Borderlands 3 Black Lives Matter

Borderlands 3: posticipata l’uscita dell’aggiornamento

L'update di Borderlands 3, Takedown at the Guardian Breach, ha ricevuto un rinvio a data da destinarsi per supportare il movimento Black Lives Matter

Tutto il mondo in questo momento sta lottando per portare finalmente equità e giustizia per le strade.

Tutti i maggiori esponenti del mondo videoludico hanno preso parte alla causa, supportando ed incoraggiando tutti i protestanti che si stanno adoperando per rendere il mondo un posto migliore.

Gearbox non è da meno ed ha voluto dare il proprio supporto al movimento Black Lives Matter, il team di sviluppo ha deciso di lasciare un tweet sul profilo di Borderlands 3 dove afferma che il profilo verrà mutato per una settimana in segno di rispetto e che l’update dello sparatutto sarà rinviato a data da destinarsi.

Questo è sicuramente un bellissimo gesto che va ad unirsi a quello di milioni di team di sviluppo, publisher e personaggi dell’industria videoludica che mirano a farci capire che solo se resteremo uniti potremo cambiare le cose e riusciremo a portare nel mondo giustizia ed equità per tutti.

Il tweet sul profilo di Borderlands 3

“Questa settimana abbiamo mutato il nostro profilo in segno di rispetto per ciò che sta succedendo ora nel mondo e posticiperemo il lancio di Takedown at the Guardian Breach.

Stiamo aumentando i fondi della 2K Foundations Program di un milione di dollari per far sì che possa espandere la sua missione nel combattere l’ingiustizia e l’iniquità generata dal razzismo nei confronti delle comunità nere di tutto il mondo.

Black Lives Matter.”

Anche sul profilo ufficiale di Gearbox è stato pubblicato un tweet che mira a supportare la comunità nera che lotta ogni giorno contro gli abusi di potere.

Fonte

Dicci che ne pensi di ciò che sta succedendo nel mondo con un commento qui sotto

Filippo Frascaroli
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI