0
0

Vetrix, un puzzle game alla Tetris molto particolare

Tanta soddisfazione ad un prezzo irrisorio

Se ti stai annoiando questo puzzle game fa per te!

Altre recensioni

Quantum League 11 ore fa
Wildfire 2 Giugno 2020
Resolutiion 2 Giugno 2020
Deck of Ashes 1 Giugno 2020
Those Who Remain 30 Maggio 2020
Crucible 28 Maggio 2020
Naviga tra i contenuti


Hai presente quei giochi a basso prezzo, completamente arcade e di poche pretese, ma che riescono a farti rilassare e ti rubano via il tempo senza che tu te ne accorga minimamente? Ti sembra la descrizione di uno di quei giochi che infestano da sempre il mercato mobile, immagino.

Stavolta però si entra in un mercato completamente differente, quello della realtà virtuale. Per una cifra irrisoria, su Oculus Store e dal 21 maggio 2020 anche su Steam, potrai acquistare Vetrix, un particolare arcade-puzzle game caratterizzato da una pixel-art da Gameboy.

Perché dovresti prendere in considerazione l’ennesimo Tetris-like senza né arte né parte?  In realtà dovresti almeno dargli un’occhiata, visto che grazie alla realtà virtuale Vetrix riesce a rimescolare una formula già vista e rivista. Condito da un look retro che fa sempre piacere, Vetrix riesce a fare quello che dovrebbe fare un qualsiasi puzzle-game; ti tiene incollato allo schermo, in questo caso a quello del visore.

Realtà virtuale, due file e nessuna gravità

Lo sviluppatore ha scelto di creare il design di Vetrix intorno al Tetris, ma aggiungendoci le possibilità che offre la realtà virtuale. Il titolo si rivela piuttosto innovativo e in realtà a parte le forme da inserire e il fatto che completare le file faccia esplodere i blocchetti, dello storico puzzle game non c’è poi molto. L’innovazione principale è sicuramente il fatto che il tuo campo da gioco è tridimensionale invece che in 2D e proprio per questo si compone non di una, ma di ben due file!

Vetrix recensione

La manipolazione è l’elemento chiave del gameplay. Puoi mettere i blocchi nella fila posteriore o anteriore a tua completa discrezione. E dovrai farlo come le tue mani; questo in sintesi significa che dovrai ruotare manualmente i pezzi, non ci sono tasti adibiti a quest’azione. Semplicemente, dovrai afferrare il blocchetto che si verrà a creare sopra la piattaforma che impugnerai con il controller di sinistra e portarlo con quello di destra all’interno del riquadro.

Non si tratta soltanto di questo, passiamo infatti alla seconda meccanica che segna un’altra grande differenza rispetto al tetris originale: non esiste gravità. Purché non vada a sovrapporsi ad oggetti e ad altri blocchetti, potrai decidere di piazzare il tuo pezzo in qualsiasi posizione libera del riquadro, andando in caso in cui lo volessi, ad andare a riempire lo spazio rimanente in un secondo momento.

Le meccaniche di base sono le stesse: se hai riempito un livello di blocchi, questi scompariranno facendo scendere quelli che si trovano sopra; anche qui però c’è una piccola differenza: per causare l’eliminazione dei blocchetti dovrai riempire sia la fila davanti che quella di dietro! Attento a non lasciare buchi.

Sono presenti anche blocchi che non esistono nel Tetris classico e la possibilità di ruotare la griglia, elementi che ti costringono a sfruttare la spazialità di Vetrix. Possiamo dirlo con assoluta certezza, il gameplay di Vetrix funziona alla grande e si rivela davvero stimolante!

Vetrix ha due modalità di gioco

Vetrix recensione

Per quanto riguarda modalità di gioco, hai soltanto due opzioni tra cui scegliere, entrambe molto semplici ed intuitive: è presente una modalità Punteggio, in cui non dovrai far altro che limitarti ad ottenere il miglior punteggio possibile entro 300 secondi.

La seconda modalità è la modalità Tempo, il cui obiettivo è farti arrivare al punteggio di 200.000 nel minor tempo possibile. I risultati di entrambe le modalità vengono poi pubblicati in una leaderboard mondiale, a patto di essere connessi ad internet ovviamente!

Anche se non viene specificato in alcun modo, una cosa tristemente in linea al resto del titolo, è presente un menù all’interno del gioco. Per trovarlo ti basterà girarti verso destra, alle tue spalle, dove è presente un menu di opzioni in cui potrai, per esempio, cambiare il colore del mondo di gioco o, ad esempio, spegnere la musica. Musica che è estremamente ripetitiva, ma che riesce a fare il suo lavoro. Ti assicuro che difficilmente la toglierai!

Bene, ma poteva essere meglio!

Qualche piccolo appunto su Vetrix è necessario. Le colorazioni disponibili sono limitatissime, anche se lo sviluppatore ha per fortuna intenzione di inserirne altre in base alla richiesta della community su un sondaggio di Discord. Eppure ci sono altri nodi al pettine.

Vetrix review

Le opzioni di gioco sono fin troppo limitate e, per un gioco che con la mia 970 arriva a 999 FPS, mi aspetto quantomeno la possibilità di inserire la sincronia verticale. Sarò puntiglioso, ma onestamente trovo inutile consumare la vita della scheda video e corrente elettrica per far girare un titolo al massimo degli FPS. Anche le spiegazioni riguardo gli oggetti di gioco come monete o altro sono assenti, un’altra piccola svista che non va a incidere sulla qualità del titolo, ma che non sarebbe costato quasi nulla aggiungere.

Ultima considerazione, manca all’appello una modalità sopravvivenza. Sarebbe stato carino (e tutt’altro che impossibile da sviluppare) aggiungere una modalità senza l’ansia del tempo. D’altronde, quando si riempie completamente la griglia si arriva al game over anche nelle altre modalità, e personalmente avrei apprezzato una modalità più rilassante.

Un passatempo godibile

Dà assuefazione

Senza dubbio rilassante

Goodbye motion sickness

Opzioni ridotte all'osso

Non c'è un minimo di tutorial

Manca una modalità relax

Al posto degli achievement sono presenti due leaderboard, ognuna dedicata alle due differenti modalità di gioco!

Grafica
80
Sonoro
70
Longevità
80
Impatto
70
Voto
VOTA
0

Vetrix funziona alla grande, ed è un puzzle game che utilizza in modo sapiente la realtà virtuale. Se ti aspetti Tetris ti sbagli; sono innegabili le somiglianze che ha con quest’ultimo, ma non farti trarre in inganno. Se cerchi qualcosa con cui rilassarti e spegnere il cervello, puoi regalare questi 5 euro agli sviluppatori. D’altronde, se ne sarebbero meritati anche di più!

0

Commenti

1147

Miei

0
0
0
0

Registrati! La tua opinione conta!