Voyage

Voyage: la recensione

Voyage racconta, in maniera quasi cinematografica, l'avventura di due ragazzi sopravvissuti

Voyage è già conosciuto nell’ambiente videoludico tramite la sua apparizione il 19 febbraio del 2021 sulla piattaforma di Steam. Il 12 agosto 2022, però, è possibile acquistarlo anche per Nintendo Switch, PlayStation 4 e PlayStation 5 al prezzo di €14,99. Ti informo che, almeno fino a fine mese, potrai acquistare il titolo con uno sconto del 20% che porta il costo finale a soli €11,99. Non male, se pensiamo all’esperienza videoludica che riesce a regalare Voyage.

Tutto ciò grazie allo sviluppo e al team di pubblicazione di Venturous. Voyage è un titolo indie la cui musica è stata creata da Calum Bowen e si sente moltissimo il trasporto avuto dall’artista durante la creazione. Ogni tratto di Voyage cerca di portare il giocatore verso questa terra ormai perduta, dal passato misterioso, e bene o male riesce nel suo intento. Ovviamente non è privo di difetti, specialmente all’avvio di Voyage. Ma con calma, presto ti racconterò anche questa parte.

Al momento inoltriamoci nella trama principale di Voyage e dei ragazzi sopravvissuti.

Voyage

Voyage mostra come il passato del mondo sia importante

La storia di Voyage parte con questa coppia di ragazzi, una giovane dai capelli rossi e un giovane dai capelli biondi, che rimane intrappolata in questo posto misterioso. Una coppia di sopravvissuti, anche se non sappiamo veramente come siano finiti lì, né chi siano realmente. Voyage fa intuire che siano una coppia romantica, finita lì per caso, ma tutto può essere e non viene specificato. Né, questa domanda, influisce attivamente sull’esperienza di gioco di Voyage.

Vengono mostrati subito i fondali meravigliosi, imponenti, che nascondono un passato ormai dimenticato dal mondo. Si nota subito dai rampicanti che nascondono disegni arcaici o molto aztechi. Voyage è costruito in varie zone, anche se principalmente andrai avanti o indietro nei vari ambienti, e ognuna di esse ha una sua particolarità; una cosa che accumuna tutti, però, sono proprio gli enigmi che potranno essere più nascosti o ben visibili a seconda del posto.

Dovrai tenere gli occhi ben aperti, perchè molti di loro attivano piattaforme, porte e risultano essere collegati fra loro. Se manchi un solo enigma, o trigger, non potrai proseguire. A volte ti sembrerà che tali enigmi non abbiano una logica vera e propria, ma poco importa. Credimi: andrai avanti lo stesso! Dovrai salvare la coppia da questo posto pieno di trappole decisamente prive di violenza.

Voyage

Non vedrai combattimenti o azione di alcun tipo, se non una tranquilla passeggiata

Voyage è stato chiaramente fatto per portare pace al giocatore, non agitazione, ed è da considerarsi come un gioco rilassante. Inoltre, grazie all’ambientazione dipinta a mano, riesce benissimo nell’intento. Oltre a ciò, in Voyage non c’è alcun tipo di dialogo, solo esperienza cinematografica a tutto tondo. Se desideri saperne qualcosa in più, sul canale YouTube di Nintendo è presente un gameplay di un’ora dove viene mostrata la prima parte del gioco.

Voyage, in realtà, dura quasi due orette ed è molto fluido; perdi letteralmente la cognizione del tempo, in quanto Voyage ti assorbe completamente anche muovendo la curiosità su quale edificio incontrerai o spiritello saluterai. Perché sì, in ogni zona vedrai degli spiriti che abitano questi posti e si presume che siano anime morte di popoli passati. Non viene spiegato molto, ma alcuni ti aiuteranno a passare un fiume o ti daranno indizi su come avanzare.

Ma tranquillo: riuscirai anche completamente da solo; avrai modo di giocare entrambi i personaggi o anche solo uno di loro per tutta la durata di Voyage. L’altro ti seguirà e, se vedi che non rimane vicino o desideri avere un po’ di solitudine, potrai usare il comando di saluto e di richiamo per avvicinarlo o tenerlo fermo in un punto. Io ho usato principalmente la ragazza, perché adoro i personaggi videoludici con i capelli rossi, ma non ho trovato alcun tipo di differenza anche con il giovane compagno.

Voyage

Parliamo dei difetti in Voyage

Ebbene sì, fino ad ora sembra tutto rose e fiori vero? Posso dirti che purtroppo qualche difetto in Voyage c’è e personalmente l’ho considerato anche abbastanza grave. Il gioco, provato su Nintendo Switch, parte immediatamente senza alcun tipo di menu o impostazione da aggiustare. Si avvia direttamente alla schermata di tutorial in cui ti vengono mostrati i comandi da usare per fare le più disparate azioni.

Per qualche istante sono rimasta un po’ interdetta, in quanto pensavo di aver dimenticato in un lasso di tempo brevissimo la visione del menu di gioco. Ma no, non è presente ed è anche molto complicato capire come salvare in Voyage. Almeno inizialmente, perché più che un salvataggio vero e proprio, la funzione inserita è un modo come un altro per ricominciare la zona. Infatti non potrai salvare quando vorrai; Voyage salverà automaticamente e potrai solo ricominciare l’area.

Il tutorial è abbastanza chiaro, però, tranne per la funzione di ricerca dei punti d’azione nel luogo in cui i personaggi si trovano, in quanto a volte sono veramente nascosti o non intuibili in un primo momento. Questa funzione mi ha salvato svariate volte, specialmente lungo il grande pellegrinaggio in luoghi in cui apparentemente non sembrava esserci niente e invece era pieno di punti d’interesse.

Voyage

Disponibile all’acquisto nella versione digitale!

Voyage, come hai potuto leggere all’inizio di questa recensione, è disponibile all’acquisto tramite la sua versione digitale. Il peso su Nintendo Switch è di 672,00 MB, abbastanza misero per i vari dipinti in cui i protagonisti viaggeranno. Lo sconto è previsto fino a fine mese, ma per quanto riguarda la versione per PlayStation 4 e PlayStation 5 è disponibile solo per i possessori di un abbonamento a PlayStation Plus e potrai giocare anche con un secondo giocatore.

Il gioco è distribuito sulla piattaforma grazie a Ratalaika Games, publisher che abbiamo imparato a conoscere attraverso i giochi pubblicati. Tramite Steam, invece, è la stessa casa di sviluppo ad auto pubblicarsi grazie al team predisposto. Per giocarci su PC, però, dovrai obbligatoriamente rispettare i seguenti requisiti minimi di sistema:

  • Sistema operativo: Windows Vista, Windows 7, Windows 8 e Windows 10;
  • Processore: Dual-Core 2.4 GHz;
  • Memoria: 4 GB di RAM;
  • Scheda video: grafica dedicata con un 1 GB di VRAM;
  • Memoria dedicata: 2 GB di spazio disponibile.

Scheda confidenziale su Voyage

Due persone, affini tra loro, si muovono in un mondo sconosciuto; senza paura, affrontano varie trappole, spiriti e crolli di mura pericolanti per scoprire qualcosa di straordinario e che ormai, il mondo intero, non ricorda più.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Ci sono ben 14 achievement da sbloccare sulla piattaforma di Steam.

Grafica

90

Impatto

70

Longevità

70

Sonoro

90

Il prezzo forse è leggermente alto per il contenuto di gioco offerto, ma altrettanto valido per le musiche e le grafiche mostrate nel videogioco. Di per sé è un titolo valido e molto rilassante, che punta un obiettivo e rimane su quella via fino alla fine. Qualcosa di rilassante, che magari non farà scaricare lo stress a suon di colpi con il pad in mano, ma decisamente tiene staccato il cervello quanto basta.
Sicuramente a prendere nella sua versione scontata.

VOTO COMPLESSIVO

8

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI