Guida Assassin’s Creed Origins: le Tombe segrete e i meccanismi

Dopo avervi parlato delle mappe di gioco e dei papiri, un altro punto essenziale per l’avanzamento dei progressi in Assassin’s Creed Origins sono le Tombe. Queste sono sparse in diversi punti della mappa generale e, generalmente, sono localizzate nelle zone desertiche o su terreni rocciosi e scoscesi. Nel gioco sono presenti 14 tombe e 5 enigmi relativi. Alcune ti richiederanno di percorrere i corridoi giusti, ma altre ti chiameranno a risolvere degli enigmi.

Le Tombe Segrete di Assassin’s Creed Origins

Le Tombe sono ben nascoste, quindi non le troverai facilmente. Il trovarle, proprio per questo, ti garantirà dei premi, quali armi, monete, oggetti e, la ricompensa più importante, le tavolette antiche, grazie alle quali puoi ottenere un punto abilità. In alcune tombe, puoi addirittura trovare un’unità di silice, con cui potrai attivare dei meccanismi una volta raccolte le unità richieste. 

In questo capitolo della guida, ti aiuteremo a trovare tutte le tombe segrete dislocate nel gioco, suddividendole in base alle province in cui esse si trovano. Trovarle tutte e risolvere i relativi enigmi ti farà ottenere il Trofeo Predatore della Tomba Perduta.

Prima di procedere, ricorda sempre che quando sei in una tomba e non sai cosa fare, basterà tenere premuto il tasto direzionale SU. Un radar ti indicherà dove si trova il tesoro.

Siwa

Nella provincia di Siwa, è situata la Tomba della Montagna dei Morti. L’ingresso si trova in fondo ad una roccia. Entraci e poi prosegui diritto, verso il muro con i dipinti. Usa un’arma da mischia per sfondare il muro. Procedi avanti e gira a destra appena ne hai modo e poi subito a sinistra. Troverai una zona ricoperta da una ragnatela, con in mezzo una gabbia che dovrai spostare. Per farlo, distruggi i vasi che trovi sulla destra. Una volta fatto ciò, sposta la gabbia e vai nella stanza successiva. Ci sarà una tavolettà che ti farà ottenere un punto abilità. Dalla tomba potrai, da ultimo, far uscire un bambino (non è obbligatorio). In questa tomba, inoltre, sono disseminati tre pezzi di silice e tre tesori.

Giza

In questo territorio potrai scovare la Tomba di Micerino, la Tomba di Chefren, la Tomba di Cheope e la Tomba degli Adoratori di Toth.

  • La Tomba di Micerino si trova in una piramide e contiene tre pezzi di silice e tre tesori. Per accedervi puoi utilizzare l’ingresso situato sulla cima. Procedi poi fino a quando non ti troverai davanti ad una stanza. Entra nel buco che troverai sul muro, nella parte superiore della parete. Alla fine del cunicolo, guarda in alto. Lancia una bomba verso la parte di legno della parete. Dopo aver fatto bruciare il tutto, ti si aprirà un varco: entraci e recupera la tavoletta in cui ti imbatterai. Ecco un punto abilità per te!
  • Per raggiungere la Tomba di Chefren devi entrare in una piramide, da un ingresso sito in zona nord. All’interno della piramide poi, dopo aver camminato un po’ di fronte a te, troverai un passaggio che ti farà scendere verso il basso. Arriva in profondità. Svolta, poi, a sinistra ed entra in una stanza da cui puoi uscire spingendo una porta di pietra. Raggiungerai così una stanza con una barca d’oro. Devi posizionare la gabbia sottostante, senza farla traballare, accanto alla barca per poi salirci su e “imbarcarti”. Una volta sull’imbarcazione, infatti, troverai la tavoletta con il punto abilità. In questo livello troverai sul tuo percorso anche cinque pezzi di silice e tre tesori.
  • La Tomba di Cheope odora di “pericoloso”. Eh si! Un branco di iene aspetta agguerrito vicino all’ingresso della tomba. Questi animali devi o ucciderli o evitarli. Una volta risolto questo piccolo problemino, entra nella tomba ed esplorala. Entra nella prima crepa che ti trovi sulla destra. Procedi, poi, diritto e svolta a destra al primo bivio. Raggiungi la fine del cunicolo e ti troverai in un’area con al centro una fossa. Saltaci dentro e ti troverai innanzi un cancello. Sorpresa: non puoi attraversarlo con Bayek!
    Torna sopra e appena puoi svolta a sinistra. Procedi fin quando non ti troverai in altura e usa una torcia se l’illuminazione è precaria. Sopra di te puoi vedere un passaggio. Accovacciati e oltrepassalo. Arriverai in una nuova stanza con un passaggio bloccato perché troppo alto rispetto a te. Spingi la parete sotto e ti troverai in un posto pieno di tesori. Abbatti poi la parte di muro che si trova al lato delle statue con la tua arma. Colpendo, abbasserai leggermente l’ingresso e una volta fatto, potrai accedere in una nuova stanza. Qui puoi trovare tesori e una tavoletta, con un punto abilità. Sul lato destro del sarcofago, poi, c’è un altro passaggioo. Anche qui puoi raccogliere alcuni tesori. Ora bisogna tornare indietro e risalire la tomba, per uscirvi.
  • La Tomba degli Adoratori di Toth si trova sul confine con il Nomo di Iment e contiene cinque pezzi di silice e sei tesori. Per raggiungerla, sarà necessario passare per il nascondiglio dei banditi. Questi vanno o evita o sfidati se hai un numero adeguato di punti XP. Per evitarli, usa, invece, le rocce. Fatto ciò, entra nella grotta che si trova lì e raggiungine la fine, camminando sull’ultima corda. Una volta raggiunto il lato opposto, devi subito girare a sinistra. Ti troverai delle piattaforme di legno davanti. Posiziona bene le quattro travi in modo che riescono a sostenere il tuo peso, mentre passi dall’una all’altra. Così facendo, raggiungerai l’altro lato della stanza. Lì, devi andare dritto fino a raggiungere la fine del percorso. Ti troverai in una stanza con una tavoletta e un punto abilità per te!
    Qui è presente anche un Meccanismo Segreto Eesfet Oon-m’AA Poo. Per raggiungere questo meccanismo, devi attivare tutti i dodici Cerchi di Pietra e raccogliere 50 silici. Con i primi​apri il percorso che ti porta al meccanismo. Una volta raggiunto il meccanismo, oltrepassando il percorso, devi usare 50 silici per attivarlo.
Nomo di Uab

La Tomba del Cinico si trova nella parte occidentale del Nomo di Uab. Entrandovi, ti ritroverai in ​​una stanza con un branco di leoni. Cerca di raggiungere il passaggio situato di fronte all’ingresso, dall’altro lato. Una volta arrivato lì, prosegui diritto e raggiungerai un’altra stanza con un solo leone questa volta. Affrontalo e poi vai a sinistra. Continua dritto finché non raggiungi la tavoletta antica. Otterrai due pezzi di silice e due tesori.

Deserto Desheret

Nel Deserto di Desheret è presente la Tomba di Seth Anat, in cui dovrai risolvere un’enigma per raggiungere la tavoletta antica. La tomba si trova proprio al centro del deserto. Una volta recuperata la tavoletta, poi, potrai raggiungere il meccanismo della tomba. Sono, inoltre, disseminati qui quindici pezzi di silice e tre tesori.

La prima cosa da fare è spostare verso di te la porta che poi sarà quella che ti farà accedere. Spingila verso di te fin quando puoi e poi scala. Arrivato sopra, continua a tirare il blocco di pietra. Una luce brillerà sulle rocce nell lato opposto. Segui il bagliore: salta giù dalle rocce e quando raggiungi un bivio, gira a destra e poi sali. Sposta un altro blocco di pietra. Man mano che lo muovi, vedrai che la luce splende su un luogo coperto da una ragnatela. Devi andare là e bruciare la ragnatela con la tua torcia. Dopodiché devi seguire di nuovo la luce. Raggiungi il punto in cui la luce splende e spingi il blocco di pietra. Raggiungi poi un altro punto su cui batte la luce e distruggi anche qui la ragnatela presente, questa volta con una granata. È una sorta di puzzle: man mano che sposti le pareti, la luce splenderà su un’altra parete sempre da spostare. Fatto ciò,  puoi entrare nella tomba e recuperare la tavoletta antica. Prima di attivarla, distruggi la ragnatela sulla tua destra, sempre con una granata, così potrai raggiungere il meccanismo della tomba.

Il meccanismo Qeneb.too Kah’Aiyer: raccogli le cinque parti di silice sparse per la stanza- Avvicinati, poi, al meccanismo e attivalo. Ascolta la storia che partirà in quel momento. Puoi poi uscire dalla tomba con il messaggio segreto che hai ascoltato.

Deserto Nero

Anche qui avremo una tomba e un meccanismo da attivare.

La Tomba del Nomarca si trova tra il Deserto Nero e la provincia del Fayum, in un posto un po’ nascosto. Per accedervi devi saltare in  un buco. Lì, puoi vedere delle scale. Vai giù e gira a destra appena ne avrai l’occasione. Raggiungi una stanza con una barca. Non toccarla. Sposta la costruzione di legno che trovi sotto la sua punta. Questo ti permetterà di salire sulla barca, grazie ad una sporgenza di pietra che vedrai subito dopo aver spostato la costruzione di legno. Vai a sinistra e troverai una parete poco stabile. Dietro di questa puoi trovare la tavoletta antica: abbattila. Lungo il tuo percorso, troverai anche tredici pezzi di silice e quattro tesori.

Il meccanismo Seshem eff è accessibile sulla destra del punto in cui hai trovato la tavoletta. Lì, infatti, c’è una parte di muro da abbattere. Gira, poi, a sinistra. Troverai un luogo con molta acqua. Tuffati e raccogli i pezzi di silice disseminati. Al centro c’è il meccanismo da attivare.

Nomo di Saqqara

Qui sono situate la Tomba di Djoser e la Tomba di Snefru.

  • La tomba di Djoser è accessibile dalla parte inferiore della piramide. Raggiungine la profondità e poi gira a sinistra. Sul lato destro della stanza in cui ti troverai, vedrai una mensola in legno. Spostala e vedrai un passaggio. Attraversalo, procedendo diritto. Svolta a destra, appena potrai farlo. Raggiungerai un’altra stanza in cui dovrai abbattere una parte del muro a sinistra. Oltre la parete c’è un corridoio da percorrere, caratterizzato da pareti in cui sono incastonate pietre verdi. Vai, poi, a destra e a sinistra al primo bivio incontrao. Procedi poi diritto fino a raggiungere una stanza in cui puoi distruggere tre  parti di un muro sulla sinistra. Dietro la parete centrale troverai una tavoletta, che ti farà ottenere un punto abilità. Altre cose che puoi trovare sono quattro pezzi di silice e cinque tesori.
  • La tomba di Snefru si trova all’interno di una piramide, a cui puoi accedere da nord. Piccola premessa: puoi accedervi solo dopo aver accettato la missione secondaria, Riti di Anubi. Dopo essere entrato, vai diritto fino ad arrivare ad una stanza chiusa, dalla quale potrai uscire solo attraverso un buco nel muro. Fallo e ti troverai in un’altra stanza. Sulla parete di destra c’è una pietra che puoi spostare. Se lo fai troverai un passaggio. Percorrilo e raggiungerai una stanza, dove un buco ti farà continuare la discesa verso il basso. Vi basterà raggiungere la fine per trovare la tavoletta. Ma prima vi sono tre zone con alcune piattaforme da bilanciare, apponendovi sopra dei pesi. Bilanciando tutto bene, raggiungerai la stanza successiva, dove sono posizionati dei vasi. Dietro quelli sulla sinistra, c’è un passaggio, dove troverai la tavoletta antica. Per te, un punto abilità. Inoltre, cinque pezzi di silice e quattro tesori sono ottenibili nella tomba.
Nomo di Haueris
  • La Tomba di Smenkhkare si trova nell’area a sud del Nomo, nei pressi di un promontorio sul fiume Nilo. Il suo ingresso si trova sotto terra. Per entrarvici, devi rompere il muro con la tua arma. Prosegui, poi, diritto, tuffati in acqua e raggiungi l’entrata dal lato opposto. Anche qui dovrai giocare con le piattaforme e bilanciarle con un contrappeso. Solo così potrai raggiungere la tavoletta antica. Per recuperarla, però, dovrai combattere contro due nemici di livello 34. Non puoi evitarli, ma solo ucciderli. Abbattendo poi la parete, ti troverai davanti ad un obelisco. Ma di questi parleremo in un altro capitolo di questa guida. Dodici pezzi di silice e quattro tesori sono disseminati in questa zona.
    Il meccanismo Eeyoo Sekedoo Aat lo trovi all’uscita dall’acqua, in altura.
  • La Tomba di Amenemhat III si trova nei pressi del punto di viaggio veloce del Nomo di Haueris. È nascosta tra le rovine: una volta che sei entrato, prosegui diritto. Ti troverai in una stanza, dove ci sono due pezzi di pavimento che possono essere rotti. Usa la mazza e rompili. Salta, poi, dentro l’apertura che hai provocato e vedrai un muro da abbattere. Appena sfonderai il muro, si aprirà una porta. Ti troverai in una zona con una piscina infestata di coccodrilli. Corri e tuffati. Nuota nei pressi di una scala visibile e lì troverai la tavoletta. Qui recupererai quattro pezzi di silice e due tesori.
Deserto Isolato
  • L’ingresso della Tomba dei Nomadi si trova tra le colline del deserto, nei pressi del Cerchio di Pietre del Capro Marino. Una volta entrato, gira a destra nella prima stanza e poi prosegui diritto. Abbattendo le pareti, troverai un corso d’acqua, tuffati. La tavoletta è nella profondità, nell’angolo destro di questa pozza d’acqua. Qui, inoltre, sono disseminati quattro pezzi di silice e tre tesori.
  • La Tomba d’Oro, invece, si trova a nord rispetto al villaggio di Remetch-Ra. Qui troveremo sia la tomba che il meccanismo da attivare, il tutto tra le montagne. Dovai rompere una parete, da cui fuoriuscirà una luce. Segui il raggio di luce, anzi, per renderla più evidente, brucia la ragnatela sullo specchio, così da consentire il riflesso. La luce traccerà un percorso: distruggi le anfore che la interrompono. Arriverai alla tavoletta. Nella tomba, in tutto, potrai raccogliere undici pezzi di silice e quattro tesori.
    Dopo aver attivato la tavoletta, sarai in grado di accedere al meccanismo. Gira a sinistra e poi scendi giù. Raggiungerai una grande stanza: qui dovrai continuare a scendere. Alla fine del percorso, troverai un bottone con cui attivare il meccanismo.

Abbiamo ripercorso insieme le tombe segrete di Assassin’s Creed Origins e i cinque meccanismi da sbloccare. Non lasciatevi sfuggire i tesori inclusi! Nel prossimo capitolo di questa guida, parleremo dei trofei conquistabili nel gioco.

Fonte

Massimo Segante
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x