Wavetale: le nostre prime impressioni

Vesti i panni di Sigrid e tieni al riparo il mondo dalla fuliggine

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Wavetale è un’avventura in terza persona sviluppata da Thunderful e Regular Studio. Il titolo è ancora in fase di sviluppo e abbiamo avuto modo di provarlo in anteprima. Attualmente non è stata ancora svelata la data di uscita di Wavetale, ma sappiamo che il titolo è atteso per console e per PC su Steam, dove è già possibile trovare la pagina del gioco. Ecco le nostre impressioni sui primi 90 minuti del nuovo progetto dei creatori di Lost in Random.

Wavetale

Wavetale: un mondo sommerso avvolto da una nebbia minacciosa

Wavetale ci porta nel mondo di Arenania in cui siamo chiamati a seguire le vicende di Sigrid e di sua nonna Doris. Quello che era un posto pacifico e prospero è caduto in rovina a causa di una lunga guerra i cui strascichi continuano a minare la sicurezza delle persone. In questo scenario, Sigrid accompagnata da sua nonna e dagli altri abitanti dell’arcipelago di Strandville dovrà cercare di cambiare le sorti del suo mondo.

Wavetale è un’avventura in terza persona guidata dalla trama in cui dovremo portare a termine vari compiti che ci vengono affidati dalla nonna e che hanno come obiettivo contrastare l’avanzata di una misteriosa nebbia che mettere a rischio i cittadini. Questa nebbia è costituita dalla fuliggine, un prodotto di scarto della lavorazione delle scintille che sono la principale fonte di energia del pianeta. Quello che inizialmente era solo un prodotto di scarto è stato utilizzato come arma da parte delle Zampe Nere, i nostri antagonisti in quest’avventura.

Oltre a quelle che sono le missioni principali, esplorando l’arcipelago faremo la conoscenza di diversi cittadini in difficoltà a cui potremo prestare soccorso. Al momento le missioni secondarie consistono quasi sempre nel cercare e riconsegnare degli oggetti o aiutare nella ricerca di persone scomparse.

Wavetale ombra

Il mondo di Arenania è pieno di misteri da svelare e nella nostra avventura ci verrà in soccorso una creatura che assisterà la nostra protagonista divenendone la vera e propria ombra. Grazie ad essa saremo in grado di spostarci camminando sull’acqua e potremo quindi raggiungere le varie isole evitando di entrare a contatto con le ignote creature che popolano le acque.

Poterci spostare verso le isole sarà essenziale per contrastare l’avanzata della nebbia. Il nostro obiettivo principale in questa prima fase di gioco sarà proprio raccogliere scintille per poter riattivare i generatori dei fari e allontanare, in questo modo, la nebbia.

Wavetale scintille

Per raccogliere le scintille dovremo spesso raggiungere aree difficilmente accessibili. Per farlo potremo utilizzare il nostro retino che in presenza di determinati punti potrà essere utilizzato come se fosse un rampino e ci attrarrà verso la nostra destinazione. Il retino è anche lo strumento che utilizzeremo per raccogliere le scintille e all’occorrenza diventa anche un’arma che ci permetterà di neutralizzare le creature di fuliggine che cercano di intralciare il nostro cammino.

L’avventura ad Arenania ha inizio!

Wavetale ci propone ambientazioni realizzate con grafica low poly, mentre gli avatar dei personaggi che parlano durante i dialoghi sono disegnati a mano. I personaggi e in particolare le loro espressioni hanno uno stile cartoonesco. È curioso notare come i colori della scena tendano a modificarsi e diventare meno saturi quando ci avviciniamo alle aree contaminate dalla fuliggine.

Attualmente il titolo è interamente tradotto in italiano, è possibile attivare anche i sottotitoli, mentre il doppiaggio (in italiano) è parziale: alcuni dialoghi non sono doppiati. La colonna sonora ha lo stesso tema di base ma con delle variazioni, ci sono effetti sonori particolarmente evidenti durante i combattimenti, gli spostamenti in acqua o quando c’è nelle vicinanze un nemico.

Wavetale personaggi

Durante la nostra sessione di gioco non abbiamo riscontrato crash, né bug che ci hanno impedito di proseguire. L’unico difetto che abbiamo osservato è stato durante il viaggio in barca in cui la nostra protagonista faceva fatica a restare ferma e a poggiare i piedi a livello del pavimento della barca, ma restava in un certo senso sospesa compenetrando in alcuni momenti con la barca stessa.

Con queste premesse Wavetale si presenta come un’avventura dalla trama interessante e dal gameplay scorrevole pensato in questo modo forse proprio per farci concentrare sulla narrazione. Non ci resta che aspettare il rilascio finale per valutare il titolo nella sua interezza.

Fonte

Cosa ne pensi di Wavetale? Facci sapere con un commento!

80

Potrebbe interessarti...

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI