gioco

le illustrazioni mostrano i personaggi sfoggiare dei look dallo stile Techwear.

Pubblicità

Hades riscrive le regole del roguelite prendendo l’impianto classico del genere e giustificandolo con una narrazione avvincente, il tutto contornato da una miriade di armi e potenziamenti che renderanno unica ogni run.

Hades

Hades, titolo indie GDR roguelike sviluppato da Supergiant Games disponibile per Nintendo Switch e PC, si è rivelato un piccolo capolavoro che è riuscito a far molto parlare di sé, anche se rilasciato in un periodo ricco di grandi titoli come Assassin’s Creed Valhalla, Ghost of Tsushima e The Last of Us Parte II solo per citarne alcuni, tanto da portarsi a casa molte nomination ai New York Game Awards (qui trovi il nostro articolo approfondito).

Il grande successo di Hades ha portato anche altre forme d’arte a svilupparsi attorno al titolo tra cui, recentemente, una serie di illustrazioni da parte del concept artist e illustratore Alfonso Maesa, che ha voluto rielaborare i design e gli abiti dei personaggi principali di Hades in chiave Techwear, uno stile di abbigliamento che fonde l’urban al futuristico/tecnico. 

I personaggi di Hades secondo Maesa

Di seguito puoi ammirare le illustrazioni dei principali protagonisti di Hades in chiave Techwear mentre, sul suo profilo ufficiale di ArtStation (che trovi qui), puoi dare un’occhiata a tutte le altre illustrazioni di Alfonso Maesa, tra le quali troverai altri concept di personaggi di videogiochi come quelle dedicate ai protagonisti di The Witcher.

HadesHades: le incredibili fanart dell'illustratore Alfonso Maesa dei protagonisti del gioco 1Hades: le incredibili fanart dell'illustratore Alfonso Maesa dei protagonisti del gioco 2Hades: le incredibili fanart dell'illustratore Alfonso Maesa dei protagonisti del gioco 3Hades: le incredibili fanart dell'illustratore Alfonso Maesa dei protagonisti del gioco 4

 

Qualcosa in più su Hades, il roguelike rivelazione del 2020

Hades, rilasciato ufficialmente il 17 settembre 2020 dopo il rilascio di una versione ad accesso anticipato già a dicembre 2018, è un gioco del genere roguelike, cioè giochi caratterizzati da alcuni elementi tipici come mappe casuali e morte permanente. Il titolo racconta la storia di Zagreus, figlio di Ade, prigioniero del padre nel regno degli inferi fin da bambino nel suo tentativo di scappare dalla prigionia del padre dopo aver scoperto che la sua vera madre non è Nyx (dea greca della notte).

Una trama abbastanza semplice e diretta dunque, accompagnata da un gameplay altrettanto semplice ed intuitivo ma non per questo poco curato o poco divertente: ci troveremo ad affrontare trappole e scagnozzi di Ade per 4 mappe in cui è suddiviso il gioco, accompagnati da una delle 6 armi a disposizione (ognuna con un proprio sistema di combattimento) e aiutati da abitanti degli inferi, dei dell’Olimpo e eroi della mitologia greca, che ci supporteranno nel nostro tentativo di raggiungere l’uscita del regno degli inferi donandoci equipaggiamenti, oggetti consumabili e suggerimenti. 

Hades, sia su Nintendo Switch che PC, regala un’esperienza divertente e coinvolgente, che ha come punti di forza sicuramente una componente artistica incredibilmente dettagliata e curata nella sua semplicità, un gameplay chiaro e fluido anche nelle fasi più concitate dei combattimenti e una componente narrativa ottima, che vede la trama raccontata in maniera accattivante attraverso un lavoro di doppiaggio dei dialoghi tra il protagonista e i vari personaggi davvero di alto livello.

La longevità del gioco aumenta grazie alla caratteristica distintiva del genere: le morti permanenti. In Hades, ogni volta che morirai sarai costretto a ricominciare la partita da zero, tornando al punto di partenza. Questo elemento rischia di rendere l’esperienza alla lunga ripetitiva e noiosa, ma i ragazzi di Supergiant Games hanno cercato di ovviare a questo problema creando un’esperienza di gioco caratterizzata da dinamiche narrative che cambiano ed evolvono ad ogni morte.

Di fatto la morte e il dover riprendere il gioco dall’inizio diventa parte integrante dell’esperienza di gameplay, che permetterà di accumulare esperienza, oggetti, sbloccare nuove armi e potenziamenti con cui potremo approcciare il dungeon in maniera sempre differente per riuscire a superare il livello e passare a quello successivo, aumentando esponenzialmente varietà e strategie di gioco.

Inoltre i personaggi incontrati nel gioco ricorderanno dei tuoi tentativi precedenti e di conseguenza i dialoghi saranno diversi ogni volta, permettendo così anche di scoprire nuove informazioni sulla storia del protagonista e sull’identità della sua vera madre.

Prima di salutarti, oltre a suggerirti di rimanere sempre sintonizzato sulle nostre frequenze per non perderti nessuna novità sul mondo dei videogiochi, ti lasciamo il trailer di Hades nella sua versione per Nintendo Switch.

 

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Cosa ne pensi di queste illustrazioni? Hai avuto modo di provare Hades per PC o Nintendo Switch? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti! A rileggerci presto!

0 0 vota
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

LEggi altro