Cosenza comics and games 2022 fiera

Cosenza Comics and Games 2022: un nuovo inizio

La fiera del fumetto, del gioco e della cultura pop ritorna in grande stile

Restart, questo è il nome che è stato scelto per il Cosenza Comics and Games di quest’anno. Ogni edizione della fiera del fumetto, del gioco e della cultura pop che si tiene nel cosentino ha un nome rappresentativo, ma quest’anno il significato dietro questa scelta è più che mai palpabile.

Dopo due lunghi anni di stop, si ricomincia. Tornano i sorrisi, gli abbracci e i tornei a colpi di spada sotto il sole cocente. Sotto chili di stoffa e foam, dietro le armature e le maschere ci si riconosce guardandosi negli occhi e ritrovando l’uno nello sguardo dell’altro la stessa emozione per questo tanto atteso ritorno.

jeep jurassic park cosenza comics and games
Una riproduzione di una Jeep di Jurassic Park in esposizione nella hall.

Giunta alla sua ottava edizione, la fiera che riunisce il pubblico calabrese cambia per la prima volta location. Dalla sede storica che dal 2015 è sempre stata la Città dei Ragazzi di Cosenza, il Cosenza Comics and Games 2022 si sposta al Parco Acquatico Santa Chiara di Rende. L’evento, organizzato dall’associazione Orizzonte degli Eventi, torna in presenza, dopo le scorse due edizioni che si sono svolte esclusivamente in digitale, Cosenza Comics and Games: atHome nell’ottobre 2020 e l’edizione Beyond a maggio 2021.

Un trepidante ritorno ricco di novità

Ogni edizione della fiera è annunciata con una nuova locandina illustrata da un artista differente. Il manifesto di quest’anno è stato realizzato da Aurora Stano e raffigura le due mascotte della fiera, Alariko e Kepler, e sullo sfondo si intravede la nuova location. Insieme alla nuova sede, questa nuova edizione porta anche una grande novità: Ludus in fabula, il primo fumetto dedicato alle due mascotte del Cosenza Comics and Games.

ludus in fabula cosenza comics and games
Il fumetto realizzato in occasione della fiera

Questo progetto nasce per raccontare la storia delle due mascotte protagoniste delle locandine e in particolare racconta l’infanzia di questi due giovani lupi che si incontrano per la prima volta. Kepler è un omaggio all’omonima missione di esplorazione spaziale e Alariko rappresenta l’identità di Cosenza perché richiama la leggenda del tesoro di Re Alarico. Entrambi sono lupi perché il lupo della Sila è il simbolo della città di Cosenza.

Il fumetto, pubblicato da Nero su Bianco Press, è basato sulla storia di Roberto Megna e i disegni di Carlo Lauro. Il progetto è stato supervisionato da Sante Mazzei (padre del Cosenza Comics and Games) e Alessandra Lucanto (Nero su Bianco).

Cosenza Comics and Games: la fiera

Questa ottava edizione del Cosenza Comics and Games si sviluppa in due aree: interno ed esterno con attività dedicate. L’area esterna è stata luogo di concerti e attività all’aperto come tornei, percorsi a ostacoli e un campo di softair.

Nelle giornate di sabato e domenica si è tenuto, come ormai da tradizione, il torneo LARP caratterizzato da sfide uno contro uno con scudo e spada e organizzato da Secret Loot. L’associazione Role & Roll di appassionati di giochi di ruolo, da tavolo e di cosplaying ha organizzato run di D&D con i manuali di Historia. Inoltre il gruppo ha anche allestito due escape room sul tema mistero e investigazione.

dadi e figure cosenza comics and games

L’ambiente interno della fiera è stato suddiviso in delle aree tematiche. Technotown in cui si sono svolti i tornei di Magic e di UNO, in quest’area erano presenti le postazioni gaming da PC e il simulatore di corse dell’associazione Unical Corse. Insieme alle postazioni PC ci sono state anche le postazioni Nintendo Switch che hanno permesso lo svolgimento dei diversi tornei tra cui FIFA ’22, Call of Duty Warzone, League of Legends, Rocket League e Street Fighter V. Nell’area Technotown è stata anche allestita la mostra di creazioni LEGO ad opera dell’associazione itLUG (Italian LEGO Users Group).

navi lego cosenza comics and games
“La Tregua” diorama realizzato interamente con mattoncini LEGO da Sandro Zunno di itLUG

Nella hall oltre agli stand commerciali erano presenti artisti come illustratori, fumettisti e autori. Tra le partecipazioni che si sono rinnovate anche per questa edizione figurano Antonio Malfitano e Davide Rende, gli autori di Nemesis, fumetto incentrato sulle leggende che aleggiano intorno al borgo di San Fili. Un appuntamento immancabile anche per Carlo “Cid” Lauro e Roberto “il Rogna” Megna autori del già citato Ludus in fabula che hanno presentato in anteprima il nuovo ed esilarante volume di Detective Cog Lion edito da Green Moon Comics.

carlo lauro cosenza comics and games
Carlo ‘Cid’ Lauro

Nella giornata di domenica si è tenuto il tradizionale contest Cosplay che ha visto partecipare personaggi svariati da protagonisti di vecchi classici fino a personaggi di videogiochi. Come ogni anno, anche questa edizione del Cosenza Comics and Games è stata rallegrata dalla presenza di diversi concerti con le sigle de “I cavalieri del re” con Guiomar Serina accompagnata dalla Compagnia delle stringhe; il concerto dei Crazy Toons e a chiudere la kermesse il live di Giorgio Vanni. Continua a seguirci per non perderti altri approfondimenti sulla fiera che pubblicheremo nei giorni a seguire.

(Foto concesse gentilmente da Fabrizio Lucente)

Fonte

Sei stato anche tu all'evento? Come è stata per te la fiera? Facci sapere con un commento!

Maria Grazia Guzzo
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI