Call of Duty: Warzone, ritornano gli aimbot e i cheater riescono a centrare i giocatori in aria

Ci risiamo, streamer svela per errore su Twitch l’utilizzo dei cheat in Call of Duty Warzone

L'ennesimo cheater ha involontariamente mostrato di barare durante una diretta streaming di Call of Duty Warzone su Twitch

I cheat sono una delle piaghe più grandi di uno dei giochi di successo del momento, Call of Duty Warzone. Eppure, nonostante il problema sia ormai ben riconosciuto da tutti, soprattutto dagli sviluppatori che continuano a lavorarci ed a bannare migliaia di imbroglioni, ci sono ancora streamer che si ostinano a cercare fama e gloria in pubblico utilizzando questi mezzucci che stanno contaminando le partite di tanti, e soprattutto onesti, appassionati.

Sta facendo il giro della rete il video di un utente che, erroneamente, ha mostrato pubblicamente di utilizzare cheat durante le partite di Call of Duty Warzone. Resosi conto della magra figura e del suo esser ridicolo, ha subito provveduto a cancellare la live. Fortunatamente, per chi si sforza di combattere questo fastidiosissimo fenomeno, c’è chi è più furbo di lui. Diversi utenti, infatti, sono riusciti a catturare schermate ed a registrare video (che trovi di qui seguito) di ciò che stava succedendo e divulgarli per sbugiardare quest’individuo.

Come si vede palesemente nel video, lo streamer utilizzava dei cheat che permettono di visualizzare i nemici attraverso i muri, il loro stato di salute, armi ed equipaggiamenti il tutto ad enormi distanze rendendo la partita molto più semplice. Dopo essere morto correndo verso un bombardamento ben segnalato sulla mappa, mentre gli spettatori in chat lo contestavano inondandolo di insulti, ha subito provveduto a chiudere tutto ed a passare a Call of Duty Black Ops ma ormai il dado era tratto.

Successivamente, lo streamer ha sostenuto di voler sfidare tutti i suoi accusatori su Black Ops per dimostrare il suo valore, peccato stesse giocando a Call of Duty Warzone. L’ira vendicativa degli utenti, contro questo fenomeno, è stata intransigente, tanto da segnalarlo anche sui canali Twitter di Timthetatman, uno dei più importanti streamer americani.

Come ormai noto, la questione dei cheat è uno dei tasti dolenti di un gioco che tiene incollati allo schermo migliaia di appassionati in giro per il mondo. E’ un problema dovuto, in gran parte, al crossplay tra diverse piattaforme disponibile nel gioco, crossplay disattivabile per PlayStation ma non per Xbox One. Questa possibilità può salvarti se sei un’utente Sony, ma se giochi da Xbox o da Pc sei condannato ad incrociare individui simili con una frequenza disarmante.

Call of Duty Warzone e cheat, un fenomeno crescente.

Purtroppo questo episodio è solo l’ultimo di una lunga serie di figuracce di streamer che credono di poter eludere l’occhio attento dei propri spettatori. Il bello è che, molto spesso, sono anche quelli che più si vantano delle loro performance. Uno delle figure che ha avuto più eco, nell’implacabile mondo di internet, è stata quella fatta da uno streamer, anche abbastanza seguito, MrGolds, il quale durante una live Twitch ha involontariamente mostrato la schermata di EngineOwning, un software che racchiude tutta una serie di cheat per vincere facile su giochi come Call of Duty Warzone.

Sembra essere una costante la caratteristica dei cheater di vantarsi delle loro performance con i propri spettatori per poi eclissarsi quando viene fuori la verità, come nel caso di MrGolds che vedi qui sotto.

Si potrebbe sostenere che parlandone si dia solo visibilità a certi individui, il classico slogan pubblicitario “nel bene o nel male purché se ne parli”, ma questo non vale per tutto. Sono fermamente convinto che non parlarne, in questi casi, sia ancora peggio. Questi individui fanno male ad un’intera categoria di appassionati e devono essere mostrati affinché funzionino da deterrente per chi volesse emularli.

Fonte

Noi siamo stanchi di questi imbroglioni che cercano gloria grazie ad aiuti esterni, tu???

Giuseppe Mercadante
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI