Dandy & Randy DX: la recensione

Due archeologi alla ricerca di soldi

Pubblicato da Ratalaika Games e sviluppato da Asterstic Game Studio, Dandy & Randy DX è un piccolo action/puzzle game dalle poche pretese ma che può regalare una manciata di ore di svago grazie a due personaggi decisamente rimbambiti e a un mondo in pixel colorato e che rievoca il passato. Il tutto con un accompagnamento musicale accattivante e piacevole. Noi abbiamo consumato il gioco su Nintendo Switch e siamo pronti a raccontartelo nella nostra recensione!

Dandy & Randy DX: due archeologi e una gemma

Il canovaccio narrativo dell’opera di Ratalaika Games è decisamente in linea con il genere di riferimento e vede due bizzarri protagonisti alle prese con un gravissimo problema: pagare la banca! Esatto, i nostri protagonisti… Dandy la papera e Randy il coniglio sono indebitati fino al collo e devono assolutamente trovare una soluzione. Il fato, o fortuna che dir si voglia, prova ad aiutarli facendogli trovare un volantino che narra di una gemma preziosa e dal valore inestimabile. Il problema è… trovare questa gemma!

Dandy & Randy DX: la recensione 1

Armati di buona volontà e di una sana disperazione, i due animali decidono di vestire i panni di novelli archeologi, partendo verso un’isola misteriosa… sede della gemma. Purtroppo, ad attenderli ci sono pirati, lumache giganti, mostri e creature di vario genere e numerosissimi enigmi da risolvere. Da evidenziare che la narrazione è divertente e con una buona dose di umorismo. Riusciranno i due a saldare il debito e a uscire vivi dall’isola? Sta a noi aiutarli.

Dandy & Randy DX: la recensione 2

Un gameplay vecchio stile

Dandy & Randy DX pesca a piene mani dal passato videoludico, ricordando più volte Zelda ma con enigmi e difficoltà decisamente più accessibili (con rari picchi di difficoltà). Fondamentalmente, il gioco è un 2D top-down old-school con un sistema di combattimento elementare e che ci vede raccogliere e lanciare oggetti contro i nemici. Anche l’energia del nostro personaggio richiama i classici, con tanto di cuori rossi sempre ben visibili su schermo.

Per quanto riguarda le azioni su schermo, quale che sia il personaggio con cui iniziare, avremo a disposizione una splendida pala da utilizzare a piacere. Questa pala permette di scavare buche e dissotterrare monete. Con il proseguire dell’avventura, l’attrezzatura a nostra disposizione si allargherà, introducendo il boomerang, il martello e tanto altro. Tutti questi strumenti saranno utili per affrontare gli innumerevoli enigmi cosparsi nell’isola. Ad esempio, il martello frantuma le rocce, il boomerang è utile per colpire pulsanti e nemici posizionati a distanza e così via.

Dandy & Randy DX: la recensione 3

Di isola in isola, di enigma in enigma

Come detto, Dandy & Randy DX è pieno zeppo di enigmi. Nulla di eccessivamente complesso ma richiede un minimo d’attenzione. In genere si tratta di spostare determinati blocchi per sbloccare un percorso oppure eseguire determinate azioni a tempo. Interessante anche vedere una leggera variabilità degli stessi a seconda del bioma che si affronta.

Sì, perché l’isola possiede scenari tematici diversi anche se per niente originali. Si spazia da foreste a deserti, passando per distese ghiacciate… tutte zone piene di nemici, enigmi e tesori. Per accedere alle nuove aree, dovrete sconfiggere il boss di turno. Questi potrà essere raggiunto solo all’ottenimento di alcune chiavi. Da evidenziare che i boss sono abbastanza divertenti da affrontare e presentano anche un discreto livello di sfida.

Dandy & Randy DX non presenta un livello sfida alto ma bisogna segnalare momenti frustrazione imprevisti, soprattutto verso la fine e legati agli enigmi a tempo, che possono portare a dover ripetere più e più volte determinate sezioni di gioco a causa di checkpoint spesso poco pratici. Questo perché a ogni zona superata, i nemici riappaiono… potenziando il rischio di monotonia comunque fortemente presente in tutta la produzione. Per fortuna il gioco sa quando finire, offrendo un’esperienza che supera di poco le due ore.

Dandy & Randy DX: la recensione 4

La morte? Questione di soldi

Se si muore, e ogni tanto capiterà, il gioco ti punisce facendoti perdere dei soldi. E i soldi, se non l’hai ancora capito, sono l’anima del gioco. Questi ti serviranno per acquistare i carissimi potenziamenti… e quindi cerca di stare quanto più lontano possibile dalla morte.

In due è più divertente

Nota a favore della produzione è la possibilità di giocare l’intera esperienza di gioco insieme a un altro giocatore con una modalità cooperativa discreta. In questo modo il tutto diventa più vivo, divertente e quindi decisamente meno noioso. Senza contare l’agevolazione nei pochi picchi di difficoltà già segnalati.

Dandy & Randy DX: la recensione 5

Grafica e sonoro del passato

Graficamente Dandy & Randy DX è un po’ anonimo. Come lui esistono tanti altri prodotti. Lo stile grafico a pochi pixel è colorato, vivace e funziona anche abbastanza bene ma appunto non è originale se non per alcuni personaggi a loro volta dotati di buon umorismo. Discorso diverso per il sonoro, decisamente più ispirato anche se fedelissimo allo stile acustico delle glorie passate.

Scheda confidenziale su Speciale

Dandy e Randy sono indebitati fino al collo. Devono un sacco di soldi e non sanno come fare… almeno finché non s’imbatteranno in uno strano volantino che parla di una gigantesca gemma nascosta in un’isola misteriosi. Armati di una pala, i due decidono di intraprendere la via dell’archeologia pronti ad affrontare qualsiasi cosa… o quasi.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

La versione per Nintendo Switch di Dandy & Randy DX non presenta alcun trofeo.

Grafica

60

Impatto

70

Longevità

50

Sonoro

70

Dandy & Randy DX è un gioco d’azione in 2D pieno di enigmi da risolvere. Tra tesori da scovare, nemici da sconfiggere, boss giganti e una trama divertente e pazzerella, il prodotto di Ratalaika Games pecca di originalità. L’esperienza finale regala un gioco breve, discretamente divertente ma con picchi di frustrazione inaspettati. Il tutto, purtroppo, con un costante alone di monotonia in parte tipico dal genere e in parte potenziato da alcune scelte di sviluppo discutibili. Il titolo rientra così tra i tanti senza infamia e senza lode che provano a rievocare il passato senza osare troppo.

VOTO COMPLESSIVO

6.7

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI