Tecnicamente Cyberpunk 2077 farà impallidire The Witcher 3

Nonostante The Witcher 3 fosse già quasi impeccabile,i ragazzi di CD Projekt Red ci tengono a spiegarci la differenza fra questo e Cyberpunk 2077

Cyberpunk the witcher 3
0

Al PAX, il sito web di Ausgamer ha condotto un’intervista con John Mamais , il capo di CD Projekt Red a Cracovia. Ha parlato del processo di sviluppo e delle sfide tecniche di Cyberpunk 2077 che il suo team ha dovuto affrontare.

Queste sfide sono state superate anche grazie a un incremento del team: durante lo sviluppo di Cyberpunk 2077, il team di circa 200 dipendenti è aumentato a circa 500. Un  aumento di lavoratori in forza che non era inizialmente previsto, tanto che lo stesso Mamais ci racconta di come non avessero idea di quante persone effettivamente avrebbe coinvolto questo progetto.

Un comparto tecnico che fa sbiadire The Witcher 3

Il motivo che si cela dietro questo netto aumento del team è, tra le altre cose, che Cyberpunk 2077 dovrebbe essere tecnicamente molto più ampio e ambizioso di quanto non sia mai stato The Witcher 3.

The Witcher 3 sembra quasi un gioco 2D!” Mamais fa la differenza con un confronto che identifica Witcher 3 con un titolo 2D. Geralt viaggiava sempre su livelli che si snodavano su un solo piano, in ambienti con una totale mancanza di verticalità degli ambienti, mentre V entrerà anche in edifici molto grandi e, soprattutto, alti.

Mamais si è anche soffermato molto della costruzione della città. Secondo lui per fare in modo che la città sembri tale, è importante che ci siano davvero molte persone che si muovono al suo interno, in modo da creare davvero un senso di nucleo popolato. In The Witcher 3, ci sono tanti gruppi di persone che si comportano in modo molto uniforme tra loro, in Cyberpunk 2077 sono molto più variegati nei loro comportamenti. Un aspetto del titolo che sicuramente impiega parecchie risorse, sia di sviluppo che hardware.

CD Projekt Red ha migliorato anche la grafica in generale. Ad esempio, Cyberpunk 2077 supporterà il raytracing: con un buon hardware questa tecnologia avanzata renderà le fonti di luce e i riflessi molto più realistici. Considerando quanto la città di Night City sia illuminata dal neon ci si possono aspettare grandi cose.

Attualmente, l’uscita di Cyberpunk 2077 è prevista per il 16 aprile 2020 su PC, Playstation 4, Xbox One e Google Stadia. Dopo l’uscita verrà aggiunta anche una modalità Multiplayer, un po come quanto già visto con Red Dead Redemption 2. Non sono previste microtransazioni o simili, visto che secondo lo sviluppatore fanno male all’immagine della compagnia.

Cyberpunk 2077 the witcher 3

Cosa pensi di queste dichiarazioni? Pensi che sia possibile realizzare l’ambizione di CD Projekt Red con gli hardware di questa generazione?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
>

Cosa pensi di queste dichiarazioni? Pensi che sia possibile realizzare l’ambizione di CD Projekt Red con gli hardware di questa generazione?

0