guardians of the galaxy

Guardians of the Galaxy punta tutto sul single-player e la sua esperienza

Le ragioni dietro a tale scelta potrebbero essere ben più che profonde...forse!

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Annunciato qualche giorno fa all’E3 2021, Guardians of the Galaxy si annuncia come una nuova avventura con protagonisti gli eroi più casual dell’universo Marvel! Presentato durante la conferenza Square Enix, il gioco salta subito all’occhio per un trailer precario, ma dagli aspetti e punti di forza davvero sorprendenti, tanto da catturare fin da subito l’attenzione e far dire “lo voglio!”.

Pochi sono i dettagli presentato finora riguardo a Guardians of the Galaxy, ma dalle numerose interviste con gli sviluppatori sappiamo che il gioco vuole essere un’avventura intensa e soprattutto incentrata sulla campagna giocatore singolo, per poter creare un legame intenso anche con gli stessi NPC che controlleranno gli altri membri dell’equipaggio di Peter Quill, aka Star-Lord.

Nel caso te lo fossi perso, ecco il trailer d’annuncio del gioco in arrivo il 26 ottobre:

Guardians of the Galaxy si presenta come un’avventura unica incentrata sul rapporto del team

Mostrato con un breve gameplay alla stessa conferenza, il gioco presenta tutte le caratteristiche tipiche di un TPS con opzioni di scelta che influiranno sui rapporti tra i vari guardiani.

A supporto di ciò, il Senior director Jean-Francois Dugas afferma proprio che “i Guardiani della Galassia sono un pacchetto provvisto di molte sfaccettature” e che quindi avremo a che fare con una storia che scaverà a fondo su ogni guardiano ed il loro personale rapporto con Peter e con gli altri.

Traendo spunto infatti dal recente titolo Telltale, Guardians of the Galaxy ci farà vivere l’esperienza solo attraverso gli occhi di Star-Lord, mentre avremo diversi momenti, durante gli scontri o le sezioni di esplorazione, per poterci relazionare con ogni membro del team, proprio come mostrato nel trailer gameplay.

Ecco di cosa stiamo parlando:

Vera bomba, al contrario di un gameplay abbastanza precario, è proprio il fatto di calarsi nei panni di Quill per poter reagire a conversazioni, fare battute ridicole o ideare piani dagli aspetti…grotteschi, il tutto mentre potremo sempre avere a stretto contatto i rapporti con tutti gli altri guardiani, ognuno con le proprie preferenze e reazioni alle nostre battute, piani ed…uscite stravaganti degne di un perfetto party di Dungeons & Dragons!

Di sicuro, Guardians of the Galaxy sarà nella nostra lista desideri e non vediamo l’ora di attendere nuove notizie su un titolo che potrebbe rivelarsi l’ago della bilancia per una serie di giochi Marvel che potrebbero riscattare una fiducia persa con i precedenti titoli!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

E tu te la sentiresti di dire a Drax di lanciare Rocket dall'altra parte del burrone?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro