Squad

Squad: il suo primo DLC genera polemica

La software house è venuta meno alla parola data

Purtroppo attualmente esistono vari titoli con contenuti scaricabili al limite dell’abuso, perciò promettere che il tuo gioco non avrà DLC è un punto di forza molto interessante. Queste promesse possono essere fatte con buone intenzioni tuttavia il contesto può cambiare proprio come è successo con Squad, il popolare FPS per PC.

Squad

Squad: una promessa infranta

Recentemente Offworld Industries (la compagnia responsabile di Squad) ha confermato che il titolo riceverà contenuti scaricabili a pagamento. Non ci sarebbe nulla di sbagliato o strano in questo se non fosse per il fatto che la software house aveva promesso che il titolo non avrebbe mai venduto DLC a pagamento. Ma che tipo di contenuti a pagamento riceverà Squad? L’FPS riceverà 2 pacchetti di emote che arriveranno accompagnati da una serie di emote gratuite che tutti i giocatori riceveranno automaticamente.

“Le emote sono animazioni che puoi usare per esprimere te stesso, interagire con gli altri, celebrare situazioni di gioco o per fare gioco di ruolo. Speriamo che questi migliorino gli aspetti sociali e cinematografici di Squad”, ha annunciato lo studio.

Squad

Offworld Industries riconosce che sta infrangendo la promessa fatta ai fan aggiungendo DLC a pagamento per Squad. Tuttavia c’è una buona ragione dietro la decisione presa infatti la compagnia assicura che le emote sono un modo in cui i giocatori potranno supportare Squad. Questo è importante dal momento che avere una nuova fonte di reddito è fondamentale affinché il gioco sia in uno stato sano e continui a rilasciare aggiornamenti gratuiti.

“Comprendiamo che i contenuti a pagamento nei giochi possono essere controversi e sappiamo che siamo venuti meno alla parola data. Pertanto volevamo informarvi di questo cambiamento prima del rilascio anticipato della versione 4.22 “, ha spiegato lo studio.

Squad

Per un tale annuncio è normale aspettarsi che la comunità si lamenti, tuttavia la realtà è diversa poiché gran parte di essa ha capito che questo è un modo per supportare lo studio inoltre si tratta di un acquisto completamente facoltativo. Insomma la promessa è stata infranta ma per una buona causa.

Mantieniti aggiornato con le nostre ultime notizie.

Fonte

E tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti.

Jean Manuel Labate Castro
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI