Control e gli altri giochi di Remedy nello stesso universo?

In Control, gli Easter Eggs e gli indizi che vorrebbero la condivisione di uno stesso universo di tutti gli altri giochi di Remedy si sprecano. Vediamoli!

Remedy Entertainment Alan Wake

Lo sviluppatore Remedy è, per giusto merito, ben noto per aver creato giochi come Max Payne, Alan Wake, Quantum Break e il più recente Control. Anche se i giochi sembravano totalmente indipendenti l’uno dall’altro, in realtà con la recente pubblicazione di Control si è cominciata a vedere la tessitura che lega i giochi Remedy. Quindi a quanto pare, l’universo di gioco sarebbe lo stesso. O, almeno, questo è quanto suggeriscono alcuni degli Easter Eggs in Control che in alcuni casi combaciano perfettamente con gli eventi già visti negli altri titoli.

Remedy

Va specificato però che la maggior parte degli Easter Eggs si concentra sulla connessione tra Control e Alan Wake. Questo semplicemente perché Remedy possiede i diritti di solo questi due franchise. Nonostante non siano così chiari e preponderanti, sono presenti dei collegamenti anche con Max Payne e Quantum Break.

Chiaramente, per poterti dare una visione più chiara dei collegamenti presenti fra questi titoli dovrò ricorrere a tantissimi spoiler di trama. Se ancora non hai giocato Control, o vuoi recuperare dal passato qualche altro titolo Remedy, torna su questo articolo in un secondo momento!

Gli Easter Eggs in Control

Ma come si intersecano esattamente i giochi? Remedy non tenta neppure di mascherare questi collegamenti, che sono perfettamente inseriti all’interno di alcuni Easter Eggs del loro ultimo gioco, Control.

Ad esempio, il fratello di Jesse, Dylan fa riferimento a un sogno in cui ci sono diversi universi. In un mondo, ci sarebbe uno scrittore che ha scritto una storia su un ufficiale di polizia. In un altro mondo, questo poliziotto è reale.

Questa, ovviamente, non è una chiara prova, ma sembrerebbe un palese riferimento ad Alan Wake, in cui il personaggio principale scrive romanzi Noir sugli agenti di polizia e a Max Payne, dove invece interpretiamo un vero e proprio poliziotto.

Stando a quanto detto, almeno per quanto riguarda Max Pain, i giochi non si ambienterebbero nello stesso universo, ma in universi paralleli, un collettivo di realtà differenti che potremmo descrivere come il grande “Remedy Universe”.

Incontra Dylan nella storia principale e poi parlagli con regolarità per poter leggere questo dialogo.

Alan Wake e l’ufficio

Ma ci sono connessioni ancora più chiare. Non c’è da dimenticarsi che Control parla di eventi paranormali che si svolgono nel mondo e che di solito hanno a che fare con oggetti di potere. Questi sono oggetti con una connessione ad altri mondi o che sono stati resi “potenti” dalle diverse credenze culturali degli uomini. Gli oggetti di potere possono donare grandi poteri a chi è in grado di imbrigliare la loro potenza, ma sono anche in grado di scatenare eventi paranormali devastanti, chiamati Altered World Event, che se non contenuti sono in grado di avere persino una portata planetaria.

Secondo uno dei tanti documenti reperibili in Control, un evento del genere è accaduto anche a Bright Falls, il luogo in cui, guarda caso, si svolge Alan Wake. In quel documento si afferma che ci sia stato un evento paranormale di ampia portata a Bright Falls, che ha portato alla materializzazione di una storia immaginaria dell’autore Alan Wake. Quando il Federal Bureau of Control è arrivato lì, l’evento era già finito.

Questo riferimento a Bright Falls si trova nella parte superiore del Main Candidate Program, nascosto dietro una scatola nel compartimento inferiore di uno scaffale.

C’è un riferimento a Bright Falls anche in un altro documento. Un certo Richard Bowker racconta di un sogno raffigurante una piccola città vuota con un lago nel mezzo. Intorno a lui c’erano esseri oscuri e mormoranti  che rassomigliano non poco i posseduti di Alan Wake.

Troverai l’Easter Egg su un tavolo in cima alle lettere non consegnabili. Avrai bisogno della capacità di levitazione per poterlo raggiungere.

“AWE” in Quantum Break

La connessione a Quantum Break e Max Payne rimane leggermente più sottile rispetto a quella con Alan Wake, come menzionato sopra probabilmente a causa della situazione legale. Tuttavia, ci sono moltissimi graffiti in Quantum Break, che mostrano le parole “AWE”.

AWE è guarda caso l’acronimo del succitato “Altered World Event”. Questa piccola ma interessante “casualità” potrebbe indicare che la macchina del tempo in Quantum Break sia un oggetto di potere e gli eventi accaduti un Altered World Event. Tra l’altro se il collegamento fosse azzeccato, questo significherebbe che Remedy aveva già avuto l’idea di Control ancor prima del suo divorzio con Microsoft.

Un riferimento plateale a Quantum Break in realtà manca nei sogni di Dylan. Tuttavia, continuando a parlare con il ragazzo questo parlerà di un certo Mr. Door, che viene dal piano astrale. Secondo lui, Door è una sorta di entità presente in tutti i mondi contemporaneamente. Cosa Dylan intenda con questa affermazione non è del tutto chiaro, tuttavia, in Quantum Break, esisteva un’entità al di fuori del tempo, proprio come sembra essere Mr. Door.

L’interruttore della luce

Tornando ai riferimenti ad Alan Wake, durante i fatti avvenuti in Control, Alan è ancora disperso. Alice Wake fu trovata dal Federal Bureau of Control e interrogata. Tuttavia, la signora Wake soffre di un amnesia e di fatto riesce a rivelare poco e nulla agli agenti. Viene anche menzionato l’interruttore della luce di Alan che dovrebbe essere un altro oggetto di potere. Per inciso, durante eventi di Bright Falls, sembrerebbe che il Federal Bureau of Control fosse di proprietà del padre dello sceriffo Sarah Breaker, un ex agente dello stesso, cosa che apprendiamo solo in Control.

In Alan Wake, Sarah chiede ancora una volta a Barry Wheeler, l’agente di Alan, di avvisare le persone a Bright Falls per telefono e usare la parola in codice “Night Springs“. Questa è una serie televisiva immaginaria in Alan Wake e un omaggio a The Twilight Zone.

Night Springs è menzionato in un altro documento coma parola in codice usata per difendere la gente comune dal sovrannaturale. Risulta chiaro che dietro alle azioni di Sarah Breaker ci fosse un agente dell Federal Bureau of Control, ed è per questo che una volta intercettato il segnale per telefono, l’organizzazione di contenimento del paranormale sia arrivata a Bright Falls.

Questo riferimento a Night Springs può essere trovato in Control nel Consiglio Direttivo, in una stanza che richiede un’autorizzazione di Livello 3.

Il thermos è tornato!

Viene menzionato anche il famigerato thermos di Alan Wake. Lì è un consumabile, ma in Control è un oggetto alterato (simile a un oggetto di potere, ma senza pericolo immediato), che deve essere esaminato dall’organizzazione.


Il documento in questione afferma inoltre che lo stesso Alan Wake era un tempo un candidato interessante per il “programma per candidati primari” dell’ufficio, proprio come Jesse. Il suggerimento che Alan Wake fosse tenuto sotto osservazione si trova nella parte superiore distorta del Main Candidate Program sotto un bidone della spazzatura, vicino all’oggetto alterato Mannequin.

Il programma esamina le persone che hanno una connessione speciale con il piano astrale, un luogo che svolge un ruolo importante in Control.

Se questo non fosse abbastanza ovvio, puoi persino trovare un filmato, riproducibile con un proiettore, che raffigura lo stesso Alan Wake intento a scrivere. È al quinto piano del Panopticon, che puoi raggiungere tramite l’abilità di levitazione. Per la cronaca, anche un thermos si nasconde lì.

“Succederà di nuovo, in una città chiamata Ordinary.”

Una cosa davvero straordinaria è che non soltanto Control ospita dentro di se Alan Wake, ma in passato è avvenuto anche il contrario: se ascolti la canzone tornando ai titoli di coda del DLC American Nightmare di Alan Wake, sentirai il messaggio “Accadrà di nuovo, in un’altra città. Una città chiamata Ordinary “.

Ordinary è la città natale dell’eroina Jesse in Control e l’Altered World Event avvenuto li è persino il motivo per cui la donna si ritroverà invischiata negli avvenimenti di Control.

Il gioco di Remedy che nessuno conosce

Un link fornisce anche il blog “This House of Dreams”, che è stato identificato come Alternate Reality Game (ARG) da Remedy. Tali giochi riuniscono il mondo reale e i mondi immaginari.

L’ARG ha fatto la sua comparsa nel 2012 e si ambienta nell’universo di Alan Wake. Parla di Sam, una ragazza che racconta sul suo blog di strani sogni che la perseguitano da quando si è trasferita da Ordinary, la stessa città di Jesse.

Tra le altre cose, Sam trova una scatola da scarpe a casa sua per poi sognare persone con giacche AWE, che portano via con loro la scatola in questione. Più tardi l’oggetto è effettivamente scomparso. Qui Control si collega grazie a una lavagna che identifica quella stessa scatola come un oggetto di potere.

Non è mai stato affermato da Remedy se lo sviluppatore avesse pianificato tutte queste connessioni fin dall’inizio. Sicuramente, ora sai che Control, o quantomeno la storia di Jesse, risale addirittura al 2012. Dopotutto, lo stesso Alan Wake dice “Non è un lago, è un oceano”. Una frase che suggerisce un contesto molto più ampio dell”accogliente” Bright Falls.

Certo è che Control potrebbe aver dato molto significato a molte cose molto piccole come i thermos solo in un secondo momento, andandole semplicemente a inserire in un contesto più ampio.

Un secondo capitolo di Alan Wake rimane sempre in ballo anche perché, dopotutto, è Remedy a possedere i diritti del gioco. Rimane anche plausibile che Control vada avanti con un futuro sequel e addirittura che i due franchise si fondano per completare la storia di entrambi.

Cosa pensi di questo “Remedy Universe”? Vorresti vederlo continuare e approfondire?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
>

Cosa pensi di questo “Remedy Universe”? Vorresti vederlo continuare e approfondire?

4+