Biped la recensione

Un platform 3d unito ad un co-op, molto bello, pur se limitato all'inizio da controlli improvvisi

Biped è uno strano mix fra un gioco platform 3D e un co-op e si può condividere  con un tuo amico. Come elemento iniziale del gioco e  per poter procedere all’interno dei livelli, è necessario controllare 2 tenerissimi robot.  La sua particolarità risiede soprattutto  nel sistema di sicurezza che, pur se ostico e complicato nell’organizzazione, è possibile gestire giocando con regolarità, la soluzione più adeguata per apprezzare l’uso dei due stick analogici

Due robot ad accendere i fari

La storia di Biped, pur avendo una base regolare, ci mette nei panni di due robot ai quali è chiesto di attraversare i 7 livelli di cui è composto il titolo con l’obiettivo di riattivare dei fari. Come ti ho anticipato, la storia è quanto di più semplicistico si possa pensare, tuttavia non è il fulcro centrale di tutto, ma il pretesto per farci attraversare i mondi previsti dal gioco.

I fattori su cui si basa Biped sono sicuramente: la giocabilità, estremamente particolare e la grafica, che non fa gridare al miracolo, ma è molto bella e colorata ed è molto funzionale.

Biped la recensione 1

Biped Gameplay particolare

Giocando a Biped con tuo amico (si può giocare anche single player, ma si perde la magia che lo caratterizza) vi ritroverete a vestire i panni di robot che cercheranno di superare vari ostacoli sparsi per i livelli.

Questo lo potrete fare grazie all’ausilio di entrambi gli stick analogici del tuo pad, dove ogni levetta controllerà  movimenti del nostro robot. Spingendo entrambi gli stick su una superficie liscia,  ti ritroverai a pattinare su essa, una mossa che si rivelerà molto utile per passare da un ostacolo all’altro e prendere velocità.

Nonostante l’atipicità dei controlli e l’iniziale smarrimento, Biped, non è quel tipo di titolo dove è la difficoltà dei movimenti  a renderlo ostico. Dopo qualche ora  di gioco infatti, è facile comprendere come funziona tanto da non usare altro tasto se non quello del controller.

Biped la recensione 2

Uno dei fattori più apprezzabili di Biped è sicuramente il modo in cui è presentato. I 7 livelli sono ben strutturati e adeguatamente  lunghi e ognuno caratterizzati da un tema. Avremo le montagne innevate, depositi di legname, templi che sembrano presi dal più classico RPG. Ogni schema, oltre ad essere estremamente dettagliato, è popolato da parecchi personaggi non giocanti che ci consiglieranno sul come proseguire oppure ci coinvolgeranno con battute che aumenteranno il fattore umoristico del gioco.

Biped la recensione 3

In più, ogni stage di Biped presenta vari tipi di sfide ben congegniate. Avremo missioni a tempo dove si dovranno attraversare  punti del gioco per arrivare a destinazione. Oppure, giocando in co op, un giocatore userà uno stick analogico per appendersi ad un muro, mentre l’altro avvicinerà la piattaforma per non far cadere i robot. La coordinazione con l’altro giocatore, quindi, sarà fondamentale.

Biped la recensione 4

Oltre a questo, Biped, presenta un ottimo fattore rigiocabilità; questo sarò possibile cercando di prendere tutte le monete nascoste all’interno dei livelli di gioco. Queste, a loro volta, potranno essere utilizzate per comprare accessori nello store virtuale del titolo.

Si potranno anche ripetere gli stage e cercare di terminarli a determinate condizioni. Questi accorgimenti fanno in modo che, i 7 livelli, pur essendo grandi, si riducano allungando la longevità del titolo. Infatti se ci concentreremo sulla main quest, questa potrà essere portata a termine tranquillamente in una sessione prolungata di gioco

Biped la recensione 5

Infine i difetti!. Nonostante  Biped sia un buon gioco, non è assolutamente esente da vari problemi. Alcune parti, specie quelle iniziali possono essere estremamente frustranti Le meccaniche di gioco, come il movimento degli arti,  (una gamba per ogni stick analogico), per la sua sensibilità potrebbe innervosire il giocatore. Un elemento che personalmente mi ha istintivamente indotto, dopo la prima ora, a interrompere il gioco ma una volta compreso il meccanismo  di Biped tutto è andato bene.

Buona grafica

Dal punto di vista grafico  Biped è davvero buono, i suoi  livelli estremamente dettagliati e molto colorati. Mi sorge spontaneo pensare che l’ispirazione sia partita dai mostri sacri del genere, tuttavia non c’è nulla di cui lamentarsi.

A volte si può inciampare in qualche glitch  che ci farà magari cadere in un baratro facendoci ripetere la fase di gioco che stavamo attraversando Nulla di drammatico anche se è giusto segnalarlo.

Biped la recensione 6

Buono il reparto sonoro con musiche ben ispirate che  si sposano ottimamente con i livelli di gioco;  nulla da eccepire nemmeno sugli effetti sonori dell’ambiente.

Tirando le somme

Biped è un ottimo titolo e a mio avviso coinvolge molto di più  se giocato in due che come single player anche perché alcune sfide sono state pensate prettamente per il co-op. Nonostante alcune carenze a mio avviso trascurabili, questo Biped è un prodotto apprezzabile sia per quanto riguarda la giocabilità che per la grafica,

Ci tengo tuttavia a segnalare la necessità di non fermarsi alla prima ora di gioco, poiché sarà la più frustrante da portare a termine visti i controlli molto particolari a cui bisogna abituarsi.

Scheda confidenziale su Biped

Impersoneremo due robot che dovranno girare per i 7 livelli gioco, con l’obiettivo di riaccendere dei fari

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Biped presenta 15 trofei, tutto sommato semplici da ottenere che si sbloccheranno quando compiremo determinate azioni.

Grafica

75

Impatto

65

Longevità

70

Sonoro

70

Un buon gioco, l’inportante non soffermarsi sulle prime ore di gioco, molto deludenti. E necessario capire e abituarsi a controlli molto particolari basati solo sui due stick analogici del pad.

VOTO COMPLESSIVO

7

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI