activision blizzard

Activision Blizzard, guadagnati 1,2 miliardi di dollari dalle microtransazioni

Il dato si riferisce soltanto al terzo trimestre del 2021

Nonostante le innumerevoli controversie e scandali che hanno coinvolto Activision Blizzard nel corso dell’anno, e che hanno portato anche a partenze di alto livello e al taglio dello stipendio del CEO Bobby Kotick, l’azienda  ha comunque guadagnato una miniera d’oro nel corso dell’ormai concluso terzo trimestre dell’anno. In questo periodo che va dal 1 luglio al 30 settembre, la casa ha guadagnato 1,2 miliardi di dollari di entrate solo dalle microtransazioni su tutti i titoli. Questo prima dell’uscita di Call of Duty: Vanguard, che provocheranno sicuramente un significativo picco di affari per il publisher.

Call of Duty Vanguard

Activision Blizzard, tra guadagni e scandali

I contenuti stagionali per Call of Duty: Warzone e Call of Duty: Black Ops Cold War, insieme a Call of Duty: Mobile che ha superato i 500 milioni di download a maggio rappresentano sicuramente il grosso dei guadagni. Le entrate nette per il trimestre hanno totalizzato 2,07 miliardi di dollari, che è superiore agli 1,97 miliardi di dollari previsti in precedenza. Non ci sono solo buone notizie, però, perché gli utenti attivi mensili sono rimasti fermi a 26 milioni rispetto al trimestre precedente.

Tra le pessime notizie possiamo poi annoverare anche il rinvio da poco annunciato di Overwatch 2 e Diablo 4 al 2023 o il co-leader di Activision Blizzard Jen Oneal che lascia l’azienda dopo solo tre mesi di gestione, tutto questo probabilmente per colpa del grave scandalo su molestie e discriminazione che ha sconvolto la compagnia e che aveva portato al cambio ai vertici.

Cosa pensi di questa compagnia? Avrà fine il continuo caos generato da questi gravi casi? Faccelo sapere nei commenti!

Niccolò Loria
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI