esports fairplay

E-sport: la PGL vuole il certificato vaccinale obbligatorio per il 2022

Per salvare il "LAN" degli e-sport, il sacrificio deve essere di tutti!

Pubblicità

Un DLC di Minecraft? Assolutamente no! Bonfire Peaks ti metterà alla prova per fare una cosa sola: bruciare il tuo passato e andare avanti nella tua vita. Magari scalando una montagna.

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Quanto sono importanti gli e-sport? Beh, se chiesto alla stessa PGL, ente organizzatore dei maggiori eventi competitivi, ci verrà risposto che l’obbligo vaccinale sia l’unica soluzione per un 2022 in cui “il LAN potrebbe sopravvivere”… !

Come ogni altra professione colpita dal COVID-19, il mondo degli e-sport ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco, rinunciando a gran parte degli eventi sullo stage per poterlo trasmettere in diretta streaming senza dover annullare il tutto. Per fortuna la piega completamente virtuale degli eventi competitivi ha comunque permesso la sopravvivenza degli sport virtuali, ma già dall’inizio del prossimo anno, tutti i giocatori professionisti dovranno esibire un certificato vaccinale per partecipare agli eventi sullo stage.

Mettiamola così: Le perdite durante l’anno di pandemia sono comunque successe, ma ponendo la fiducia nei giocatori e nel supporto che il  vaccino sta fornendo alla lotta contro il virus, già dal 2022 potremo tornare negli stage più famosi del mondo per contendersi il titolo di miglior giocatore!

e-sport and PGL

PGL in prima linea contro il COVID-19 anche negli e-sport!

Lo stesso organizzatore di tornei, come quelli di DOTA 2, CS:GO, Quake e FIFA, ha voluto ribadire l’importanza del vaccino e di come milioni di organizzatori, staff, tecnici e lavoratori nelle retrovie degli sport virtuali vogliano tornare sullo stage e rendere ogni torneo davvero emozionante!

Di sicuro la richiesta di pass vaccinale obbligatorio causerà comunque problemi logistici, ma quando in palio di sono circa 2 milioni di dollari nell’atteso torneo di CG:GO a stoccolma, l’idea di voler supportare la lotta al COVID-19 si farà sicuramente più attiva!

Persino nel prossimo torneo di DOTA 2 ad ottobre, mascherine e certificati validi saranno all’ordine del giorno, così come la salvaguardia di ogni personale e giocatore per rendere gli e-sport di nuovo grandi e pieno di speranza!

Senza ombra di dubbio un grande passo sia per gli e-sport che per la lotta al virus, ma mentre i giocatori professionisti viaggeranno liberamente e parteciperanno dal vivo sugli stage, i numerosi spettatori, anche se bloccati in casa o impossibilitati a viaggiare, potranno comunque godersi la magia dei giochi competitivi grazie al fidato ed intramontabile streaming!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

E tu, come seguirai gli e-sport del prossimo anno?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro