Souldiers

Souldiers, provato l’accesso anticipato

Manca poco più di un mese al lancio di questo interessantissimo titolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Il parco titoli del genere metroidvania, soprattutto negli ultimi tempi, sta vivendo un periodo di nuova gloria, con sempre più esponenti sul mercato, alcuni dei quali risultano essere dei veri e propri must play per gli appassionati del genere. Souldiers rientra pienamente fra quei titoli appartenenti a questo genere, i quali meritano sicuramente di essere tenuti d’occhio, grazie a delle premesse molto interessanti soprattutto sul fronte del gameplay.

Souldiers

Noi di iCrewPlay abbiamo avuto l’occasione di testare a fondo la versione in accesso anticipato del titolo, il quale non solo ha mantenuto le promesse fatte, ma è riuscito addirittura a far aumentare l’attesa per lo stesso. Con pochi fronzoli, Souldiers ci catapulta immediatamente in quella che sarà la base narrativa dello stesso: mentre combattevano in un conflitto per il dominio sul regno, alcuni soldati sono stati trasportati in una landa mistica ai confini dell’oltretomba chiamata Terragaya. Qui dovranno indagare e scoprire di più sui guardiani, trovandoli e procedendo di mondo in mondo, con “l’unico” problema di trovarsi in una condizione fra la vita e la morte.

Souldiers: un gameplay vario

Incipit abbastanza normale per la trama, mentre appena si parla di gameplay, Souldiers inizia già a offrire qualcosa di molto allettante, ovvero il poter scegliere fra tre protagonisti, ognuno dei quali renderà le nostre partite, e l’approccio a esse, veramente unico, grazie alle ben diversificate meccaniche che ognuna di esse propone.

Souldiers

Potremo difatti scegliere fra Scout, Archer e Caster.

  • Scout: un combattente corpo a corpo, armato di spada e scudo, che predilige l’assalto frontale, e in grado di sostenere diversi danni. I suoi attacchi con la spada sono veloci e riesce a concatenare diversi colpi in un breve lasso di tempo sui nemici;
  • Archer: un abile guerriero armato di arco e frecce che può colpire in tutte le direzioni. Il numero di frecce a sua disposizione sarà limitato e dovremo aspettare un breve lasso di tempo per averle nuovamente disponibili, nel frattempo però potremo utilizzare il nostro arco come un boomerang e ogni colpo messo a segno andrà a diminuire il tempo di attesa per ricaricare le frecce;
  • Caster: come il nome lascia intuire, questo personaggio è la quota dedicata alla magia in Souldiers. A differenza del solito stereotipo di mago, il Caster potrà usare i suoi incantesimi non solo per danneggiare i nemici, ma anche per manovre evasive, come rallentare i proiettili e colpi nemici per evitarli a suon di schivate, il che lo rende un personaggio mobile quanto l’Archer.

I personaggi avranno in comune alcune abilità, come l’uso degli oggetti curativi e offensivi, la schivata, la quale presenterà un tempo (breve) di ricarica, ma ognuno di essi, una volta salito di livello, avrà accesso a una buona selezione di abilità uniche attive e passive fra le quali potremo scegliere, andando così a improntare il nostro approccio al combattimento allo stile che più ci aggrada.

Souldiers

A differenza di molti titoli, in Souldiers le abilità saranno veramente essenziali per poter procedere e andranno a impattare in modo notevole il gameplay. Inutile dire che avanzando nel gioco, anche il livello di sfida si farà più intenso.

Ma non solo un ottimo gameplay

Esteticamente Souldiers è favoloso! Una straordinaria pixel art in stile 16 bit, accompagnata da ambientazioni molto varie, un design dei livelli ben strutturato e quasi mai ripetitivo, e ultimo ma non per niente meno importante, delle animazioni dei protagonisti e nemici davvero curate. Sarà un piacere non solo a livello di gameplay, ma anche una gioia per gli occhi.

Nel provato della versione accesso anticipato, la varietà dei nemici è stata molto buona, ognuno dei quali avrà un proprio pattern di attacco e in pochi si limiteranno al solo venirci incontro per danneggiarci; discorso ben più ampio per le boss fight, davvero ben caratterizzate, dinamiche ed esaltanti.

Souldiers

Souldiers non è un gioco da prendere sottogamba, perché il cercare di avanzare menando fendenti, magie o frecce a destra e manca senza criterio, porterà a una rapida sconfitta. Sarebbe anche un peccato inoltre, per il fatto che i livelli del gioco offrono molto da esplorare e ancor di più segreti da scoprire.

Il tutto è accompagnato da personaggi secondari ben caratterizzati, che sapranno aggiungere quel po’ di pepe che non guasta mai, e il comparto sonoro è all’altezza di quanto detto per quello grafico.

Insomma, da quello che abbiamo potuto vedere, se sei un fan dei metroidvania sarebbe un grave errore mancare Souldiers, e mi sentirei anche di consigliarlo a chiunque stesse cercando un buon titolo che sappia intrattenere e divertire, assieme a un bel tocco retrò.

Fonte

Cosa ne pensi di questo titolo? Se vuoi puoi scaricare la demo gratuita dalla sua pagina Steam!

90

Potrebbe interessarti...

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI